Sabaudia, pronti al rush per il titolo d’inverno

A 180’ dal termine del girone di andata il primato in classifica per il Calcio Sabaudia è più che meritato. Basta un punto per brindare al platonico titolo di regina d’inverno. A Sabaudia il primo posto in classifica non ha stravolto la vita di nessuno, tanto meno del direttore sportivo Massimo De Angelis, il primo 

Leggi tutto

A 180’ dal termine del girone di andata il primato in classifica per il Calcio Sabaudia è più che meritato. Basta un punto per brindare al platonico titolo di regina d’inverno. A Sabaudia il primo posto in classifica non ha stravolto la vita di nessuno, tanto meno del direttore sportivo Massimo De Angelis, il primo critico della sua squadra. «Non possiamo che essere felici per quello che abbiamo fatto in questa prima parte della stagione – dice l’ex direttore del Sonnino – ma alla fine della stagione mancano diciassette partite, quindi nulla è deciso ancora. Devo dire che in queste ultime due settimane c’è stata una leggera e giustificabile flessione. Ritengo questo primo posto più che meritato, nessuno ci ha mai messo sotto, poi dobbiamo riconoscere che in qualche circostanza c’è stato quel pizzico di fortuna che nel calcio serve sempre».
Un primato figlio della continuità? «Su tredici gare giocate abbiamo ottenuto undici vittorie, un pareggio e una sconfitta – continua De Angelis – quindi la continuità è stata la nostra forza. I nostri numeri sono da record. Adesso questa sosta è arrivata a puntino, i ragazzi sono in buone mani con il nostro professore, il preparatore atletico Andrea Pellicciotta. Come in ogni stagione alla ripresa arriverà il difficile. Non esiste un segreto particolare per mantenere una posizione di vetta che ci stiamo meritando dall’inizio della stagione. Se vogliamo mantenerla sarà indispensabile continuare a lavorare e, comunque, non è detto che tutto possa filare per il verso giusto. Faccio appello, dunque, alla concentrazione di tutto il gruppo, indispensabile per mantenere le idee lucide, perché alla ripresa tutti giustamente giocheranno con il coltello tra i denti contro il Sabaudia. Questa squadra ha fatto qualcosa di veramente eccezionale, ma vi prego non parliamo ancora di Promozione. Gli obiettivi vanno colti uno per volta, anche perché siamo l’unica società pontina presente in Coppa Lazio, una competizione che a questo punto è diventata importante».
Forte è chiaro il messaggio lanciato dal diesse Massimo De Angelis, il Sabaudia sarà pronto per lottare in entrambe le competizioni e per fare questo ci vuole il sostegno da parte di tutti gli sportivi di Sabaudia, una piazza che merita altri tipi di categorie, visto il suo grande blasone. Intanto dal mercato di dicembre sono arrivati l’esterno Addessi ex Fondi e Vis Sezze e il centrocampista Stefano Sarra ex Sabotino. Non fa più parte della rosa Marco Bono che è andato all’Antonio Palluzzi.

Lascia un commento