Tonini e Maramiao partono subito forte, colpo Eden

I campioni battono il Real Nascosa, la squadra di Garofano invece cala il poker contro Iannarilli mentre Co.Ge.C perde nel finale

Avvio di Arena decisamente devastante sul Centrale di Piazzale Prampolini. La prima giornata della terza edizione del torneo dei campioni non delude le attese con tre scontri di grande spessore che portato ai primi punti sia i campioni in carica di Maramiao Pet Shop sia ai vicecampioni di Assistenza Tecnica Tonini. La partita più appassionante della serata però è stata quella tra Co.Ge.C e Bar Eden che ha visto la sofferta vittoria dei lilla di Quirino Marconi bravi a trovare il gol vittoria in un secondo tempo decisamente duro e combattuto. Gara aperta da un Sinibaldi in grande spolvero subito protagonista dopo quattro minuti sotto porta. L’intensità è alta già dai primi minuti tanto che in un tempo si collezionano tre legni: una traversa ed un palo per Eden ed un’altra traversa per Co.Ge.C. In mezzo a tante occasioni pericolose spunta Silvio Cracium che firma il gol del pari. Più che un campo di gioco sembra di stare in trincea e dall’1-1 si arriva al 2-2 grazie ai gol di capitan Marconi e Mirko Banin. La lotta continua così come i legni ma alla fine è una zampata di Santone a decidere il match su una bella imbeccata di Cavallin. Tre punti sofferti che lanciano così il Bar Eden già ad un possibile duello con i vicecampioni che nel frattempo hanno aperto la manifestazione con la facile affermazione su Iannarilli Arrows Academy. Un poker firmato Gianmarco Genovesi ed Edoardo Saccaro che ha portato i primi tre punti per mister Garofano. Esordio positivo anche per i campioni nonostante la grande prova mostrata dal Real Nascosa. Cacciotti infatti risponde al gol iniziale di Potrich ma tra una parata di Tognetto ed un’altra i biancorossi non riescono a restare in partita nel primo tempo mostrando il fianco e permettendo le reti di Zanobi e Zullo. Sul 3-1 c’è il piccolo black out che porta l’Mvp 2015 e 2016 e siglare anche il 4-1. Dall’altra parte però Di Razza non molla la presa e dopo un clamoroso palo colpito cerca di riaprire la gara. L’ultima perla del match però è di Daniele Zullo che firma la sua personale tripletta con una bella conclusione dal limite dell’area di rigore. 

Lascia un commento