A Cori finisce l’avventura rossoblu, Di Cesare lascia

La Zonapontina perde 4-0 contro gli orange e chiude la stagione. Il tecnico annuncia il suo addio alla panchina

 

Un finale di stagione fatto di due sconfitte consecutive non può cancellare un 2018 raggiante per la Zonapontina, uscita dai quarti di finale con un amaro 4-0 venerdì a Cori. Aver vinto quasi tutte le partite da gennaio ad oggi, aver scalato la classifica sfiorando il quinto posto saranno i punti cardine da dove ripartire anche se il Cori Montilepini, tra campionato e playoff, si è confermata un’assoluta bestia nera per la squadra di Di Cesare. Proprio dall’allenatore pontino arrivano la prima ufficialità per la prossima stagione con l’addio alla panchina. Dopo due anni infatti il mister è costretto a farsi da parte restando comunque nell’organigramma societario: “Motivi strettamente personali mi hanno portato a prendere questa decisione – ha detto l’ormai ex allenatore rossoblu – per l’anno prossimo non potevo più garantire l’impegno che richiede un ruolo del genere ed ho preferito comunicare alla società questa decisione. Ne volevo approfittare per ringraziare pubblicamente i ragazzi che ho avuto in questi anni, siamo cresciuti insieme e, nonostante queste ultime due partite negative, abbiamo fatto una grande cavalcata nel 2018”. In casa Zonapontina ci si è già mossi per il futuro e proprio in questa settimana potrebbe arrivare il nome del nuovo allenatore. “Sapevamo da qualche tempo di questa decisione di Davide – ha detto il presidente Stefano Scala – ci dispiace perderlo come allenatore ma sappiamo che lo avremo al nostro fianco in un ruolo diverso. La notizia del suo addio non deve togliere la serenità al nostro gruppo perché cercheremo di seguire il percorso tracciato insieme anche con il prossimo mister. Davide in questi due anni è stato il metronomo della nostra società ed è per questo che non vogliamo perdere una risorsa così importante sia dal punto di vista tecnico che umano. Con la dirigenza, e parte dei giocatori, ci lega un solido rapporto di amicizia e continueremo ad andare avanti insieme. Playoff? Dispiace perché nelle ultime due settimane siamo arrivati decisamente scarichi. Molti di noi hanno dato tanto in questo 2018 compiendo una rimonta per molti insperata ma siamo crollati sul più bello, ad un passo da quel quinto posto che, a dicembre, sembrava un minuscolo puntino nel nostro tragitto. Abbiamo fatto tante cose belle e due delle tre sconfitte del girone di ritorno (Pirata, Florida, Cori) sono arrivate con formazioni sempre rimaneggiate. Nulla da togliere alle avversarie ma, per il futuro, sapremo come migliorare e crescere. L ‘importante sarà restare uniti e pensare a ricaricare le pile per una nuova stagione fatta di duro lavoro”.

 

 

Ufficio Stampa

 

Lascia un commento