Il Terracina macina record su record. Si fermano Circe e Podgora

A testa alta ma senza punti. La Nuova Circe esce dal big match in casa della Lupa Monterondo con una sconfitta di misura, per di più arrivata dal dischetto. Un amaro epilogo dopo novanta minuti in cui i sanfeliciani sono scesi in campo ordinati e e senza timore reverenziale nei confronti di una delle big 

Leggi tutto


A testa alta ma senza punti. La Nuova Circe
esce dal big match in casa della Lupa Monterondo con una sconfitta di misura, per di più arrivata dal dischetto. Un amaro epilogo dopo novanta minuti in cui i sanfeliciani sono scesi in campo ordinati e e senza timore reverenziale nei confronti di una delle big del girone. Alla fine pesa sull’economia del risultato il rigore procurato e trasformato al 21’ della ripresa da Ippoliti. A nulla è servito l’arrembaggio finale dei pontini alla porta di Mennini, con i romani a totale difesa della propria area.

LA capolista Terracina supera anche l’esame Ceccano con un netto 4-1 e mantiene i inalterato il vantaggio sul Monterotondo Lupa. Gara spigolosa e piena di insidie con i tigrotti bravi a non perdere la testa quando i ciociari hanno bussato per primi con il gol di Pestrin. La reazione dei ragazzi di Cucciari è stato da primi della classe.
LA CRONACA – Al primo assalto il Ceccano passa in vantaggio. Al 5’ un calcio punizione di Pestrin beffa un Porcaro non esente da colpe. I biancocelesti non subiscono il colpo e iniziano a macinare gioco. Ci prova al 10’ Neri ad impensierire il portiere ciociaro con un diagonale che termina a lato di poco. Al quarto d’ora Neri ci riprova e trova il gol del pari grazie anche alla complicità di un non impeccabile Faustini. La rete accende il motore dei tirrenici e alla mezz’ora La Cava a tu per tu con Fiorini firma il sorpasso con un preciso pallonetto. L’uno-due tramortisce il Ceccano che con il passare dei minuti cade in balia della capolista. Prima el riposo incrocio pieno di Morelli su assist di Serapiglia. Nella ripresa i biancocelesti legittimano il risultato. Al 16’ incursione di Altobelli che costringe all’uscita Fiorini, sulla respinta interviene Neri che calcia a botta sicura ma salva Amoroso sulla linea. La spinta costante dei biancocelesti porta la terza rete di giornata firmata Borelli a coronamento di una galoppata cost to cost. Al 29’ si rivedono i ciociari con Vano, ma Porcaro respinge sicuro. Nel finale ancora Borelli sugli sviluppi di un calcio d’angolo fissa il punteggio sul 4-1.

QUATTORDICI reti in due partite, sei delle quali siglati dal bomber Matteo. Il Gaeta conquista così sei punti e vola verso posizioni di classifica più nobili. Dopo le dieci reti realizzate all’Anitrella, ieri la squadra di mister Melchionna ha violato Valmontone con un poker di reti, tre delle quali siglate da Matteo, che è così riuscito a realizzare due triplette in una settimana. Un risultato che è maturato già nel corso del primo tempo e che ha visto tra i protagonisti negativi il portiere avversario, che ha commesso qualche svarione di troppo. Alla gioia per il successo, però, fa riscontro l’amarezza per l’infortunio ad Armenio, che si è fratturato un braccio ed è stato accompagnato in ospedale a Palestrina. Il risultato si sbloccava al 18′ con Matteo bravo a sfruttare un errore del portiere locale Fortunati: passavano solo otto minuti e Matteo raddoppiava, dopo aver superato anche il portiere. La partita si metteva in discesa per il Gaeta, che sfiorava il terzo gol con Sandu alla mezzora; sei minuti dopo era Rea che triplicava e prima del riposo era ancora Matteo che portava a quattro le reti, al termine di un’efficace azione personale. La partita non aveva più storia, anche con il Gaeta in dieci per l’espulsione di Rea; anzi i pontini di Melchionna hanno avuto anche la possibilità di arrotondare ulteriormente il risultato con Leccese, Matteo e Visciglia. Ma il 4-0 già è un risultato che dimostra come la formazione pontina abbia dominato in lungo e in largo il match. Ora il pensiero è rivolto alla gara di recupero col Morolo, che si giocherà proprio in questa settimana, grazie alla sosta del campionato di Eccellenza.

