Terracina è una macchina. C’è anche il Cisterna per i primi posti

LO scontro tutto pontino sorride al Terracina. La capolista del girone «B» del campionato di Eccellenza piega a domicilio un’orgogliosa Nuova Circe. Il 2-1 con cui i ragazzi di Cucciari sbancano il Ballarin di San Felice Circeo vale il quindicesimo successo in ventuno gare, tenendo così a distanza la Lupa Monterondo e guadagnando tre punti 

Leggi tutto

LO scontro tutto pontino sorride al Terracina. La capolista del girone «B» del campionato di Eccellenza piega a domicilio un’orgogliosa Nuova Circe. Il 2-1 con cui i ragazzi di Cucciari sbancano il Ballarin di San Felice Circeo vale il quindicesimo successo in ventuno gare, tenendo così a distanza la Lupa Monterondo e guadagnando tre punti importanti su un’altra antagonista, il Morolo caduto ieri a Cisterna. Per la Nuova Circe, l’ottava sconfitta non cambia di una virgola la stagione positiva della banda di Marzella, ma lascia l’amaro in bocca per come è maturata questa sconfitta. I locali infatti, lasciano la prima frazione ai tigrotti che squillano prima del riposo grazie al solito Neri. Al 41’ il jolly ex Frascati beffa Corsi e porta avanti gli ospiti. Nella ripresa il copione non cambia: Bernardo e compagni mettono paura più volte a Porcaro ma la poco lucidità sotto porta costa caro ai rossoblu. Prima della mezz’ora bomber Morelli sigla il raddoppio che mette in ghiaccio la gara. Il tecnico di casa, Marzella, prova il tutto per tutto e aumenta il peso nel reparto offensivo con l’inserimento di Riccardo Totaro. Proprio lui al 34’ brucia l’estremo difensore del Terracina Porcaro e riapre virtualmente la gara. Nel finale le due squadre appaiono visibilmente stanche, per lo sforzo profuso in campo, il Terracina cerca di gestire il minimo vantaggio con la Nuova Circe che ci prova in tutte le maniere, ma sia le palle inattive che le trame palle a terra non riescono a violare per la seconda volta la porta del Terracina.

Dal «San Marco» esce indenne il Borgo Podgora. I borghigiani tornano dalla trasferta ciociara con un pirotecnico 3-3. A rompere gli equilibri per primi sono i pontini che trasformano un penalty al 20’ con Cannariato che infila Micheli per il momentaneo zero a uno. La reazione monticiana è veemente ed al 28’ uno scambio in velocità tra Reali e Mastrantoni produce una conclusione a botta sicura che si stampa sul palo interno, a portiere battuto, prima di tornare innocua sul rettangolo di gioco. Al 33’, il Monte trova il gol del pareggio con Maliziola. Nemmeno il tempo di gioire per la rete del pareggio che i pontini tornano di nuovo in vantaggio. Al 36’, per un tocco di mano di Reali in piena area di rigore il direttore di gara concede il secondo penalty ai borghigiani trasformato con freddezza da Pannozzo. Il botta e risposta vede poco dopo De Ciantis siglare il 2-2. Nella ripresa, la gara si mantiene viva con le due squadre che continuano a spingersi in avanti alla ricerca del gol vittoria. Al 21’, per la terza volta, gli ospiti tornano in vantaggio grazie ad un’uscita fuori misura del portiere ciociaro e al tocco ravvicinato di Schiavon. Ma come già successo nella prima frazione il Monte San Giovanni Campano trova il pari questa volta al novantesimo, una beffa per i pontini: calcio piazzato di De Ciantis per il colpo di testa vincente di Mastrantoni.

Torna al successo il Gaeta e lo fa in maniera chiara contro la ormai retrocessa Anitrella. Il punteggio finale è la dimostrazione della differenza che c’è stata in campo tra il Gaeta ed un’avversaria che sta portando avanti il campionato solo per onore di firma. Al termine dei primi 45 minuti i biancorossi di Melchionna erano già in vantaggio per 8-0 e così il tecnico del Gaeta ne ha approfittato per inserire altri giovani del vivaio locale. Tra questi Monaco, che ha realizzato il primo gol in Eccellenza. La parte del leone l’ha recitata Matteo, autore di una tripletta, seguito da Armenio, che è andato a segno per due volte. Non poteva esserci miglior esordio allo stadio Riciniello, dove la squadra è tornata a giocare, dopo essere stata costretta ad emigrare su altri campi. Tre punti importanti che consentono al Gaeta di riportarsi in una posizione di classifica più tranquilla. A fine gara il tecnico Melchionna ha espresso la sua soddisfazione per la prova fornita dai suoi giovani elementi. “Il nostro progetto -ha detto- era quello di far crescere i promettenti giovani che abbiamo a disposizione e nella partita con l’Anitrella mi ha consentito di dare spazio a questi elementi.” A fine gara ha parlato Martina Raponi, figlia del presidente della società neroverde, la quale ha rimarcato il fatto che l’Anitrella “ha deciso di continuare il campionato con la squadra juniores. Dobbiamo -ha continuato- ringraziarli per il loro impegno, vista che già disputano le partite del loro campionato. Noi vogliamo salvare il titolo e ricominciare l’anno prossimo dalla categoria inferiore.

