Terracina rullo compressore. Il Podgora vola verso la salvezza

VITTORIA e allungo. Il Terracina, complice anche i concomitanti risultati da un altro strappo al campionato che sa molto di allungo decisivo. Al Colavolpe i pontini consolidano il primato superando con un netto 5-1 il LarianoVelletri. Gara chiusa già nella prima frazione grazie alle tre reti firmate Marzullo-La Cava- Morelli. Tigrotti in vantaggio già al 

Leggi tutto

VITTORIA e allungo. Il Terracina, complice anche i concomitanti risultati da un altro strappo al campionato che sa molto di allungo decisivo. Al Colavolpe i pontini consolidano il primato superando con un netto 5-1 il LarianoVelletri. Gara chiusa già nella prima frazione grazie alle tre reti firmate Marzullo-La Cava- Morelli. Tigrotti in vantaggio già al 4’. E’ il solito calcio piazzato del “mago” Marzullo a sbloccare il risultato. Un’esecuzione magistrale dell’ex Geta e Formia che sorprende il portiere ospite Ludovici. Nonostante il campo pesante rende difficile lo sviluppo del gioco i ragazzi di Cucciari continuano comunque a fare la partita. Al 37’ un contropiede da manuale dei biancocelesti per poco non vale il raddoppio: Neri assiste Morelli che viene anticipato all’ultimo secondo. Poco dopo arriva il 2-0. Ancora Neri inventa per Morelli con l’ariete che prova a girare in porta di testa con Ludovici che prima si oppone ma subito dopo deve arrendersi al tap-in ravvicinato di La Cava. IL Terracina non si accontenta e continua a premere sull’accelleratore. Nel recupero Neri coglie la traversa su colpo di testa la palla arriva nella zona di Morelli che come un falco infila il tris. Ad inizio ripresa arriva la prima azione degna di nota del LarianoVelletri con il subentrato Campagna. Il colpo di testa del giocatore castellano è però fuori misura. Il poker dei tigrotti è a d opera della premiata ditta Neri-Marzullo: il funnambolico ex Frascati fa fuori mezza difesa e poi offre sul piatto d’argento a Marzullo la palla del 4-0 che gli vale anche la doppietta. Poco dopo Neri si ripete questa volta mandando a segno Botta. Al 38’ arriva il gol della bandiera per gli ospiti con Campagna che sottomisura capitalizza un cross di Scacchetti. Il 5-1 finale permette al Terracina di allungare a sei punti sul Monterotondo.

SOSPESA per impraticabilità di campo la gara tra Morolo e Gaeta, che dopo la disputa del primo tempo erano ferme ancora sul risultato di 0-0. Una partita che è iniziata regolarmente, ma che è durata soltanto 45 minuti. Infatti l’arbitro dell’incontro, il signor Luca D’Aquino di Roma 1 (assistito da Valente di Roma 2 e Mazzarella di Ostia), d’accordo con i capitani delle due squadre, durante il riposo, ha deciso di sospendere la gara, rinviata a data da destinarsi. Le abbondanti precipitazioni di ieri avevano ridotto il fondo del terreno dello stadio Arnaldo Marocco di Morolo, in un vero e proprio acquitrino, dove era impossibile giocare. E in effetti nei 45 minuti in cui si è giocato i calciatori facevano fatica a poter imbastire delle trame di gioco. Mister Felice Melchionna aveva schierato la seguente formazione: Maffeo, Bosco, Rea, Di Emma, Romeo, Zingrillo, Armenio, Leccese, Mantoan, Visciglia, Matteo. Il Gaeta rimane così a 23 punti ed ora si preparerà per il match di domenica prossima contro il fanalino di coda del torneo Anitrella. Una partita che la società e i tifosi si augurano di poter disputare nello stadio Riciniello di Gaeta.

