Terracina a gonfie vele. Vincono Circe, Cisterna, Formia e Podgora

IL TERRACINA è senza freni e anche il Colleferro ne fa le spese. Al «Caslini», davanti al sindaco di Terracina Nicola Procaccini, i biancocelesti superano 2-1 i padroni di casa che hanno fallito un rigore con Tornatore. Gara subito vivace e Terracina che passa al 10′: lungo lancio di Di Franco, Neri brucia in velocità 

Leggi tutto

IL TERRACINA è senza freni e anche il Colleferro ne fa le spese. Al «Caslini», davanti al sindaco di Terracina Nicola Procaccini, i biancocelesti superano 2-1 i padroni di casa che hanno fallito un rigore con Tornatore. Gara subito vivace e Terracina che passa al 10′: lungo lancio di Di Franco, Neri brucia in velocità la difesa rossonera e supera un incerto Bucciarelli con un delicato pallonetto. Al 29’ i rossoneri pareggiano: assolo di Tornatore sulla sinistra e cross basso in area che Amici, in spaccata, trasforma. Un pareggio che resiste soltanto per un paio di minuti: lancio di Marzullo in profondità, tocco volante di Neri e destro di prima intenzione di Morelli che batte per la seconda volta Bucciarelli. Immediata e rabbiosa la reazione della formazione di Baiocco: cross da sinistra, colpo di testa di Salvagni e grande risposta di Porcaro in calcio d’angolo. Finale di primo nervoso: scambio di cortesie tra Moriconi e Vitale, si scatena un parapiglia che l’arbitro risolve mostrando il cartellino rosso ad entrambe. Il ritmo non cala nella ripresa, anche se latitano le occasioni da rete. Il Colleferro ha però la grande occasione per trovare il pari: conclusione di Tornatore in area respinto, secondo il direttore di gara, da Botta con un braccio. E’ calcio di rigore che Tornatore conclude a lato. Il Terracina risponde con un sinistro a giro dal limite dell’area di Marzullo, a lato di poco. Nel finale ultimi assalti del Colleferro: destro di Amici sul fondo, al 40′ brivido di giornata in pieno recupero, con un destro del neo entrato Cataldi controllato a terra da Porcaro. Finisce 2 a 1 per il Terracina, che mantiene quattro lunghezze di vantaggio sulla Monterotondo Lupa. In serata la sorpresa: il co-presidente del Terracina, Attilio Saturno, rassegna le proprie dimissioni.

ESORDIO positivo per il neo allenatore del Formia Mirco Carlini che conquista una preziosa vittoria sul campo del Tor Sapienza, diretta concorrente nella lotta per non retrocedere. Un successo importante che è arrivato dopo una settimana travagliata, caratterizzata dal cambio di allenatore e dall’arrivo di nuovi giocatori, due dei quali sono stati schierati dal primo minuto: Scuoch al centro della difesa in coppia con Risi, mentre l’ex fondano Violante ha giocato nella zona nevralgica del campo. In avanti Mariniello, match winner dell’incontro, ha fatto coppia con Parasmo. Dopo i primi minuti di studio erano i locali che si facevano pericolosi al 17′ ma Giacani calciava alto. Al 21′ su un perfetto contropiede di Di Paola, Mariniello infilava la difesa capitolina regalando il vantaggio ai biancazzurri. Non passavano sessanta secondi che il numero nove tirrenico concludeva un’altra azione in contropiede, simile a quella precedente. Il Tor Sapienza era alle corde e rischiava di capitolare al 24′, quando Parasmo impegnava l’estremo ospite che respingeva sui piedi dell’attaccante formiano, che tentava un pallonetto che finiva alto. Risi e compagni gestivano il vantaggio senza troppi patemi d’animo, sino alla mezzora quando l’arbitro concedeva un rigore per fallo di mani in area di Turripano. Giacani trasformava e riapriva il match. I capitolini cercavano di poter riequilibrare la partita, ma Tabascio veniva espulso per gioco falloso su Diana. Gli ultimi minuti scorrevano senza grandi emozioni ed i pontini portavano a casa tre punti preziosi per la classifica, ma anche un successo che fa bene soprattutto per il morale di una squadra, la cui scossa avvenuta in settimana ha dato i primi frutti.

