La coppa la alza il Ludwig: campione della Zonapontina League

Dopo un lungo inseguimento arriva la prima volta anche per i ragazzi del Ludwig Pub. La squadra del presidente Natalino Stevanella infatti alza al cielo il trofeo della Zonapontina League scrivendo per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro dei tornei del nostro circuito. Un inseguimento che dura dal 2009, data della prima apparizione 

Leggi tutto

Dopo un lungo inseguimento arriva la prima volta anche per i ragazzi del Ludwig Pub. La squadra del presidente Natalino Stevanella infatti alza al cielo il trofeo della Zonapontina League scrivendo per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro dei tornei del nostro circuito. Un inseguimento che dura dal 2009, data della prima apparizione della squadra di Mario Napolitano ad un torneo Zonapontina. Una vittoria attesa ma comunque sofferta contro una new entry nelle finali Zonapontina: Palestra Olympia. I ragazzi di Giovanni Tarantino infatti hanno lottato fino all’ultimo istante, senza mai mollare arrendendosi ai nuovi campioni della League estiva. La partita non è cominciata con il piede giusto dato che nei primi dieci minuti c’è stato un netto dominio reds con almeno tre occasioni nitide a tu per tu con Napolitano. Il Ludwig però riesce ad uscire dalla propria metà campo cercando le ripartenze di Medde e le giocate di Racciatti. L’avvio è abbastanza equilibrato: in quattro minuti due grandi occasioni per parte ed i portieri protagonisti. E’ questo però il momento in cui Olympia ha la possibilità di dare il primo strappo ma dopo tre ghiotte opportunità arriva anche il palo di Stefano Pigini. Il Ludwig cerca di reagire ma dopo una buona occasione di Ciocca arriva un altro clamoroso palo, stavolta di Squarcia Neri, a pochi passi da Napolitano.

RACCIATTI-GOL, IL LUDWIG AVANZA – Superata la paura iniziale la squadra di patron Stevanella riesce a trovare il giusto binario ed al quarto d’ora trova il gol del vantaggio con un bel tiro piazzato di Racciatti. Nemmeno il tempo di riordinare le idee che Palestra Olympia reagisce subito grazie ad una bella intuizione di Vernillo che sulla sinistra trova il diagonale vincente. La distanze si sono ristabilite e sembra aver ripreso la partita da zero dato che entrambe le squadre collezionano le stesse palle gol. Giusto nel finale un pizzico di amarezza per il Ludwig che va a colpire il palo su una bella puntata di Marini. Nella ripresa qualcosa sembra cambiare, le occasioni per il Ludwig aumentano e Apostolico è costretto agli straordinari. Al 7′ ennesima ripartenza e Medde trova un sinistro vincente che va ad infilarsi sotto la traversa portando nuovamente in vantaggio i suoi. Il 2-1 gasa la squadra di Napolitano che colpisce un palo con Racciatti e, approfittando del rosso sventolato a Vernillo, va sul doppio vantaggio grazie ad un colpo da biliardo di Martucci. Sul 3-1 bisogna solo abbassare la testa e tentarle tutte ed è così che Palestra Olympia affronta il rush finale. La zampata vincente non arriva anche se il forcing c’è tutto. Il triplice fischio alla fine sancisce il primo successo del Ludwig ma apre anche un possibile ciclo targato Palestra Olympia.

LUDWIG PUB – PALESTRA OLYMPIA 3-1
LUDWIG PUB: Napolitano, Crescenzo, Martucci, Marini, Medde, Racciatti, Fusco, Ciocca
PALESTRA OLYMPIA: Apostolico, S.Pigini, M.Pigini, Vernillo, Squarcia Neri, Tarantino
ARBITRO: Adriano Capuzzo della sezione Opes di Latina
MARCATORI: 14′ Racciatti, 16′ Vernillo, 7’st Medde, 15’st Martucci
NOTE – espulso: 14′ st Vernillo

PREMIATI
PRIMO CLASSIFICATO
Ludwig Pub
SECONDO CLASSIFICATO
Palestra Olympia
CAPOCANNONIERE
Ciro Tessitore (Panda Boys)
TOP FIVE
Mario Napolitano (Ludwig Pub)
Marco Pigini (Palestra Olympia)
Corrado Soldà (Brand Parrucchieri)
Valentino Sala (Amici di Zio)
Pierpaolo Racciatti (Ludwig Pub

Lascia un commento