UN pareggio con finale caratterizzato dalle polemiche per l’arbitraggio del signor Castorina, che ha suscitato le proteste dei padroni di casa. Il Direttore Tecnico biancazzurro, Antonio Fragasso, a fine gara, ha annunciato che il sodalizio invierà una nota di protesta agli organi federali, per le decisioni adottate da un arbitro ed un suo collaboratore, che avrebbero penalizzato il club del presidente Zangrillo. Motivo della protesta il rigore concesso ai castellani per un presunto fallo in area subito da Campagna ad opera di Alterio e soprattutto la rete annullata al 40′ della ripresa a Mariniello, che avrebbe regalato il successo agli uomini di Carlini. Mariniello aveva depositato in rete un cross di Scipione che, secondo il segnalinee Barone, avrebbe però colpito la palla quando aveva superato la linea di fondo. La partita si era messa subito bene per i locali, che al 16′ passavano col solito Mariniello, lesto a deviare in rete un assist di Pellino. Il Formia sembrava controllare la gara, ma gli ospiti nella ripresa hanno cambiato marcia, favoriti anche dal calo dei padroni di casa. Al 2′ il direttore di gara annullava per off-side una rete di Tagliabue, su segnalazione dell’assistente, ma al 23′ giungeva l’episodio chiave, con l’assegnazione del tanto contestato rigore al Lanuvio Velletri, trasformato da Scacchetti. Il Formia si risistemava in campo con l’ingresso di Scipione e proprio da un assist di quest’ultimo giungeva il gol di Mariniello poi annullato. Ma il risultato non cambiava più e per il Formia sfumava l’occasione di portare a casa tre punti che sarebbero stati importantissimi.

SI ferma a quattro la striscia di risultati utili del Podgora. La formazione del tecnico Giancarlo Paloni cede per 3-1 sul campo amico del Buongiorno contro il Colleferro fresco vincitore della Coppa Italia regionale. Pontini che recriminano per alcune scelte arbitrali arrivate nella ripresa.
LA CRONACA – La gara si apre con il vantaggio del Colleferro al quarto d’ora grazie al colpo di testa di Tornatore sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nemmeno il tempo di festeggiare e il Podgora fa 1-1: Martellacci anche lui di testa beffa Pistoia. Si va al riposo con il risultato in equilibrio. Nella ripresa, invece succede di tutto. Al 15’ Sossai nel tentativo di difendere il pallone colpisce involontariamente al volto un giocatore avversario. Il direttore di gara estrae il cartellino rosso diretto, lasciando il pontini in dieci. Sugli sviluppi della punizione il Colleferro passa in vantaggio con Pedrocchi bravo a ribadire in rete una corta respinta di Ristic. Qualche minuto più tardi, il fischietto romano non punisce come nel caso di Sossai, il giocatore De Lucia, protagonista di una vistosa gomitata allo zigomo di Pannozzo tra le proteste dei locali. Oltre al danno, la beffa. Lo stesso attaccante rossonero chiude la partita in pieno recupero saltando Ristic dopo un contropiede ben congeniato.

COME ampiamente pronosticato alla vigilia la Pro Cisterna passeggia sulle macerie di un’Anitrella sempre più ultima. I biancocelesti rifilano ben sette reti ai neroverdi. Mattatori di giornata Cini e Federici, autori rispettivamente di una doppietta e tripletta. Continua quindi senza intoppi la caccia al secondo posto.
LA CRONACA – Come da previsione è la Pro Cisterna a fare la partita, gli uomini di Patalano sin dalle prime battute non incappano in pericoli di sorta tenendo sempre il pallino di gioco, costruendo più di un’azione da gol prima di arrivare al vantaggio siglato al quarto d’ora da Troisi, bissato due minuti dopo da Cini a conclusione di un’azione corale. Piove sul bagnato per i ciociari: Paglia tocca di mano in area e Federici realizza spiazzando Bianchi la massima punizione concessa dal signor campobasso. Alla mezz’ora Cini firma la sua seconda rete di giornata. Il tecnico Patalano con il risultato oramai acquisito applica il turnover. Escono dal campo, infatti, Incitti per Petitti, e Troisi per Roberti. Si va al riposo sul quattro a zero per i pontini.
Nella ripresa il Cisterna comanda la gara al piccolo trotto, con i padroni di casa che non si rendono mai pericolosi, anzi faticano ad arginare il gioco degli ospiti. Da segnalare quindi le altre reti dell’incontro firmate da Federici (due volte all’ 11’ e 25’) e Roberti.

VALMONTONE-GAETA 0-4
Valmontone: Fortunati; Macci; Bailonni (32’st Fontana), Tucci (6’st Pepe), De Angelis, Pecchi, Battista, Fabbrizzi (6’st Cravea), Capozzi, Angelucci, Caramanica. A disp.: Duca, Pecchi A., Marcotulli, Bonafede. All.: D’Auria
Gaeta: Cuomo, Sandu (35’st De Meo), Colozzi, Romeo, Rea, Di Emma, Zingrillo, Leccese, Matteo (41’st Emma), Visciglia, Armenio (35’pt Fortunato) A disp.: Maffeo, Ottobre, Cardi, Monaco. All.: Melchionna
Arbitro: Caltabiano di Roma 2. Assistenti Franchitto di Cassino e Conti di Frosinone
Marcatori: 18′ pt, 26′ pt, 43′ pt Matteo; 36′ pt Rea
Note – Ammoniti Colozzi (G), Caramanica, Fortunati e Macci (V). Espulso per doppia ammonizione 8′ st Rea (G). Angoli 4-2 per il Gaeta.

