Tonini e Maramiao Betaland…sempre loro

Spettacolari quarti di finale che portano le finaliste 2017 al passaggio del turno con due sofferti 5-4. Rimonta epica per i fluo di Carotenuto

Vanno sotto, a volte soffrono ma poi la loro qualità esce sempre e, anche in un quarto di finale, Assistenza Tecnica Tonini e Maramiao Betaland Matteotti strappano il pass per le semifinali della prossima settimana. Il Trofeo Steve Jobs, anche questa volta, è un turbinio di emozioni con un avvio di playoff esaltante come sempre. Le finaliste del 2017 riescono a confermare il loro potere con altre due prove di carattere in due partite decisamente complesse. Chi ha rischiato di più è stata Maramiao Betaland Matteotti anche perchè, a 8 minuti dalla fine, era sotto di tre gol contro la meno quotata Ristopizzeria Da Pipolo. Una gara incredibile con un primo botta e risposta tra Lippolis e Racciatti che ha tenuto in equilibrio la sfida fino a metà secondo tempo. Poi è arrivato l’incredibile ed imprevisto break dei rossoblu ancora in gol con Racciatti (tripletta) e con Pigini su assist di Meneghello. Con otto minuti da giocare e tre gol da recuperare il primo colpaccio di questo 2018 era pronto ad essere annunciato ma, come nella finale dell’anno scorso, è il portiere di movimento a far tornare vivo Maramiao che rimette in piedi la partita in poche mosse. Prima Potrich e Djelveh ad accorciare le distanze sfruttando alla perfezione l’uomo in più e successivamente l’Mvp delle prime due edizioni Daniele Zullo a completare l’opera con il gol del pari e del sorpasso proprio nel finale. Meno clamorosa ma non per questo agevole la vittoria dei campioni in carica contro The Scottish. Come nelle attese infatti i blues erano un ostacolo davvero duro da superare soprattutto per una formazione rimaneggiata come quella di Assistenza Tecnica Tonini. Gli orange però hanno saputo soffrire e reagire al vantaggio di Barontini tenendo sempre viva la partita con il pari di Vernillo, poi con quello di Rosati (2-1 di Ponso) e poi con la coppia Genovesi-Marroni che ha permesso l’allungo decisivo. Il 5-2 di Vernillo infatti sembrava aver chiuso una partita difficilissima per i campioni prima delle reti di Ponso e Saccaro. Lo Scottish prova anche il forcing finale con il portiere di movimento ma, nei pochi spazi concessi, la palla non è entrata regalando la semifinale ad Assistenza Tecnica Tonini.

ASSISTENZA TECNICA TONINI – THE SCOTTISH 5-4
ASS.TEC.TONINI: Tonini, Ramirez, Vernillo, Rosati, Genovesi, Marroni. All. Garofano
THE SCOTTISH: Ciarla, Siragusa, Barontini, Angeletti, Saccaro, Kaci, Ponso
RETI: 2 Vernillo, Rosati, Genovesi, Marroni (ATT), 2 Ponso, Saccaro, Barontini (TS)
MVP: Luigi Vernillo (Assistenza Tecnica Tonini)

MARAMIAO BETALAND MATTEOTTI – PIZZERIA DA PIPOLO 5-4
MARAMIAO BETALAND: Pacioni, Carotenuto, Zanobi, Djelveh, Zullo, Potrich, Lippolis. All.Capuccio-Calvagna
PIZZERIA DA PIPOLO: Ziroli, Dalla Zanna, Pigini, A.Racciatti, Meneghello, Rashkov, P.Racciatti, Gullì. All. Di Cesare
RETI: 2 Zullo, Potrich, Lippolis, Djelveh (MBM), 3 P.Racciatti, Pigini (PDP)
MVP: Daniele Zullo (Maramiao Betaland Matteotti)

 

Lascia un commento