Terracina è una macchina. Colpi di Circe e Podgora

IL nuovo anno si apre come si è chiuso il vecchio. Il Terracina sa solo vincere. Ben cinque le reti messe a segno al malcapitato Monte San Giovanni Campano che tiene solo un tempo al cospetto della corazzata tirrenica. Gara equilibrata e combattuta solo nei primi minuti. Dopo una fase di studio, il Terracina inizia 

Leggi tutto

IL nuovo anno si apre come si è chiuso il vecchio. Il Terracina sa solo vincere. Ben cinque le reti messe a segno al malcapitato Monte San Giovanni Campano che tiene solo un tempo al cospetto della corazzata tirrenica. Gara equilibrata e combattuta solo nei primi minuti. Dopo una fase di studio, il Terracina inizia a premere al 20’. Morelli reclama un rigore per una spinta da tergo su un tentativo di colpo di testa. D’Aquino lascia proseguire. A sbloccare la partita ci pensa il solito Neri. Al 24’ il jolly parte in percussione che spacca la difesa avversaria e sigla l’1- 0. Neanche il tempo di esultare che i ciociari pareggiano: angolo e girata vincente di Mancini. I tigrotti non si scompongono più di tanto e continuano a macinare gioco. Al 34’ su corner , Altobelli incorna più alto di tutti ma non trova la porta. Nel finale di tempo lungo traversone per Morelli che riesce a prolungare per La Cava, ma il numero undici spreca di sinistro da posizione favorevole. La ripresa si apre di fatto col gol di Marzullo. Il «Mago» tira fuori dal cilindro un colpo dei suoi. Punizione imparabile che finisce alle spalle di Michelli. Un minuto più tardi secondo giallo per Cucchi e gara in discesa per Serapiglia e compagni. Sempre Marzullo ci prova al 12’ con una girata di sinistro che termina di poco fuori. Al 17’ Morelli spreca il 3-1 su assist di Marzullo. Tre minuti più tardi ci prova La Cava con un tiro da 40 metri che sorvola di poco la traversa della porta ciociara. I pericoli per gli ospiti arrivano da tutte le parti. Morelli manda fuori su angolo, ma al 25’ trova il 3-1 ribattendo in rete la respinta del portiere del Monte San Giovanni Campano dopo un tentativo di La Cava. Il numero 9 si ripete al 40’ ancora con un tap-in dopo un destro di Neri. Al posto di Morelli entra Bottiglia che in un paio di circostanze va vicino al sigillo personale. Ancora Neri vale il 5-1.

PRIMA sconfitta del 2013 per il Gaeta che pur non disputando una grande gara, avrebbe sicuramente meritato qualcosa in più. I ragazzi di mister Melchionna, costretto a seguire la gara dalla tribuna per squalifica, hanno leggermente subito il gioco del Rocca di Papa in apertura di incontro, ma a metà primo tempo erano i biancorossi che si facevano vedere dalle parti di Salzano, che al 24′ deviava in angolo una conclusione di Emma. Dieci minuti dopo era Zingrillo che colpiva la traversa. Nel secondo tempo Visciglia impegnava ancora l’estremo castellano. Il tecnico Lomonte, che sosituiva Melchionna in panchina, inseriva in avanti Matteo e dopo un’occasione fallita di poco da Di Emma, era Tiberi che portava in vantaggio i suoi, grazie anche ad una disattenzione difensiva. La difesa non è apparsa impeccabile anche qualche minuto dopo, ma Tiberi non ne approfittava. Nel Gaeta usciva il frastornato Rea ed entrava Romeo; Visciglia con un bel tirno al volo sfiorava il pareggio, ma rischiava la seconda rete su una botta di Rendina, che il giovane Maffeo sventava. Era l’ultima azione di una partita che penalizza i biancorossi, che ora debbono rimboccarsi le maniche per non farsi risucchiare nella zona calda della graduatoria cominciare dal prossimo turno interno con il Cisterna.

L’incrocio tutto pontino va al Podgora. I borghigiani sbancano come un anno fa il Nicola Perrone di Formia. Gara decisa nelle battute iniziali dei due tempi. All’ottavo della prima frazione, infatti, gli ospiti sbloccano la gara grazie ad una massima punizione realizzata da capitan Martellacci. Il raddoppio, come detto, è arrivato dopo cinque minuti dall’inizio della ripresa con Cassandra. Un successo per i ragazzi di Paloni che vale l’aggancio in classifica sulla più quotata Lariano Velletri, ad un solo punto dalla salvezza diretta. Per il Formia invece l’inizio del nuovo anno non cambia una situazione già pericolante. Anzi, in casa tirrenica piove sul bagnato. A fine gara infatti, il tecnico Pino Selvaggio ha rassegnato le dimissioni.