Nel nuovo anno il Podgora non conosce sconfitte. Al Buongiorno, ieri mattina è arrivata la terza vittoria consecutiva per i borghigiani che si sonoimposti con un rotondo 4-0. Tre punti che consentono alla formazione di Paloni allungare sulla zona rossa.
LA CRONACA – L’undici biancazzurro sin dalle prime battute ha tenuto in mano le redini del gioco. Lo sforzo prodotto nella prima frazione viene premiato solamente a tre minuti dalla pausa, quando Martellacci, in piena area di rigore, infila Colangeli con un preciso rasoterra. Nella ripresa il copione non cambia con il Tor Sapienza che scompare completamente dal campo. Al 15’ Porcelli sull’out sinistro entra in area e con un bel diagonale manda in archivio la gara. Match quindi in discesa per i padroni di casa che al 25’ vanno vicini al tris ma la traversa nega la doppietta a Martellacci. Cinque minuti più tardi è ancora il solito Martellacci a sfiorare la rete ma il suo tiro è fuori lo specchio della porta. La rete è nell’aria e arriva al 35’ con l’ex Cisterna Latini, bravo a svettare più in alto di tutti, sugli sviluppi di un corner. Nel finale c’è gloria anche per Crocetti autore della quarta marcatura. Un bottino che nel finale poteva addirittura aumentare al secondo minuto di recupero se Cassandra dal dischetto non falliva una massima punizione, concessa dal fischietto Mazzarella.

IL Formia non riesce a dare continuità ai suoi risultati e dopo il colpaccio esterna di Tor sapienza, si fa imporre il pari dal Monte San Giovanni Campano, che ha giocato per oltre un’ora in inferiorità numerica. E proprio con l’uomo in meno i frusinati sono riusciti a pareggiare, quando mancavano una manciata di secondi alla fine. Una beffa per i biancazzurri del presidente Aldo Zangrillo, i quali non hanno saputo approfittare della superiorità numerica per poter chiudere una partita, sulla quale avevano posto una seria ipoteca dopo 21 minuti col solito Mariniello, bravo a sfruttare un pallone lavorato da Violante. Quest’ultimo dopo aver battuto un corner respinto dal portiere sui suoi piedi, ha rimesso al centro per Mariniello, che colpiva a botta sicura, ma Micheli respingeva e lo steso numero nove di casa riprendeva la sfera e siglava il goal del vantaggio. Dopo cinque minuti Fratini veniva espulso per fallo da ultimo uomo su Mariniello e ciò faceva presagire un percorso più agevole per il Formia. Sulla punizione susseguente Parasmo sfiorava il raddoppio. Mister Cinelli ridisegnava la squadra, ma soprattutto nella ripresa presentava una squadra sicuramente più cattiva e più decisa. Il campo pesantissimo non ha certo agevolato le giocate dei locali, i quali comunque non è che abbiano fatto molto per cercare di chiudere il match. L’ex terracinese Reali, in avanti, si faceva pericoloso dalle parti di Leone, che capitolava ad un minuto dal termine. Reali calciava un diagonale, ma il pallone si fermava su una pozzanghera; sulla sfera si avventava il neo entrato Cretaro che depositava in rete, regalando ai frusinati il pari. Un risultato che ha deluso le aspettative degli sportivi locali, che, in considerazione di come si era messa la gara, auspicavano un altro successo da parte dei propri beniamini. Ma va altresì detto che il Monte San Giovanni Campano ha disputato la sua onesta gara, meritando il pari, conquistato in condizioni di evidente difficoltà. Un pareggio che deve servire da monito per i formiani, ancora invischiati nella zona pericolosa di classifica.

PARI e patta ad Artena tra la Vis e la Nuova Circe. Un punto a testa che tutto sommato rispecchia l’andamento della gara vista nell’arco dei novanta minuti. La pioggia battente insieme ad un forte vento ha accompagnato le due formazioni per tutta la gara rendendo così la partita brutta e ricca di contatti. Se il risultato non farà passare questa partita negli annali tra le più belle, sicuramente sarà ricordata però come una delle gare di eccellenza più particolari visto che il gol messo a segno dai locali, è firmato dal portiere Zattin direttamente da calcio di punizione dal limite della sua area.
LA CRONACA – Primo tempo come detto avaro di emozioni con un paio di conclusioni a testa. La prima al 20’ di marca locale con Romagnoli che si trovava una palla in area, riusciva a sgusciare via al suo diretto marcatore, ma la sua conclusione veniva vanificata dal portiere Roma. Al 27’ una bella punizione di Cinelli impegnava alla deviazione Zattin, che era bravo a ripetersi nella successiva ribattuta di Fedeli. Ad inizio di ripresa la Vis passava grazie al suo portiere: al 7’ Zattin, dalla sua area rinviava in avanti e grazie alla complicità del forte vento coglieva impreparato Roma che si faceva scavalcare incredibilmente dalla traiettoria. A questo punto la Vis smetteva di giocare e si rintanava dietro a difesa del risultato cercando di ripartire in contropiede. La Nuova Circe attaccava a testa bassa lasciando ovviamente spazi in difesa non sfruttati a dovere dai locali. Superata la mezz’ora arrivava la meritata rete dei pontini con Bernardo. Il rossoblu er abile di testa ad insaccare in rete su ottimo invito di De Simone, fissando così il punteggio finale sull’1-1.

