Burrai analizza la gara di Sorrento

DUE giorni di meritato riposo, poi ancora tutti sul campo del «Francioni» per sudare e lavorare in vista della trasferta di Sorrento. Il Latina, dopo l’ennesima domenica di stop del campionato «spezzatino» di Prima Divisione, si è ritrovato ieri pomeriggio nell’impianto amico di «Piazzale Prampolini» per la picchiata che condurrà al testacoda di domenica prossima, 

Leggi tutto

DUE giorni di meritato riposo, poi ancora tutti sul campo del «Francioni» per sudare e lavorare in vista della trasferta di Sorrento. Il Latina, dopo l’ennesima domenica di stop del campionato «spezzatino» di Prima Divisione, si è ritrovato ieri pomeriggio nell’impianto amico di «Piazzale Prampolini» per la picchiata che condurrà al testacoda di domenica prossima, quando i nerazzurri primi della classe saranno chiamati a confermarsi lassù, più in alto di tutti: «Una partita assolutamente da non sottovalutare». Questo l’avvertimento di Salvatore Burrai, centrocampista dei nerazzurri dal gennaio scorso, ovvero quando la situazione di classifica del Latina era diametralmente opposta: «Me lo ricordo bene. Ora siamo attesi su tutti i campi come la squadra da battere, quindi tutti danno il massimo per riuscire nel colpaccio. Dall’esperienza dell’anno scorso, però, dobbiamo fare tesoro e presentarci su tutti i campi con l’umiltà dell’ultima della classifica, ma con il piglio e la personalità della primatista, perché secondo me sarà una partita molto difficile su un campo davvero difficile».
E alla domanda se a Sorrento ci sarà Burrai in cerca del riscatto personale dopo l’esclusione dall’undici titolare contro la Nocerina, il centrocampista cagliaritano non ha dubbi: «No davvero. Il mister fa le sue scelte che vanno rispettate. Nel caso dovessi partire titolare non ci nutrirò certo motivazioni particolari di rivincita, ma scenderò in campo con la solita voglia di essere utile alla squadra. Certo, essere primi in classifica e soprattutto inseriti in un gruppo importante e così competitivo alimenta esponenzialmente la voglia di scendere in campo di ognuno di noi».
Gli ultimi giorni di mercato di riparazione, tra le tante trattative portano con sè anche molte, moltissime voci di mercato talvolta infondate. E’ il caso di quella che ha visto interessanto proprio Burrai, dato vicino alla Juve Stabia in serie B. Voci prontamente fugate dalle parole dello stesso regista nerazzurro: «Personalmente ho sentito queste voci di mercato, ma si è trattato soltanto di invenzioni. La mia permanenza con il Latina non è stata mai messa in dubbio ed è mia intenzione tener fede al contratto biennale che ho sottoscritto con questa società».
Insomma, fugato ogni dubbio riguardo la permanenza di Burrai al Latina, il mercato del club pontino in uscita non sembra comunque esente da alcuni movimenti. La triade di emissari nerazzurri formata da Colletti, Facci e Coppola tenterà oggi di chiudere alcune trattative impostate nella giornata di ieri che vedono interessati da vicino Tortolano, Casale, Giacomini e Tulli. Tutti e quattro erano comunque presenti nella seduta di allenamento di ieri, insieme a gran parte della rosa a disposizione di mister Fabio Pecchia.
Hanno continuato a lavorare a parte soltanto Tomas Danilevicius e Giacomo Bindi, quest’ultimo che sembra ormai vicino al pieno recupero e già oggi potrebbe essere reintegrato al gruppo dei portieri che si allenano agli ordini del preparatore Valerio Visconti. Stesso discorso per l’attaccante lituano che si è allenato a parte insieme ad Andrea Grossi, addetto al recupero degli infortunati, mostrando sostanziali progressi che stanno portando al pieno recupero dopo l’infortunio alla caviglia. La squadra si allenerà oggi in doppia seduta (mattina e pomeriggio), domani pomeriggio prima delle rifiniture a porte chiuse di venerdì e sabato mattina, sempre al Francioni.
Ieri sono state definite anche le designazioni arbitrali per la diciannovesima di campionato. A dirigere Sorrento – Latina sarà Davide Ghersini di Genova, coadiuvato da Francesco Di Salvo di Barletta e Nicola Favia di Bari.

Lascia un commento