TRE punti pesanti che lanciano la Pro Cisterna di nuovo nelle posizioni che contano. I biancocelesti fanno loro l’intera posta nello scontro diretto del Bartolani contro il Morolo. Partita giocata a viso aperto e su ritmi elevati a dimostrazione dell’importanza del risultato di questo incrocio d’alta classifica. A pesare sull’economica della gara le scelte azzeccate sui giovani di lega del tecnico Manolo Patalano. Gesmundo e Lo Raso infatti, risulteranno determinanti per il 2-0 finale.
LA CRONACA – Partita subito su ritmi alti. I primi a rendersi pericolosi sono gli ospiti al 3’ con Morici; la punta ciociara da buona posizione calcia a colpo sicuro spedendo di poco fuori la sfera, risponde la Pro Cisterna al 6’ con Cini ma il suo bolide dalla distanza si stampa sulla traversa con Salvitti battuto. Al 20’ ancora pontini pericolosi con il tiro da fuori di Troisi che chiama Salvitti all’intervento. Sul capovolgimento di fronte Orsinetti sciupa calciando fuori un ottimo invito di Perotti. Alla mezz’ora break di Troisi in slalom fino nel cuore dell’ area ospite il numero undici spara un diagonale che esce fuori di nulla. La Pro guadagna metri e passa in vantaggio prima del riposo, merito del neo entrato Mariti che subito in gara lascia sul posto con un dribbling Kanku e crossa sul primo palo per l’accorrente Gesmundo che con un pregevole colpo di tacco beffa Salvitti. La ripresa è ancora più tirata della prima frazione, con gli ospiti subito a testa bassa alla ricerca del pari. Al 7’ l’ex di turno, Frasca, sfrutta un’indecisione in area di Razzini e tira a colpo sicuro ma Sambucini risponde presente, poco dopo Perrotti con una spettacolare rovesciata chiama Sambucini alla deviazione in corner. La Pro Cisterna tiene alle sfuriate dei ciociari che, con il passare dei minuti, cominciano a pagare dazio per lo sforzo fatto. La gara scorre tra calci piazzati e ripartenze fino al 35’ quando Patalano inserisce il giovane Lo Raso al posto di una stanchissimo Gesmundo. E’ il secondo jolly di giornata che il tecnico ex Frascati cala sul manto sintetico del Bartolani perché nemmeno sessanta secondi dopo, l’attaccante della Juniores lo ripaga con la rete del 2-0 che chiude in pratica la gara: Troisi spara l’ennesima staffilata su Salvitti, sulla palla vagante arriva il neo entrato che non fallisce il tap-in.

IL Formia spreca una ghiotta occasione per portare a casa una vittoria pesante dal campo del Colleferro. Nonostante la partenza negativa, caratterizzata dal gol siglato da De Porzi dopo 120 secondi, i biancazzurri di mister Carlini hanno reagito alla grande siglando tre reti in 25 minuti, due delle quali dal giovane Petronzio. Nella ripresa i locali si gettavano all’attacco e conquistavano un prezioso pareggio. Dopo solo due minuti era De Porzi che di testa siglava indisturbato il vantaggio dei rossoneri, ma il Formia di ieri ha avuto la capacità di cambiare marcia. Al 22’ il solito Mariniello subiva fallo in area da Cioffi. Per l’arbitro era rigore che lo stesso attaccante trasformava. Dopo sei minuti era Petronzio che approfittava di un assist di Scuoch per raddoppiare. Il Colleferro accusava il colpo e in pieno recupero incassava la terza rete con Petronzio, abile a ribattere in rete un pallone ribattuto su conclusione di Pellino. Le squadre andavano al riposo sul 3-1 e tutto lasciava presagire il colpaccio dei pontini, che al 7’ della ripresa sfioravano ancora con lo scatenato Petronzio il quarto gol. Il Colleferro riordinava le file ed al 16’ accorciava il distacco con Pedrocchi che pennellava una punizione all’incrocio dei pali. La partita cambiava e i locali aumentavano il ritmo, riuscendo a pareggiare alla mezzora con una grande conclusione di de Lucia, che batteva Leone. Sul 3-3 era Mariniello che si faceva luce in area, ma veniva a contato con un difensore avversario, ma l’arbitro lasciava proseguire e la partita siu concludeva sul pari. Per il Formia si tratta comunque di un buon risultato colto su un campo difficile, ma resta l’amarezza per la vittoria sfumata.