TERRACINA – LARIANOVELLETRI 5-1
Terracina: Porcaro, Altobelli, Serapiglia, Festa, Schiavon, Botta, Neri, Mucciarelli (19’ D’Andrea), Morelli (13’ st Di Florio), Marzullo, La Cava (15’st Borelli). A disp.: Salemme, Lavecchia, Notarfonso, Minieri. All.: Cucciari
LarianoVelletri: Ludovici, Rossi (1’ st Campagna), Bianchi, Ciorciolini (11’st Tagliabue), Roraggioli, Tartaglione, Fiore, Bornigia, Soldano (18’ st Tartaglia), Scacchetti, Moroni. A disp.: Mariani, Zarlenga, Prati, Lelli. All.: Di Rosa
Arbitro: Moriconi di Roma2, assistenti Filabozzi e Maddeo
Marcatori: 4’pt, 14’st Marzullo, 40’pt La Cava, 46’ pt Morelli, 17’ st Botta, 38′ st Campagna
Note – Ammoniti Soldano, Schiavon, Bornigia, Bianchi, Tagliabue. Spettatori 400
circa

BORGO PODGORA- TOR SAPIENZA 4-0
Borgo Podgora: Ristic, Antonelli, Pacchiarotti, Cannariato (30’st Armeni), Pannozzo, Latini, Martena, Martellacci, Crocetti (35’st Mancini), Porcelli (30’st Di Giulio), Cassandra. A disp.: Angrisani, Schiavon, Sossai, Tiligna. All.: Paloni
Tor Sapienza: Colangeli, Muscia, Antonica, Palombi, Misano, Bolzan, Brisciana, Rocchetti (32’st Pierallini), Giacani (37’st Radici), Sganga, Muratore (25’st Cannizzo). A disp.: Murgia, Bruno, Quadrini, Alongi. All.: Apuzzo
Arbitro: Mazzarella di Benevento, assistenti Orsini e Conti di Frosinone
Marcatori: 42’pt Martellacci, 15’st Porcelli, 35’st Latini, 40’st Crocetti.
Note – al 47’st Cassandra fallisce un calcio di rigore

FORMIA-MSG CAMPANO 1-1
Formia: Leone, Diana, Cianfrocca, Violante, Risi, Alterio, Di Paola (40’ st Petronzio), De Santis (10’ st Volpe), Mariniello, Parasmo, Pellino . A disp.: Falco, Scuoch, De Meo, Cacace, Venerelli . All.: Carlini .
M.San G. Campano: Micheli, De Ciantis, Mancini P., Tofani, Rosato (24’ st Sacchi), Fratini, Drogheo, Cucchi, Reali, Mastrantoni, Maliziola (19’ st Cretaro). A disp.: Perna, Savone, Paglia, Massaroni, Mancini M . All.: Cinelli.
Arbitro: Tucci di Ostia Lido (De Angelis-Rizzotto)
Marcatori: 21’pt Mariniello, 44’st Cretaro
Note – Espulso al 26’ pt Fratini (M) per fallo da ultimo uomo; Ammoniti: Alterio, Cianfrocca (F), Cretaro (M), Sacchi (M); recupero 0’ pt, 5’ st

VIS ARTENA – NUOVA CIRCE 1-1
Vis Artena: Zattin, Quattrocchi, Pomponi, Pizzuti, Padovani, Innocenzi (43’st Cristofari), Romagnoli, Germini, Cianni, Simone (1’st Proietti), Sebastiani (1’st De Angelis). A disp.: Zazzaro, Nardi, Cianni, Maselli. All.: Di Cori
Nuova Circe: Roma, Toti, Fedeli C. (15’st Berti), De Santis, Fiore, Seppani, De Simone, Bernardo, Totaro R., Velocci (31’st Totaro A.), Cinelli (19’st Omizzolo). A disp.: Corsi, Fagioli, Italiani, Fedeli M. All.: Marzella
Arbitro: Sessa di Civitavechia, assistenti Contessa (Rieti) e Silverio (Roma1)
Marcatori: 7’st Zattin, 35’st Bernardo
Note – Ammoniti: Fedeli C., Totaro R.

Lascia un commento