Una Top Dancing mostruosa si laurea campione

Si è chiusa una quarta edizione fatta di grandi numeri e giocate eccellenti. Si è chiusa la Zonapontina Christmas delle 16 squadre, quelle che da dicembre hanno dato nuova linfa al parquet del Marconi per cercare l’approdo nella fase regionale di Roma. Si è chiuso il torneo di Natale Zonapontina-Gruppo Sportivo Italiano con una finale 

Leggi tutto

Si è chiusa una quarta edizione fatta di grandi numeri e giocate eccellenti. Si è chiusa la Zonapontina Christmas delle 16 squadre, quelle che da dicembre hanno dato nuova linfa al parquet del Marconi per cercare l’approdo nella fase regionale di Roma. Si è chiuso il torneo di Natale Zonapontina-Gruppo Sportivo Italiano con una finale a senso unico che ricorda quasi quella del 2012 che vide il trionfo dell’Eucalyptus sul Ristocafè Ciacciarelli. La firma è dei vicecampioni in carica, della squadra che perse a sorpresa l’ultimo atto della terza edizione, la squadra campione della Zonapontina League 2013-214, la protagonista delle edizioni dell’Aspettando l’Estate, quella Top Dancing Latina partita già a dicembre con l’unico obiettivo della vittoria. A cadere sotto i colpi di un Genovesi stratosferico e di tanti altri protagonisti i ragazzi della Palestra Il Chiodo, alla loro seconda finale dopo quella del 2014 nella Zonapontina Summer.

INTENSITA’ E VELOCITA’ Gli amaranto di mister Garofalo mettono in chiaro da subito le loro intenzioni e la loro fame di vittoria anche se l’1-0 è decisamente fortunoso su un fallo laterale di Barontini deviato dalla retroguardia biancogialla. Dopo 7 minuti però è Chianese ad esibirsi in un’azione personale conclusa con una bella puntata ad incrociare che beffa Cantarelli, sempre reattivo ed attento a tutte avanzate amaranto. La difesa della Palestra Il Chiodo trema ancora all’ottavo anche perchè Top Dancing continua ad avere una pressione costante e precisa in ogni minuto di gioco. Prima di arrivare al 3-0 di Saccaro in chiusura di tempo c’è uno solo one man show e si chiama Francesco Cantarelli. L’estremo difensore di Palestra Il Chiodo salva in almeno cinque occasioni la sua squadra prima di andare al tappeto nel finale

GENOVESI SALE IN CATTEDRA I sogni del Chiodo finiscono quando entra in campo Simone Genovesi. Già dopo 40 secondi Cantarelli gli nega il gol ma, poco dopo, parte da lui l’azione che porta in gol Saccaro per il 4-0. Le reazioni della squadra di Cecio Rossi sono timide anche perchè di buchi nella difesa di Top Dancing non ce ne sono ed è difficile affondare. Dal 3′ al 7′ poi la partita va completamente in ghiacciaia. Fa tutto Genovesi dal 5-0 fino all’8-0 con perle incredibili (la conclusione dell’8-0 è da antologia) e giocate di alta scuola. Il Chiodo ce la mette tutta, non molla mai ma è costretto a mostrare il fianco anche a Barontini e Chianese per il 10-0 finale.

TOP DANCING LATINA – PALESTRA IL CHIODO 10-0 (3-0 pt)
TOP DANCING LATINA: Carpiuc, Rubeca, Padorrariu, Barontini, Saccaro, Persichino, Cesari, Genovesi, Chianese. All. Garofalo
PALESTRA IL CHIODO: Cantarelli, Cardinali, Gori, La Starza, Pezzoli, Marini, Colella. All. Rossi
ARBITRO: Antonio Basile (Gsi/Msp)
MARCATORI: 4’pt Barontini, 7’pt Chianese, 21’pt Saccaro, 1’st Saccaro, 3’st Genovesi, 4’st Genovesi, 5’st Genovesi, 6’st Genovesi, 7’st Barontini, 15’st Chianese

LE PREMIAZIONI
PRIMA CLASSIFICATA: Top Dancing Latina
SECONDA CLASSIFICATA: Palestra Il Chiodo
MIGLIOR GIOCATORE: Simone Genovesi (Top Dancing Latina)
MIGLIOR GIOCATORE PLAYOFF: Andrea Barontini (Top Dancing Latina)
MIGLIOR GIOCATORE GIRONI: Loris Livolsi (Real Nascosa)
MIGLIOR PORTIERE: Francesco Cantarelli (Palestra Il Chiodo)
CAPOCANNONIERE: Andrei Ispas – 11 reti (Casa Bolognini)

 

Lascia un commento