UNA rete del solito De Simone bagna il nuovo anno della Nuova Circe con una vittoria. Il sodalizio del presidente Fabrizio Vittori dopo il trionfale anno appena andato in archivio continua a stupire cercando il prologo in questo 2013. I sanfeliciani oramai non possono essere più considerati una delle sorprese del girone «B» visti i suoi ventinove punti conquistati fino a questo punto, al suo primo anno di Eccellenza. L’attuale quinta posizione da la giusta dimensione della crescita esponenziale del gruppo di Marzella; la compagine pontina passa così da semplice matricola a outsider del girone di ritorno. L’avversario di ieri, l’Anitrella ultimo in graduatoria non era un banco di prova probante ma le insidie che nasconde il campo del Liri non sono da sottovalutare. Sul campo in terra battuta i rossublu hanno faticato ha trovare il giusto ritmo contro una squadra, quella ciociara che seppur fanalino di coda e tecnicamente inferiore a quella pontina, è abituata a giocare su quel tipo di campo da gioco. Il primo tempo scorre senza che nessuna delle due squadre riesce a sbloccare il risultato. Per vedere il primo ed unico gol dell’incontro, bisogna aspettare l’inizio della ripresa quando il bomber del tecnico Marzella, Luca De Simone trova il giusto pertugio per battere Bianchi e portare avanti i suoi. E’ il 5’ quando il numero nove pontino dal limite dell’area di rigore alza la testa e piazza un tiro chirurgico che si infila tra palo e portiere. E’ la rete che decide la gara. Il blitz di Anitrella vale il nono successo in campionato per i rossoblu come la seconda della classe Lupa Monterondo, unica formazione squadra imbattuta del girone.

LA PRIMA gara ufficiale del nuovo anno porta un punto in casa Pro Cisterna. I biancocelesti sbattono con il punteggio di 1-1 sul muro eretto dall’Atletico Boville. Ernici che sono ritornati a distanza di pochi giorni di nuovo sul terreno del Bartolani con la voglia di riscattare la sciagurata finale di Coppa Italia.
LA CRONACA – Partenza di marca ciociara. Gli ospiti infatti, prendono subito le misure ai padroni di casa che non riescono a trovare fluidità nella manovra.Senza troppo strafare l’Atletico Boville si trova in vantaggio intorno al quarto d’ora, quando una punizione calciata da Iozzi dal vertice sinistro dell’area di rigore sorprende un Sambucini non esente da colpe. A questo punto ci si aspetta la risposta dei pontini ma i biancocelesti fanno fatica a costruire azioni pericolose. Una delle poche, intorno alla mezz’ora, viene fallita da Troisi che appostato in area piccola, riesce clamorosamente a non trovare lo specchio della porta. Si va al riposo con i ciociari avanti. Nella ripresa il copione cambia. I pontini tornano in campo più convinti e motivati e cingono subito d’assedio la porta di De Robertis. Dopo due tentativi, al terzo la Pro Cisterna trova il meritato pari: Galasso sulla trequarti apre sulla destra per Troisi che si trova un autostrada davanti. Il numero dieci di casa arriva fino in fondo e piazza un diagonale sul palo lungo dove De Robertis nulla può. Il gol galvanizza i locali che pochi secondi dopo vanno vicini al vantaggio su azione di mischia. Non passano tre minuti e Federici spedisce corregge alto un cross basso nell’area piccola. Il Boville prova di ripartenza a pungere ma è sempre il Cisterna ad avere le azioni più ghiotte come al 28’ quando una bella imbucata di Incitti mette Iacobacci solo davanti al portiere ma invece di calciare a rete cerca un assist al centro che nessun compagno raccoglie. Il finale è tutto di marca cisternese ma il risultato non cambierà.

