Le pagelle di zonapontina del 2012

COMUNQUE andrà a finire, quella attuale verrà ricordata in Prima categoria come la definitiva consacrazione di campionato probabilmente più bello e livellato verso l’alto dell’intero panorama dilettantistico pontino. Tante le squadre in lotta per la promozione dopo tredici giornate giocate. Andiamo, quindi, ad analizzare, sempre in rigoroso ordine di classifica, il bilancio delle protagoniste in 

Leggi tutto

COMUNQUE andrà a finire, quella attuale verrà ricordata in Prima categoria come la definitiva consacrazione di campionato probabilmente più bello e livellato verso l’alto dell’intero panorama dilettantistico pontino. Tante le squadre in lotta per la promozione dopo tredici giornate giocate. Andiamo, quindi, ad analizzare, sempre in rigoroso ordine di classifica, il bilancio delle protagoniste in questo primo scorcio di stagione in conclusione dell’anno 2012 e dopo il mercato di dicembre, da sempre momento per tutti i club per trarre i primi bilanci.

CALCIO SABAUDIA (34) – Da matricola vestire da subito i panni della protagonista assoluta in un campionato difficile come la Prima categoria. Non facile per nessuno. Un compito che, comunque, le esperte mani di Pino D’Andrea hanno saputo espletare con la solita puntualità e precisione, grazie anche ad una rosa davvero degna di categorie superiori. Una supremazia totale, iniziata in Seconda categoria e continuata anche dopo il salto. Un cammino da record il cui dato principale è quello dell’imbattibilità. Undici partite, di cui solo un pareggio alla prima giornata, tanto è durata la striscia vincente del Sabaudia, accompagnata dall’imperforabilità della porta di Rocci, violata solo in casa dell’R11 dopo dieci turni consecuti. Insomma, un cammino da perfezione, o quasi. VOTO 9,5.

CALCIO SEZZE (28) – Un mercato dicembrino che è servito a dare alla squadra di mister Angelo Delle Donne l’input per ergersi ad antagonista principale della capolista Sabaudia. L’arrivo di Varroni e De Filippis per l’attacco, oltre a Di Trapano in difesa, hanno regalato ai rossoblu una squadra decisamenteall’altezza per lottare fino alla fine. VOTO 8,5.

VIRTUS NETTUNO (24) – La sconfitta nell’ultima domenica prima della pausa natalizia nello scontro diretto in casa del Sabaudia (partita che ha destato tante perplessità riguardo l’arbitraggio in casa Virtus), non è riuscita comunque a spegnere le velleità di alta classifica della squadra di mister Catanzani, ulteriormente rinforzata con l’arrivo di Del Brusco a centrocampo. VOTO 7,5.

PRO CALCIO LENOLA (23) – Partita con i favori del pronostico per tornare da subito nel campionato di Promozione, la squadra di mister Lauretti non sembra per ora poter mantenere il ritmo forsennato della capolista. Ai gol del solito Palmacci andrebbe aggiunta forse qualcosina in più. VOTO 6,5.

ATLETICO NETTUNO (22) – E’ senza ombra di dubbio la squadra del momento. L’arrivo di mister Colucci in panchina ha cambiato totalmente volto ad un Atletico Nettuno che ora può ambire al salto di categoria. Formidabili nel rendimento in termini di gol (28 reti che ne fanno il secondo miglior attacco), i tirrenici si sono distinti nell’ultima parte con otto risultati utili consecutivi, di cui sei vittorie e due pareggi. Occhio, quindi, anche al Nettuno. VOTO 7,5.

FC MONTENERO (20) – Alzi la mano chi avrebbe scommesso sul sesto posto della matricola Montenero ad inizio stagione. Mantenere questa posizione di classifica per i ragazzi di Gianni Perrotta significherebbe aver compiuto davvero un’impresa. VOTO 7,5.

AURORA VODICE (16) – E’ il campionato che ci si aspettava dalla matricola affidata alle esperte mani di mister Maurizio Pinti. La squadra sabaudiana ha cambiato volto nel mercato di riparazione, perdendo Ciaurelli e Ghirotto ma prendendo tante pedine importanti come Guadagno, Coletta, Gabrieli, Lauretti e Traccitto. Un mercato che assicurerà, a meno di scossoni, una più che comoda salvezza. VOTO 7.

BELLA FARNIA (16) – Ottima partenza, poi una situazione difficile che sembra essere risolta. Il leitmotive del 2012 in casa Bella Farnia sembra essere quello relativo alle crisi societarie. L’anno scorso l’addio di Morbidelli in corsa, quest’anno l’abbandono di De Angelis dalla poltrona di presidente. In mezzo anche un cambio di panchina, con la squadra passata dalla pur buona gestione Salvatori al secondo Roberto Menichelli. Il peggio sembra essere però passato. I biancoverdi si sono rinnovati completamente cambiando volto in ogni reparto del campo. Tra gli arrivi da segnalare quelli di Pescuma, Ghirotto ed Ezio Saoud. Ora servono i risultati. VOTO 6.

FC AGORA (15) – Non ha rispettato i programmi della vigilia l’Fc Agora di mister Salvatore Iannotti. Una squadra, nonostante matricola del girone, attrezzata per navigare in ben altre acque. Invece i risultati altalenanti e una incapacità di concretizzare in avanti costringono lil team rossoblu a guardarsi addirittura le spalle. VOTO 5.

R11 LATINA (15) – La pazienza è la virtù dei forti. Questo sembra essere stato il motto in casa R11 Latina. Dopo la salvezza-miracolo della passata stagione orchestrata da Pupatello, la squadra è passata quest’anno, in corsa, nella mani di mister Sandro Luceri. Con lui la metamorfosi con quattro risultati utili di fila di cui due vittorie fondamentali tra cui spicca quella incredibile contro la capolista Sabaudia. VOTO 7.

LATINA SCALO (15) – Che sarebbe stata una stagione difficile lo si era già capito in estate, quando gli scalensi hanno messo in atto un mercato all’insegna del rispetto del budget. Non si può fare molto più di così. VOTO 6.

DON BOSCO GAETA (14) – Partenza sprint, poi il buio con cinque sconfitte, un pareggio e una sola vittoria (per giunta con la Sa.Ma.Gor.) hanno fatto precipitare i gaetani. VOTO 5,5.

NORMA (14) – Si è calata da subito nei panni della matricola che deve lottare in ogni partita per portare a casa punti buoni per la salvezza. Sui pochi punti del Norma, però, pesa come un macigno l’assenza di una struttura in grado di garantire le gare interne del team di De Marchis, costretta a ‘vagabondare’ per tutti i campi della provincia. VOTO 6.

MONTELLO CALCIO (11) – La salvezza come obiettivo principe della squadra di Villani che ha cercato di correre ai ripari nel mercato di dicembre. Il 2013 porterà i frutti sperati? VOTO 5.

MONTE SAN BIAGIO (10) – Un anno da dimenticare per i monticelliani, chiamati nell’impresa di centrare una salvezza che per ora sembra lontana. VOTO 5.

SA.MA.GOR (7) – Una picchiata cominciata con la retrocessione dalla Promozione e che non sembra vedere una fine. La Sa.Ma.Gor. attraversa una crisi societaria senza precedenti a cui si è aggiunta l’armonia di un gruppo ormai in rotta. A lasciare la nave che cola a picco sono stati in tanti, e per motivi disparati. Ora, però, la permanenza in Prima categoria sembra davvero un’impresa titanica. VOTO 4,5.

Lascia un commento