Share on Facebook4Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Share on Reddit0Share on Yummly0Email this to someonePrint this page
ZONAPONTINA G. F. LEAGUE

VERSO LA FINALE | Consalvi è deciso: “Ronci Bus con il coltello tra i denti”

Il numero nove carica i suoi in vista del big-match di stasera: "Dovremo restare calmi e punire al momento giusto"
Umberto Consalvi, storico capitano del Ronci Bus

Umberto Consalvi, storico capitano del Ronci Bus

Anche se non sarà la prima finale della Zonapontina League Invernale in casa Ronci Bus si respira un clima particolare, quello di chi ha dato veramente tutto ed è pronto a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Questa finale è per entrambe un’occasione unica ma per la squadra di Umberto Consalvi è una sorta di piccola rivincita dopo la batosta del 2015 nella finalissima persa con il Fotthenam. Cheers e Ronci Bus rappresentano la determinazione, la serietà e la voglia di vincere contro tutto e tutti perchè per raggiungere questo traguardo entrambe hanno dovuto dare davvero tutto viste le vittime eccellenti. “Abbiamo iniziato la stagione con l’obiettivo di arrivare tra le grandi – ha detto lo storico capitano Umberto Consalvi – purtroppo abbiamo perso per strada un elemento fondamentale per noi come Ivan Bartoli ma siamo riusciti, cambiando modo di giocare, a raggiungere questa storica finale. All’inizio sapevamo che arrivare fino in fondo sarebbe stato difficile anche perchè abbiamo affrontato le migliori di questa stagione ma la nostra determinazione ci ha premiato. Credo che per arrivare ad una qualsiasi finale non basta solo il fattore “fortuna” quindi forse sia noi che il Cheers abbiamo avuto quel qualcosa in più rispetto alle altre. Il Ronci Bus ad esempio ha avuto una determinazione fuori dal comune e tanto spirito di sacrificio”. Stasera quindi i riflettori si accenderanno su due squadre che vanno prese d’esempio per chi vuole cimentarsi in un torneo amatoriale: “La cosa più importante in questo tipo di campionati è la continuità, giocare sempre con gli stessi compagni e conoscersi quasi a memoria. Credo che la nostra squadra abbia dimostrato sempre serietà sia in campo che fuori ma questa è stata anche la conseguenza dell’ottima organizzazione interna. Giocare un torneo Zonapontina per noi è sempre un onore, credo che sia la manifestazione più bella, la più interessante ma anche la più combattuta di tutta la provincia e questo anche grazie all’impegno che lo staff ci mette per far andare tutto per il meglio. IL Cheers? So che ha fatto un ottimo campionato, per arrivare in finale devi metterci per forza del tuo e quindi non dovremo mai abbassare la guardia, bisognerà continuare a lottare con il coltello tra i denti. La finale poi non la vince sempre la più forte, sicuramente dovremo essere uniti, restare calmi e punire al momento giusto”. 

 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ESEGUI LA SEMPLICE OPERAZIONE MATEMATICA *