Sonnino, la salvezza si può

L’IMPORTANTE successo ottenuto contro il Pignataro ha consentito al Sonnino di compiere un ulteriore salto di qualità nel contesto della classifica generale del campionato di Promozione. Alla luce delle sconfitte dell’Hermada e del Pontinia, il team allenato dal valido Simone Reggio ha scavalcato proprio i rossoblu di Polselli e agganciato gli amaranto di Tersigni in 

Leggi tutto

L’IMPORTANTE successo ottenuto contro il Pignataro ha consentito al Sonnino di compiere un ulteriore salto di qualità nel contesto della classifica generale del campionato di Promozione. Alla luce delle sconfitte dell’Hermada e del Pontinia, il team allenato dal valido Simone Reggio ha scavalcato proprio i rossoblu di Polselli e agganciato gli amaranto di Tersigni in sestultima posizione.
Anche contro il Pignataro Dario Maglitto e compagni si sono espressi su ottimi livelli soprattutto sotto il profilo agonistico, componente importante in questo periodo del campionato. Al triplice fischio l’applauso dei tifosi è stato il segnale più bello. Il Sonnino ha ritrovato la sua gente grazie al lavoro certosino del suo presidente Iannotta, sempre presente anche negli allenamenti. Una figura importante per un paese che adesso ha tutte le carte in regola, grazie a una sana programmazione, per provare il salto di categoria dalla prossima stagione. «Adesso il nostro unico pensiero è quello di puntare alla salvezza diretta che sarebbe aver vinto un nuovo campionato – dice il tecnico Simone Reggio – Altri discorsi li rimandiamo a tempo debito. Questa volta sono ancora più soddisfatto rispetto alle precedenti prestazioni perché i miei ragazzi, contro un ottimo Pignataro che non è assolutamente allo sbando, hanno dimostrato una grande personalità e determinazione. Anche sotto il profilo fisico ho avuto risposte molto importanti. Di sicuro con questo successo abbiamo dato una svolta positiva alla nostra stagione. Abbiamo allungato il passo nei confronti di diverse squadre impegnate anche loro per la lotta alla salvezza».
Nel prossimo turno il Sonnino sarà impegnato nella tana della capolista Fontana Liri. «Una gara dove abbiamo tutto da guadagnare e nulla da perdere – continua il tecnico di Terracina – Adesso è un altro Sonnino, e credo che anche la capolista si dovrà preoccupare di noi. Andiamo a giocarci la partita senza alcun timore reverenziale. Gli ultimi arrivi hanno alzato notevolmente il tasso tecnico della squadra: giocatori come Dei (ex Sora, ndr), Maglitto, Pisacane, Mirra e Tornesi, si presentano da soli. Un grazie lo voglio rivolgere pubblicamente al nostro presidente Iannotta per gli sforzi che sta facendo. La sua presenza giornaliera al campo vale molto più di ogni rimborso spesa. La massiccia presenza della gente, poi, è la nostra prima vittoria. Domenica a Fontana Liri dobbiamo pensare solo a noi stessi. Questa partita sarà uguale alle altre, perché in palio ci saranno sempre e solo i tre punti. Sono certo che uscirà una bella partita, se poi gli avversari ci saranno superiori allora sarò il primo ad applaudirli».

Lascia un commento