La legge delle campioni, anche Pubbliart in finale

Quel ko all’esordio aveva fatto storcere il naso a più di qualcuna ma è proprio da quella partita che l’Andrew’s Pub ha costruito la sua seconda finale in questa Arena Futsal Festival. La squadra campione in carica esce fuori nel momento decisivo di questa terza edizione e sfodera una partita superba nell’ennesimo scontro con il 

Leggi tutto

Quel ko all’esordio aveva fatto storcere il naso a più di qualcuna ma è proprio da quella partita che l’Andrew’s Pub ha costruito la sua seconda finale in questa Arena Futsal Festival. La squadra campione in carica esce fuori nel momento decisivo di questa terza edizione e sfodera una partita superba nell’ennesimo scontro con il Chiodo Lady, già battuta nel 2016 in finale. Una gara compatta, intensa e soprattuttogiocata sempre a centro all’ora nell’area delle biancorosse. Il 5-4 finale regala una vittoria cercata sin dall’inizio, senza mai andare sotto, sempre con almeno un gol di vantaggio. Una gara aperta dalla Bellato che già dopo pochi minuti beffa Alessia Afilani tra i pali. Andrew’s preme anche se la grande qualità delle avversarie si fa notare soprattutto nelle uscite pressing. Non sempre gli affondi delle campioni hanno buoni esiti tanto che la Cargnelutti riesce a trovare il gol del pari con una conclusione spettacolare che si infila all’incrocio dei pali. La partita è equilibrata ma da due conclusioni dalla distanza portano l’Andrew’s sul +2 grazie ad Alessia Ietto e Beatrice Bellato. Colpo su colpo la Capponi, seguita dalla Mancini, accorciano prima 3-2 e poi 4-3 (poker Andrew’s firmato Ietto). L’ennesima offensiva delle campioni porta ad un nuovo +2 con la Bellato ma dopo il forcing finale ed una Casteltrione superlativa tra i pali, la Messore può solo accorciare sul 5-4 e niente di più. Se per Andrew’s Pub si tratta della seconda finale consecutiva per Pubbliart.Net Aprilia questa sarà la prima volta. Ci è voluta una gara di immenso carattere per le ragazze di Simone Racioppo contro Le Sfollate perchè rimanere in partita contro un ciclone come quello di Leye Diodia non è stato facile. Alla fine le bianconere si sono aggrappate a Linda D’Alessio e sono andate a vincere una partita incredibile. Una gara aperta da Stefania Fiorentini ma che la Diodia ha ribaltato con tre perle incredibili fino ad arrivare al 3-2. Anche in questa sfida non c’è respiro, non si molla nulla tanto che proprio la D’Alessio riporta in parità la Pubbliart sul 3-3. Il tempo di festeggiare il pareggio che la Diodia si inventa un altro missile che fa un buco in porta e sembra accompagnare Le Sfollate in finale. Le parate della Girolamo sembrano confermare anche questa teoria ma nel finale torna in cattedra Linda D’Alessio: prima con un diagonale vincente dalla sinistra per il 4-4 e poi, dalla destra, con un’altra puntata velenosa che supera la Girolamo per il 5-4. Sull’ultimo gol crollano le forze delle Sfollate che provano ad aggrapparsi nuovamente alla Diodia ma ormai non c’è più niente da fare: è la Pubbliart.Net Aprilia ad accedere in finale. 

LE SFOLLATE – PUBBLIART.NET APRILIA 4-5
LE SFOLLATE: Girolamo, Farnioli, Dorati, Diodia, Di Federico, Cusella
PUBBLIART.NET: Balzamo, Carpico, Lovero, Martelletta, D’Alessio, Troncacci, Fiorentini, Atterga. All. Racioppo
ARBITRO: Achille Vitelli (Gsi-Msp)
RETI: 5’pt Fiorentini, 8’pt Diodia, 14’pt Lovero, 2’st Diodia, 5’st Diodia, 9’st D’Alessio, 12’st Diodia, 22’st D’Alessio, 24’st D’Alessio

ANDREW’S PUB – IL CHODO LADY 5-4
ANDREW’S PUB: Casteltrione, Ietto, Di Fazio, De Col, Ottocento, Bellato, Testa
IL CHIODO LADY: Afilani, Messore, Capponi, Ceci, Mancini, Volpe, Cargnelutti
ARBITRO: Achille Vitelli (Gsi-Msp)
RETI: 13’pt Bellato, 14’pt Cargnelutti, 18’pt Ietto, 21’pt Bellato, 6’st Capponi, 13’st Ietto, 18’st Mancini, 20’st Bellato, 24’st Messore

Lascia un commento