Il Carso non vuole fermarsi qui

Il dodicesimo  risultato utile (sei vittorie e sei pareggi) ha rilanciato ulteriormente le ambizioni della Polisportiva Carso del patron Alberto Spelda. Anche domenica, nel «fortino» di Borgo Faiti, il team di mister Piva (ex di turno) ha sfoderato una prestazione perfetta uscendo con un pareggio (2-2) che alla fine ha accontentato entrambe le squadre. L’obiettivo 

Leggi tutto

Il dodicesimo  risultato utile (sei vittorie e sei pareggi) ha rilanciato ulteriormente le ambizioni della Polisportiva Carso del patron Alberto Spelda. Anche domenica, nel «fortino» di Borgo Faiti, il team di mister Piva (ex di turno) ha sfoderato una prestazione perfetta uscendo con un pareggio (2-2) che alla fine ha accontentato entrambe le squadre. L’obiettivo Coppa Lazio, comunque, si fa sempre più concreto per una squadra che non ha più nessuna intenzione di fermarsi, come ribadisce il dirigente responsabile della prima squadra Giovanni Pellizzon: «Adesso è un Borgo Carso veramente difficile da battere – afferma Pellizzon – La squadra gioca bene, diverte ed esprime un bel calcio. Non è facile per nessuno portare a casa punti da Borgo Faiti ma noi lo abbiamo fatto con merito. Ho visto una squadra ordinata in ogni reparto. Siamo consapevoli che stiamo facendo bene e i complimenti che arrivano dalle squadre avversarie non possono che farci piacere. Borgo Carso è una vera isola felice, così come l’avevo costruita in passato a Borgo Montello. Dopo le amarezze sto ritrovando di nuovo la passione per il calcio. Qui, poi, ci sono dirigenti importanti, a cominciare dal diesse Tiziano Antonetti per proseguire con Giovanni Leopardi e tanti altri che ringrazio per la passione che mettono per questi colori. Crediamo di aver preso la strada giusta, anche se al tempo stesso siamo consapevoli che ancora non abbiamo fatto nulla. Ho trovato un campionato di Seconda categoria di ottimo livello, dove ci sono ancora tanti giocatori che potrebbero disputare le categorie superiori. La nostra squadra sta bene e questo grazie al lavoro del tecnico Daniele Piva che non ha nulla a che vedere con queste categorie».
Dopo due trasferte consecutive la Polisportiva Carso tornerà davanti alla sua gente: avversario l’Atletico Bainsizza. «Una delle squadre più in forma del momento – aggiunge Pellizzon – Per noi è il vero esame di maturità. Grande rispetto per una squadra costruita per il salto di categoria, ma nessun timore reverenziale. Sarà derby vero e come tale sarà aperto a qualsiasi risultato. Noi non vogliamo fermarci ma sappiamo bene che servirà una prestazione maiuscola per mettere altri tre punti alla nostra classifica. Il tecnico Piva sta preparando la sfida nei minimi dettagli».
Il conto alla rovescia è già partito, e il derby alle porte servirà per saggiare le reali ambizioni della sorprendente Polisportiva Carso.

Lascia un commento