NUOVA CIRCE – TERRACINA 1-2
Nuova Circe: Corsi, Toti, Berti, Omizzolo, Fiore, Seppani, Velocci (28’st Totaro R.), Bernardo, Cinelli, Di Matteo (1’st Sannino), Totaro A. A disp.: Roma, Falso, De Santis, Fedeli, Fagioli. All.: Marzella
Terracina: Procaro, Altobelli (16’st Schiavon), Serapiglia, Mucciarelli, Di Franco, Botta, Neri, Festa, Morelli (31’st Minieri), La Cava (41’st D’Andrea), Notarfonso. A disp.: Salemme, Bernisi, Di Florio, Borelli. All.: Cucciari
Arbitro: Romolo di Palermo, assistenti Abbatecola (Cassino) e Monaco (Roma2)
Marcatori: 41’pt Neri, 28’st Morelli, 34’st Totaro R.
Note – Ammoniti: Seppani, Altobelli, Serapiglia, Botta, Festa, Bernisi

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – BORGO PODGORA 3-3
M.S.G.Campano: Micheli, De Ciantis, Mancini, Cucchi, Tofani, Rosato, Drogheo (32’st Sacchi), Maliziola, Reali, Mastrantoni, Cretaro (8’st Cirelli). A disp.: Perna, Savone, Massaroni, Paglia, Matrisciano. All.: Daniele Cinelli.
Borgo Podgora: Ristic (39’st Angrisani), Antonelli, Di Giulio, Cannariato, Panozzo, Sossai, Martena (40’st Armeni), Fratangeli, Crocetti, Porcelli (57’ Schiavon), Cassandra. A disp.: Mancini, Pacchiarotto, Chimigna, Grasso. All.: Paloni.
Arbitro: Luca Ragone di Ciampino, assistenti: Daniele Biron di Roma 2 e Chiara Currà di Ostia Lido.
Marcatori: 20’pt rig. Cannariato, 33’’pt Maliziola, 36’pt rig. Pannozzo, 45’pt De Ciantis, 21’st Schiavon, 45’st Mastrantoni.
Note – Espulso: al 40’st Reali (M) per doppia ammonizione. Ammoniti: Cucchi (M), Di Giulio (B) e Fratangeli (B).

GAETA – ANITRELLA 10-0
Gaeta: Maffeo, Mantoan, Zingrillo (15’st Cardi), Bosco, Rea, Di Emma, Romeo, Leccese, Matteo (9’st Camboni), Visciglia (1’st Monaco), Armenio. A disp.: Cuomo, De Meo, Colozzi, Sandu. All.: Melchionna
Anitrella: Bianchi, Vona, Bottoni, Bianchi, Scala, Codati (1’st Lucchetti), Taglienti, Paglia J., Vatini (1’st Marsella), Caldaroni M. (1’st Raponi) Caldaroni D. A disp.: Paglia M., Delle Fratte. All.: Caldaroni
Arbitro: Lertua di Tivoli
Marcatori: 4’pt Romeo (G), 12’pt Leccese (G), 14’pt Visciglia (G), 16′,21′ e 25′ pt Matteo (G), 35’pt Zingrillo (G), 41’pt Armenio (G), 11’st Monaco (G), 27’st Armenio (G)

PRO CISTERNA – MOROLO 2-0
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Pinna, Di Girolamo, Galasso, Razzini, Martelli (37’pt Mariti), Incitti, Gesmundo (35’st Lo Raso), Cini (16’st Federici), Troisi. A disp.: Fallini, Callori, Ciaciò, Roberti. All.: Patalano
Morolo: Salvitti, Kanku, Orsinetti, Gaitan (20’st Caponera), Lisi, Frioni, Frasca, Morici, Perrotti M., Cacciaglia, Carlini A. A disp.: Sidqi, Melucci, Capuano, Carlini E.,Martino, De Angelis. All.: Perrotti
Arbitro: Moro di Schio, assistenti Saccone di Albano e Rizzotto di Roma2
Marcatori: 40’pt Gesmundo, 36’st Lo Raso
Note – Espulsi: Al 41’st Orsinetti per somma di ammonizioni. Ammoniti: Lisi, Incitti, Frasca

COLLEFERRO – FORMIA 3-3
Colleferro: Bucciarelli, Cerbara (20’ st Salvagni), Fiacco (27’ st Teodorof), De Porzi, Cioffi, Rubino, Amici, Cataldi, De Lucia, Tornatore, Pedrocchi. A disp.: Pistoia, Parfene, Moriconi, Tufi, Zaccaro. All.: Baiocco.
Formia: Leone, Scuoch (27’ st Scipione), Cianfrocca, Pellino, Risi, Alterio, Di Paola, De Santis (35’ st Parasmo), Mariniello, Violante, Petronzio (40’st Diana). A disp.: Falco, Venerelli, Cacace, De Meo. All.: Carlini.
Arbitro: Di Matteo di Roma 2 (Iacopino-Mastropietro)
Marcatori: 2’pt De Porzi, 22’pt rig. Mariniello, 28’pt, 47’pt Petronzio, 16’ st Pedrocchi, 30’st De Lucia
Note – Ammoniti Cioffi, De Lucia (C), Scuoch, Cianfrocca, Leone, Violante (F). Recupero 2’ pt, 5’ st

Lascia un commento