ALTRA sconfitta del Gaeta in questo inizio di 2013, che non è cominciato nel migliore dei modi. Questa volta è stato il Pro Cisterna a portare via l’intera posta in palio dallo stadio Nicola Perrone di Formia, dove i biancorossi hanno dovuto giocare per l’indisponibilità del Riciniello. Una sconfitta maturata grazie alla rete di Mariti, che al 19’ riusciva a battere Maffeo, su servizio di Federici. L’undici di mister Patalano ha sfruttato nel migliore dei modi l’occasione creata nei primi 45 minuti, riuscendo comunque a tenere a bada i locali, che si facevano pericolosi alla mezzora con un tiro di Romeo, deviato in angolo. A complicare le cose ci si metteva anche l’attaccante De Lorenzo, che si faceva ammonire due volte, lasciando in inferiorità numerica la sua squadra, costretta a rimontare con un uomo in meno. Ad inizio secondo tempo erano ancora i cisternesi a rendersi pericolosi con Cini e Galasso. Per dare più peso all’attacco mister Melchionna inseriva Visciglia e all’11esimo era Leccese che impegnava Sambucini. Il Cisterna, comunque, non rimaneva a guardare ed al 19’ colpiva una traversa con De Gennaro. I locali tentavano il tutto per tutto ma l’estremo ospite faceva buona guardia sulle conclusioni di Visciglia e Matteo. Il forcing finale del Gaeta non portava alcun risultato e il Cisterna conquistava tre punti importanti per la sua classifica. Quella del Gaeta, invece, si è complicata ulteriormente ed inoltre per il prossimo turno dovrà fare a meno del bomber De Lorenzo, che sarà appiedato dal giudice sportivo. E’ una sconfitta che brucia, sulla quale pesano l’ingenuità di De Lorenzo che in pochi minuti si è fatto ammonire due volte e la poca concretezza in avanti. Il Cisterna invece ha giocato una gara accorta, capitalizzando il risultato con la rete che ha poi deciso il match.

UN 2013 per ora da incorniciare per il Podgora di mister Paloni. I biancoazzurri applicano la regola del Buongiorno e vince lo scontro diretto per la salvezza contro il Rocca di Papa Nemi. Con il classico risultato all’inglese i borghigiani vedono la zona che garantirebbe la salvezza diretta grazie ai 24 punti messi in cascina dopo 180’ giocati nel girone di ritorno. L’undici di Paloni ha messo in campo una prova concreta su un campo pesante, a causa della pioggia abbattutasi sul terreno di gioco pontino. Dopo un primo tempo molto equilibrato senza grosse occasioni da entrambe le parti, nella ripresa il Podgora ha preso in mano la partita con Martellacci e Schiavon che sono saliti in cattedra. Il duo ha creato diversi grattacapi alla difesa del Rocca di Papa, specialmente nell’out di sinistra dove Schiavon è stato praticamente immarcabile. Già al 53’ Martellacci su calcio di punizione ha sfiorato la rete del vantaggio: Salsano è stato molto bravo a deviare sopra la traversa. Subito dopo è stato Cannariato a dare l’illusione della rete a portiere battuto: la palla deviata da un difensore ospite si è spenta sul fondo, di poco a lato dal palo sinistro di Salsano, rimasto immobile sulla conclusione del capitano del Podgora. Al 77’ è arrivata la rete del meritato vantaggio ad opera di Crocetti, uno dei migliori in campo. Tutto è nato da una splendida sortita di Schiavon sulla sinistra che abilmente ha messo un traversone rasoterra verso l’accorrente Crocetti: per il numero 9 pontino è stato facile trafiggere il portiere con un preciso piatto destro all’altezza del dischetto. Il Rocca di Papa ha provato a gettarsi in avanti alla ricerca del pareggio e quasi allo scadere (89’) su un contropiede innescato da Crocetti, Martellacci ha infilato Salsano con un preciso pallonetto, chiudendo definitivamente la partita. Domenica di nuovo in campo al «Buongiorno», ospite il Tor Sapienza per un altro scontro salvezza.
COLLEFERRO – TERRACINA 1-2
Colleferro: Bucciarelli; Abu Salem (40’st Cataldi), Figlioli, De Porzi, Moriconi, Amici, Antonini, Pedrocchi, Teodorof, Salvagni (6’st De Lucia), Tornatore. A disp.: Cecconi, Parfene, Cioffi, Cerbara, Zaccaro. All.: Baiocco
Terracina: Porcaro, Altobelli, Di Franco, Botta, Serapiglia, Neri (30’st Langiotti), Schiavon, Vitale (18’st Festa), Mucciarelli, Marzullo (42’st La Cava), Morelli. A disp.: Salemme, Minieri, Notarfonso, Di Florio. All.: Cucciari
Arbitro: Fusco di Brindisi
Marcatori: 10’pt Neri (T), 29’pt Amici (C), 31’pt Morelli (T).
Note: espulsi al 48’pt Moriconi (C ), e Di Franco (T) per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Antonini, Figlioli, Tornatore, De Porzi, Mucciarelli, Vitale, Marzullo