FORMIA-LARIANO VELLETRI 1-1
Formia: Leone (4’st Falco), Diana (7’st Alterio), Cianfrocca, Violante, Scuoch, Risi, Di Paola, Volpe, Mariniello, Parasmo (29’st Scipione), Pellino. A disp.: De Santis, Cacace, De Meo, Petronzio. All.: Carlini.
LarianoV.: Ludovici, Tiburzi, Moroni, Prati, Romaggioli, Bianchi, Fiore, Bornigia (32’ pt Tagliabue), Campagna (37’ st Nanni), Scacchetti, Ciorciolini. A disp.: Mattogno, Zarlenga, Candidi, Lelli, Soldano. All.: Di Rosa.
Arbitro: Castorina di Acireale (Scopa-Barone)
Marcatori: 16’ pt Mariniello, 23’ Scacchetti (rig.)
Note – pioggia per tutta la gara; ammoniti Alterio, Scuoch, Mariniello (F), Ciorciolini, Tagliabue (L); recupero 3’ pt, 4’ st

MONTERONTONDO LUPA – NUOVA CIRCE 1-0
Monterotondo L.: Mennini, Forti, Cimini, Diaw, Piccheri, Beccarini (18’st Muzzacchi), Abis, Ciasca, Antonelli (22’st Ponzi), Ippoliti (43’st Sola), Attili. A disp.: Del Gaudio, Amici, Pucino, Patacchiola. All.: Paris
Nuova Circe: Corsi, Fedeli, Bernardo, Omizzolo (25’st Di Matteo), Fiore, Toti, Velocci, Falso (1’st Sannino), Totaro, Cinelli (15’st De Santis), Berti.A disp.: Roma, Fagioli, Fedeli, Ennajid. All.: Marzella
Arbitro: Impenna di Rieti, assistenti Pasquali di Roma 2 e De Angelis di Roma 2
Marcatori: 21’st rig. Ippoliti
Note – Ammoniti Ippoliti, Falso, Bernardo, Fedeli, Muzzacchi

TERRACINA – CECANO 3-1
Terracina: Porcaro, Altobelli, Serapiglia, Vitale (36’ st Bernisi), Di Franco, Botta, Neri (19’st Borelli), Mucciarelli, Morelli, La Cava (38’ Di Florio), Notarfonso. A disp.: Salemme, Bernisi, La Vecchia, D’Andrea, Minieri, Di Florio, Borelli. All.: Cucciari
Ceccano: Fiorini, Pavia, Faustini, Braccani, Amoroso, Tiberio, Virgili, Pestrin (44’st Attardo), Vano, Colafranceschi, Flamini (32’ st Spila). A disp.: Spellati, De Persis, Attardo, Colò, Pignoli, Spila, Pistolesi. All.: Adinolfi
Arbitro: Tucci di Ostia Lido, assistenti Caretti e Disinoni di Aprilia
Marcatori: 5’ Pestrin, 15’ Neri, 30’ La Cava, 27’ st, 50’ st Borelli
Note – Ammoniti Tiberia, Spila.

BORGO PODGORA- COLLEFERRO 1-3
Borgo Podgora: Ristic, Antonelli, Schiavon, Cannariato (39’st Porcelli), Pannozzo, Sossai, Martena (24’st Colella), Martellacci, Crocetti (20’st Scarabello), Fratangeli, Cassandra. A disp.: Angrisani, Di Giulio, Grasso, Mancini. All.: Paloni
Colleferro: Pistoia, Moriconi, Cerbara, De Porzi, Cioffi, Cataldi (30’st Palone), Amici, Antonini, De Lucia, Tornatore (35’pt Teodorof), Pedrocchi (15’st Zaccaro). A disp.: Bucciarelli, Fiacco, Rubino, Salvagni. All.: Baiocco
Arbitro: Greco di Roma 1.
Marcatori: 15’pt Tornatore, 16’pt Martellacci, 15’st Pedrocchi, 48’st De Lucia.
Note – Espulsi Sossai per somma d’ammonizione al 16’ st e Mancini (dalla panchina) al 33’ st per comportamento non regolamentare.

ANITRELLA – PRO CISTERNA 0-7
Anitrella: Bianchi A., Vona (1’st Latini), Bottoni, Paglia, Scala, Bianchi E., Raponi (20’st Raponi P.), Lucchetti (35’st Tarquinio), Marzella, Caldaroni M.,Caldaroni I., Birilli. A disp.: Paglia M., Raponi, Latini, Delle Fratte, Partigianoni, Tarquinio. All.: Birilli
Pro Cisterna: Sambucini, Callori, Pinna, Di Girolamo, Galasso, Razzini, De Gennaro, Incitti (30’pt Petitti), Federici, Cini (15’st Donadio), Troisi (1’st Roberti). A disp.: Fallini, Gesmundo, Ciacio’, Donadio, Petitti, Roberti, Mariti. All.: Patalano
Arbitro: Campobasso di Formia, assistenti Fontemurato (Rm2) e Musumeci (Ciampino)
Marcatori: 15’pt Troisi, 17’pt, 31’pt Cini, 21’pt, 11’st, 25’st Federici, , Federici, 30’st Roberti
Note – Ammoniti: Caldaroli M., Raponi P., Martella, Paglia

Lascia un commento