3-0 a Nuovo Latina e San Donato

Come previsto la scure del Giudice Sportivo si è abbattuta sull’Atletico Littoria. Nella partita giocata sul campo di borgo Piave tra il Littoria ed il Nuovo Latina è stata interrotta al 76′ sul risultato di 2-0 in favore degli ospiti perché, come si legge sul referto arbitrale: “al 18’ del primo tempo l’arbitro espelleva l’allenatore 

Leggi tutto

Come previsto la scure del Giudice Sportivo si è abbattuta sull’Atletico Littoria. Nella partita giocata sul campo di borgo Piave tra il Littoria ed il Nuovo Latina è stata interrotta al 76′ sul risultato di 2-0 in favore degli ospiti perché, come si legge sul referto arbitrale: “al 18’ del primo tempo l’arbitro espelleva l’allenatore dell’Atletico Littoria Andrea Cinelli. Al 26′, invece, era il turno di Luca Baldini, allontantano dal campo per comportamente offensivo nei confronti di un avversario. Alla notifica del provvedimento disciplinare bloccava con una mano quella dell’arbitro e con l’altra gli stringeva la guancia. Un minuto dopo, al 27′, del secondo tempo l’arbitro espelleva anche Vincenzo Troiano per avergli rivolto espressione offensiva. Al 31′ del secondo tempo l’arbitro espelleva anche il signor Luigi Federico per avergli indirizzato espressioni offensive, alla notifica del provvedimento disciplinare lo avvicinava colpendolo con un pugno al petto ed un calcio ad una gamba provocandogli forte dolore. A seguito di tali aggressioni, l’arbitro, giustamente, decideva di sospendere definitivamente la gara, al 31’del secondo tempo non trovandosi nelle condizioni psico-fisiche di portarlo a termine. A seguito di tale decisione, sostenitori e tesserati non identificati tenevano nei confronti dell’arbitro comportamento gravemente offensivo e minaccioso. Il direttore di gara, per tutelare la propria incolumità era costretto a richiedere l’intervento della Forza Pubblica. Il Giudice Sportivo ha comminato un’ammenda di 400 euro per l’Atletico Littoria, mentre sono due le gare di squalifica per Troiano, sei per Baldini, mentre Federico è stato squalificato fino al 31.12.2017.

Preso atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per assenza della Società PENITRO Rilevato che la
stessa non ha fatto pervenire alcuna giustificazione in merito, e pertanto, ai sensi di quanto disposto nel C.U.
n. 1 del 1.7.2012 deve ritenersi rinunciataria a tutti gli effetti; Visto l’art. 17 comma 1 del C.G.S. e art. 53
comma 2 e 7 delle NOIF
SI DECIDE
– di infliggere alla Società PENITRO la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3
nonché la penalizzazione di un punto in classifica – di comminare alla stessa l’ammenda di E. 150,00 (1a
rinuncia)

Lascia un commento