Boario, ecco com’è andata nell’impresa di Coppa

IL Campo Boario è vicino ai quarti di finale di Coppa Italia. La gara di andata contro il Semprevisa, nonostante il campo ai limiti della praticabilità e il freddo pungente, è stata ricca di emozioni e colpi di scena. Primo tempo tutta di marca nerazzurra con l’estremo difensore di Latina Gavillucci grande protagonista con almeno 

Leggi tutto

IL Campo Boario è vicino ai quarti di finale di Coppa Italia. La gara di andata contro il Semprevisa, nonostante il campo ai limiti della praticabilità e il freddo pungente, è stata ricca di emozioni e colpi di scena. Primo tempo tutta di marca nerazzurra con l’estremo difensore di Latina Gavillucci grande protagonista con almeno tre grandi interventi. Al 19’ il Campo Boario al primo vero affondo va in rete: Di Marco mette in verticale per Badini che in velocità supera i diretti avversari e dal vertice dell’area di destra fa partire un secco diagonale, nulla da fare per il portiere ospite. Sulle ali dell’entusiasmo i nerazzurri, tre minuti più tardi, vanno vicino al raddoppio con Cifra. Suo il  rasoterra dai sedici metri a fil di palo che trova la risposta dell’ottimo Gavillucci che smanaccia il pallone di quel tanto per mandarlo in angolo. Al 29’ ci prova Lubirati, il suo colpo di testa su traversone di Pellerani è ancora deviato da Gavillucci. Al 41’ c’è l’espulsione di Carbonari per una entrata violenta su Piras sembra mettere completamente dalla parte del Boario l’ago della bilancia, tanto che, a 3’ dal termine del primo tempo, ancora lavoro per Gavillucci protagonista su un perfido diagonale di Cifra  deviato in angolo.

LA RIPRESA – Ad iInizio ripresa, però, subito doccia fredda per il Campo Boario. Palla al centro e Biasotti lancia lungo De Paolis, con la difesa nerazzurra ancora in fase di sistemazione, l’attaccante biancoverde con un tiro a foglia morta scavalca Ramiccia. Un gol che non ha tagliato le gambe a capitan Renzi e compagni che hanno tenuto sempre in mano il pallino del gioco. Con la superiorità numerica il tecnico Coco mette in campo Zompatori e Zanutto dando così più spinta alla tre quarti, l’ex Pontinia al 36’ lancia il pallone al contagiri per Piras che arriva a tu per tu con Gavilucci che non può far altro che stenderlo provocando un calcio di rigore e rimediando il rosso diretto. Con i tre cambi già effettuati in porta va Filippi, al dischetto invece va Lubirati. Rigore impeccabile, pallone da una parte portiere (tra virgolette) dall’altra. In doppia superiorità e con la porta praticamente semi-sguarnita, il Campo Boario spinge ancora di più e trova il gol del 3-1 con Zanutto che batte con un pallonetto Filippi. Al triplice fischio grande gioia in casa nerazzurra, per un risultato che fa ben sperare per la gara di ritorno in programma mercoledì 30 gennaio. I quarti di finale sono dietro l’angolo ma per arrivarci servirà un’altra grande prestazione da parte del Campo Boario.

CAMPO BOARIO – SEMPREVISA  3-1
Campo Boario: Ramiccia,  Badini, Noviello, Ciarla,  (32’st Ceti), Bocchetta, Renzi, Cifra (9’st Zompatori), Di Marco (13’st Zanutto. Lubirati. Pellerani. Piras. A disp: Remiddi, Birk, Porcelli, Di Russo. All: Coco
Semprevisa: Gavillucci, Cacciotti, Filippi, Corvo (22’st Pacetti), Carbonari, Cicchella (1’st Palombi), Amici, Pazienza, Biasotti, (29’st Neri), De Paolis, Amadio. A disp: Petriglia, Cantucci, Coluzzi, Shehu. All: Centra
Arbitro: Perri di Romal. Assistenti: Zuin e Fontemurato di Roma2
Marcatori: 19’pt Badini, 1’st De Paolis, 37’st Lubirati ( rig.), 47’st Zanutto.
Note – Espulsi: al 41’pt Carbonari per gioco violento, al 36’st Gavillucci per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Di Marco e Cicchella

Lascia un commento