L’uragano Top Dancing pronto per la finale con Il Chiodo

Semifinali dai due volti quelle del girone di calcio a 5 di Zonapontina Christmas. Le gerarchie di questo mese e mezzo di partite infatti hanno portato all’atto finale la favorita numero uno Top Dancing Latina ed i sorprendenti ragazzi della Palestra Il Chiodo che dopo aver vinto un girone decisamente alla portata hanno dimostrato la 

Leggi tutto

Andrea Garofalo - Aspettando l'Estate 2015

Andrea Garofalo, tecnico di Top Dancing Latina e già protagonista nell’Aspettando l’Estate 2014 e 2015

Semifinali dai due volti quelle del girone di calcio a 5 di Zonapontina Christmas. Le gerarchie di questo mese e mezzo di partite infatti hanno portato all’atto finale la favorita numero uno Top Dancing Latina ed i sorprendenti ragazzi della Palestra Il Chiodo che dopo aver vinto un girone decisamente alla portata hanno dimostrato la loro compattezza in due epiche sfide con l’Fc Troncomattoncino (campione Zonapontina Summer 2015) e con il Real Nascosa, campioni della prima edizione di Zonapontina Christmas. Proprio nelle semifinali si è vista però tutta la sportività degli sconfitti il titolo più importante da sottolineare quando si parla di tornei amatoriali. Nel primo derby Top Dancing sommerge di reti Casa Bolognini (i presidenti Seccafien e Varano insieme nell’Arena Futsal Festival estivo) con un 13-2 che lascia pochi commenti. Era la classica finale annunciata, una sfida giocata a ritmi intensi con un giro palla della squadra di Garofalo di grande livello. Casa Bolognini ha cercato di chiudere più spazi possibili ma ad ogni buco Top Dancing ha saputo far male con qualità ed intensità. Una volta preso il via Cesari e compagni non si sono più fermati costringendo mister Beniamino Varano all’amaro commento post partita: “Purtroppo il risultato rispecchia quanto visto in campo, peccato per le nostre assenze anche perchè fino alla semifinale avevamo condotto un torneo egregio. Dobbiamo accettare la sconfitta e provare a ripartire il più presto possibile”. Anche in casa Real Nascosa, dopo il ko subito contro la Palestra Il Chiodo, la sconfitta è stata presa con il petto rigonfio d’orgoglio e la certezza che dalla sconfitta del Marconi potranno nascere tanti successi (con la Minicup in arrivo ed una Zonapontina League ancora da protagonista). “Sono fiero di giocare ancora dopo non so quanti infortuni – ha detto il capitano Tognetto a fine gara – fiero della grande voglia di giocare di tutti i nostri condottieri, fiero dei sacrifici fatti per essere presenti in questa partita e quelli fatti sul rettangolo di gioco. Questi ragazzi sono speciali, sputano sangue per la maglia che indossano. Sappiamo da dover ripartire, abbiamo perso una battaglia ma abbiamo gli occhi di chi vincerà la guerra”.

Lascia un commento