TOR SAPIENZA – FORMIA 1-2
Tor Sapienza: Colangeli, Antonica, Tabascio, Sganga, Muscia, Bolzan, Brisciana (26’st Cannizzo), Palombi, Giacani, Pierallini (8’st Radici), Muratore. A disp. Salatino, Bruno, Lo Giudice, Misano, Alonzi. All.: Apuzzo
Formia: Leone, Diana (36’st Petronzio), Turripano, Volpe, Risi, Scuoch, Di Paola, Violante, Mariniello, Parasmo (41’st Scipione), Pellino. A disp.: Falco, De Meo, Cacace, Carofano, Venerelli. All.: Carlini
Arbitro: Centi di Viterbo (Fontemurato-Paolini)
Marcatori: 21’pt, 22’pt Mariniello, 31’st Giacani (rig.)
Note: espulsi al 34’st Tabascio per gioco falloso e al 43’st Turripano per somma di ammonizioni; Ammonito Scuoch.

NUOVA CIRCE – VALMONTONE 4-0
NUOVA CIRCE: Bernola, Toti, Berti, Onorato (42’ pt De Santis), Fiore, Seppani, Di Matteo (20’ st Falso), Bernardo, Cinelli, De Simone, Al. Toraro (33’st Ric. Totaro). A disp.: Roma, Fedeli Cr., Fagioli, Fedeli M. All.: Marzella

VALMONTONE: Fortunati, Bailonni, Caramanica, De Angelis, Cravea, A. Pecchi, B. Pecchi, Ferrugia (5’ st Macci), Battista, D’Imperia (5’ st Capozzi), Angelucci (36’ st Mancini). A disp.: Duca, Tucci, Marcotulli. All.: D’Auria
Arbitro: Salama di Ostia Lido
Marcatori: 18’ pt, 26’ st e 38’ st De Simone, 27’ pt Fiore (rig.)
Note – Espulsi: De Angelis, Battista e Macci. Ammoniti:  Al. Totaro, Fortunati, De Angelis, Ferrugia, Battista, D’Imperia. Al 20’ pt Fiore (NC) sbaglia un calcio di rigore

GAETA-PRO CISTERNA 0-1
Gaeta: Maffeo, Mantoan, Colozzi (38’st Leccese Si.), Bosco, Rea, Di Emma, Sandu (1’st Leccese Sa.), Romeo (9’st Visciglia), De Lorenzo, Zingrillo, Matteo. A disp.: Cuomo, De Meo, Armenio, Monaco. All. Melchionna
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Pinna, Di Girolamo (39’st Petitti) Galasso, Razzini, De Gennaro, Incitti, Federici, Cini (41’st Callori), Mariti (28’st Ruberti). A disp.: Fallini, Ciaci ò , D’Amico, Gismondo. All. Patalano
Arbitro: Mattera di Roma 1
Marcatore: 19′ pt Mariti (PC)
Note: espulso al 42′ pt
De Lorenzo (G) per somma di ammonizioni; ammoniti De Gennaro, Galasso, Leccese Sa., Mantoan. Al 40’st allontanato il ds del Gaeta, Antonio
Mazzara; recupero: 2′ pt, 5’st

BORGO PODGORA- ROCCA DI PAPA NEMI 2-0
Podgora: Ristic, Antonelli, Pacchiarotti, Cannariato, Pannozzo, Latini, Martena (6’st Fratangeli), Martellacci (45’st’Porcelli), Crocetti, Schiavon, Cassandra (45’st Armeni). A disp.: Angrisani, Mancini, Grasso, Di Giulio. All.: Paloni
Rocca di Papa Nemi: Salsano, Cipriani (86’ Davato), Brunetti (83’ Fatello), Barbetta, Ticconi, Battistelli, Flavi, Pieri (78’ Rendina), Tiberi, Vartolo, Bisogno. A disp. Cecacci, Pompilli, Petrosino, Sardini. All. Panno.
Arbitro: Di Matteo di Roma2. Assistenti: Pantanella di Frosinon e Pittiruti di Roma1 .
Marcatori: 32’st Crocetti, 45’st Martellacci.
Note – Ammoniti: Cannariato, Brunetti, Vartolo. Recupero: 1’, 4’.

Lascia un commento