LE ALTRE Aitech impresa vicina, maledizione Real

Dalla fase a girone fino alle semifinali c’è stato lo spazio per potersi giocare tutto. Dietro la favorita numero 1 dei Gufi infatti c’era una grande lista di possibili outsider e quindi possibili finaliste. Lo Scottish è stata quella che più avrebbe potuto contrastare un predominio scritto dai Gufi ma proprio sul più bello la 

Leggi tutto

Dalla fase a girone fino alle semifinali c’è stato lo spazio per potersi giocare tutto. Dietro la favorita numero 1 dei Gufi infatti c’era una grande lista di possibili outsider e quindi possibili finaliste. Lo Scottish è stata quella che più avrebbe potuto contrastare un predominio scritto dai Gufi ma proprio sul più bello la squadra di Iacovacci non è riuscita ad alzare ulteriormente la propria asticella crollando nel big-match. I biancazzurri sono partiti subito forte nel girone, trascinati da Pisano e Iannella particolarmente ispirati, ma hanno dovuto abbandonare la competizione in semifinale con un netto 5-2 proprio contro i futuri campioni. Chi invece è riuscito a mettere alle corde la prima squadra a vincere questa World Cup è stato Aitech che solo per un piccolo suicidio nel proprio girone, contro la Palestra Il Chiodo, non è riuscito a passare come capolista e quindi evitare la squadra di Garofano. Nonostante non fossero favoriti però i ragazzi di Areni hanno dato tutto, andando in vantaggio e colpendo un clamoroso palo  sull’1-1 fino al rocambolesco gol di Rosianu che non ha lasciato scampo a Gregori. Scottish e Aitech avevano la rosa per poter arrivare fino in fondo ma alla fine chi non ci è arrivato per un niente è stato il Real Nascosa che si è dovuto arrendere ai calci di rigore in semifinale contro Il Chiodo. Sembrava essere infatti la giornata del Real, una delle grandi del circuito Zonapontina ed una squadra, fatta di grandi uomini che spesso hanno sfiorato un ultimo atto della Zonapontina. Ko con onore per i ragazzi di colore del Sermonota che, in extremis, sono riusciti a mettere paura allo Scottish mentre non sono mai stati in partita le Simpatiche Canaglie. Tutt’altro discorso per Robibero, Real Edimburgo e Pizzeria Da Pipolo: loro hanno dovuto fare i conti con gli acciacchi dei principali protagonisti che si sono rivelati fondamentali poi nei quarti di finale mentre è ancora più grande l’amarezza per il Circolo Futura che ha dovuto abbandonare la competizione per solo per un dato statistico (nel girone A pari scontri diretti, pari la differenza reti ma superiore i gol fatti di Robibero ed Edimburgo).

FASE A GIRONI – PLAYOFF
GIRONE A
Circolo Futura – Az.Agr.Robibero 3-1 (2 Iafrate, Rossi CF – Robibero AAR)
Real Edimburgo – Circolo Futura 3-1 (Annecchiarico, Brignone, Coletta RE – Vignaroli CF)
Az.Agr.Robibero – Real Edimburgo 4-2 (Sartini, Robibero, Perna, Cece AAR – Coletta, Brignone RE)
GIRONE B
Real Nascosa – Sermonota 2-0 (2 Di Rubbo)
The Scottish – Real Nascosa 7-2 (3 Iannella, 2 Pisano, Micolani, Laggiri TS – Di Rubbo Orelli RN)
Sermonota – The Scottish 5-7 (3 Pisano, 2 Iannella, Micolani, Laggiri TS – 3 Musa, Diomade, M’Balow)
GIRONE C
I Gufi – Digital Copy 4-0
Pizz.Da Pipolo – I Gufi 2-6 (Mosca, Di Leo PDP – 2 Cesari, 2 Bernal, Chianese, Yeray G)
Digital Copy – Pizz.Da Pipolo 0-4
GIRONE D
Palestra Il Chiodo – Simpatiche Canaglie 5-0 (3 Cherubini, Trambaioli, Quaresima)
Simpatiche Canaglie – Aitech 0-8 (4 Di Muro, Nocca, M.Pigini, Corazzina, Vitelli)
Aitech – Palestra Il Chiodo 1-2 (Corazzina A – Zanon, Cherubini PC)
PLAYOFF
QUARTI DI FINALE
Az.Agr.Robibero – Real Nascosa 3-6
The Scottish – Real Edimburgo 10-2
I Gufi – Aitech 2-1
Palestra Il Chiodo – Pizz.Da Pipolo 4-0
SEMIFINALI
Real Nascosa – Palestra Il Chiodo 5-4 dcr (2-2 pt)
I Gufi – The Scottish 5-2

Lascia un commento