TERRACINA – MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 5-1
Terracina: Porcari, Altobelli (40’ st Minieri), Serapiglia, Vitale, Di Franco, Schiavon, Neri, Mucciarelli, Morelli (40’st Bottiglia), Marzullo, La Cava (26’st Festa). A disp.: Salemme, D’Andrea, Notarfonso, Langiotti. All.: Cucciari
M.S.G. Campano: Micheli, De Ciantis, Fratini, Drogheo, Tofani, Matrisciano, Cretaro (19’ st Sacchi), Cucchi, Cirelli (11’ st Savone), Mastrantoni, Mancini. A disp.: Perna, Viscogliosi, Massaroni, Reali, Paglia. All.: Cinelli
Arbitro: D’Aquino di Roma 1; assistenti Visioni e Barone
Marcatori: 24’pt, 42’st Neri, 34’pt Mancini, 9’st Marzullo, 25’st, 40’st Morelli
Note – Espulsi: Cucchi al 10’ st. Ammoniti: Schiavon e Cretaro

ROCCA DI PAPA NEMI – GAETA 1-0
Rocca di Papa N.: Salzano, Milordi (35’pt Cipriani), Brunetti (25’st Ticconi), Bisogno, Fatello, Battistelli, Barbetta, Pieri, Tiberi, Vartolo (36’st Pompili), Rendina. A disp.: Cecacci, Davato, Petrosino, Sardini. All.: Panno.
Gaeta: Maffeo, Mantoan, Colozzi, Bosco, Rea (25’st Romeo), Di Emma, Emma (5’st Matteo), Leccese (35’st Armenio), De Lorenzo, Visciglia, Zingrillo. A disp.: Cuomo, Di Meo, Sandu, Cardi. All.: Melchionna (squalificato)
Arbitro: Moriconi di Roma 2
Marcatori: 23’st Tiberi
Note – Partite giocata a porte chiuse a Rocca di Papa. Ammoniti: Vartolo, Cipriani, Bosco, Rea. Al 32’pt incidente di gioco per Milordi che sviene dopo un contrasto aereo con un avversario. Dopo aver ripreso conoscenza viene trasferito all’ospedale di Frascati per accertamenti.

FORMIA-PODGORA 0-2
Formia: Falco, Diana, Turripano (40’ st Carofano), Volpe, Alterio, Risi, Scipione, De Santis, Venerelli (1’st Mariniello), Parasmo, Di Paola. A disp.: Valerio, Pellino, De Meo, Petronzio, Cacace. All.: Selvaggio.
Podgora: Ristic, Antonelli, Pacchiarotti, Cannariato (29’st Fratangeli), Pannozzo, Latini, Martena (40’st Armeni), Martellacci, Crocetti, Schiavon, Cassandra (45’st Porcelli). A disp.: Angrisani, Mancini, Trapani, Grasso. All. Paloni.
Arbitro: Lillo di Brindisi (De Carolis-Potenza)
Marcatori: 8’pt rig. Martellacci, 5’st Cassandra
Note – spettatori 150 circa espulso al 23’ pt De Santis per somma di ammonizioni; ammoniti Scipione, Di Paola, Volpe (F), Cannariato, Pacchiarotti

ANITRELLA – NUOVA CIRCE 0-1
Anitrella: Bianchi A., Taglienti, Marini, Bianchi E., Tarquinio A., Partigianoni (Saccucci), Vona (Scala), Paglia,Ciardi, Chiarlitto, Lucchetti (Caldaroni). A disp.: Sugamosto, Tarquinio G., Vatini, Delle Fratte. All.: Caldaroni
Nuova Circe: Bernola, Toti, Fedeli, De Santis (Sannino), Fiore, Seppani, Bernardi, Onorato, De Simone, Di Matteo, Totaro A. A disp.: Magnanti, Sannino, Falso, Berti, Fagioli, Totaro R., Fedeli M. All.: Marzella
Arbitro: Mariani di Tivoli
Marcatori: 5’st De Simone
Note – Espulsi: Al 38’st Sannino per proteste. Ammoniti: Fiore, Totaro A.

PRO CISTERNA – ATLETICO BOVILLE 1-1
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Callori (33’st Ciaciò), Di Girolamo (16’st Petitti), Galasso, Pinna, De Gennaro Lo., Incitti, Federici, Troisi, Mariti (20’st Roberti). A disp.: Ciccarelli, Maisto, D’Amico, Gesmundo. All.: Patalano
Atl.Boville: De Robertis, Santopadre P., De Gennaro (28’st Migliorelli), Santopadre A., Pagnani, Diagnè, Cerroni (23’st Vitali), Iozzi, Fiorelli (15’st Hasa), Testa, Paolillo. A disp.: Trulli, Grossi, Salvatori, Biasini. All.: Fraioli
Arbitro: Tucci di Ostia Lido
Marcatori: 15’pt Iozzi, 5’st Troisi
Note – Ammoniti: Troisi, Mariti

Lascia un commento