Terracina chiude in bellezza, Cisterna cade pesantemente in casa. Circe, che impresa

TUTTO facile per il Terracina che schianta con sei reti il malcapitato Tor Sapienza. Gara subito in discesa per i tigrotti che con il doppio vantaggio numerico acquisito dopo venti minuti di gioco (per le espulsioni di Saganga e Barretta) giocano sul velluto. Partita già in archivio nel primo terminato sul parziale di 5-0. Il 

Leggi tutto

TUTTO facile per il Terracina che schianta con sei reti il malcapitato Tor Sapienza. Gara subito in discesa per i tigrotti che con il doppio vantaggio numerico acquisito dopo venti minuti di gioco (per le espulsioni di Saganga e Barretta) giocano sul velluto. Partita già in archivio nel primo terminato sul parziale di 5-0. Il monologo biancoceleste inizia al 5’ quando La Cava tenta la fortuna dalla distanza. Il vantaggio è rimandato di qualche minuto. E’ il 9’ quando Morelli scappa via sul filo dell’offside arriva fino in fondo e serve a Mucciarelli la palla del vantaggio. Passano cinque minuti e Saganga nel tentativo di fermare Neri, tocca la sfera con il braccio. L’arbitro non ha dubbi e concede il rigore ai pontini, mandando sotto la doccia il giocatore romano. Dal dischetto lo stesso Neri non sbaglia. Il Tor Sapienza è alle corde. Al 24’ break di La Cava, supera la difesa prima e Colangeli poi realizzando il comodo 3-0. Poco dopo c’è gloria anche per Di Franco: il difensore in una sortita offensiva trova il diagonale del poker. In pieno recupero il Terracina come un fiume in piena va ancora in rete con Neri bravo nel tap-in da due passi. Nella ripresa visto il pesante passivo il Terracina abbassa il ritmo con il Tor Sapienza che va in rete rendendo meno pesante il punteggio: Muratore trova la via del gol al 4’ con un sinistro dalla distanza. Al 18’ è sempre Muratore a sorprendere il neo entrato Porcaro. Il Terracina si riaffaccia in avanti e colpisce una traversa e un palo con Neri. Il 6-2 momentaneo è opera di uno dei senatori dei tigrotti: Serapiglia. Al 25’ Brisicana fissa il punteggio sul 6-3 definitivo.

IL Gaeta torna alla vittoria, superando un Boville che ha pagato l’esplusione di Nardoianni ad inizio ripresa. I biancorossi hanno così riscattato le ultime sconfitte patite, guadagnando tre punti di fondamentale importanza. Una gara che il Gaeta ha voluto vincere contro un Boville ben messo in campo che, nella prima frazione di gioco ha retto alle folate offensive dei biancorossi. Mister Melchionna è stato costretto all’inizio della gaara a rinunciare al bomber De Lorenzo, colpito da un lieve malore che ha spinto il trainer a portarlo con se in panchina. al suo posto è sceso subito in campo il neo acquisto Matteo che non ha comunque le caratteristiche del compagno di squadra, ma che dopo tre minuti si è fatto apprezzare per una giocata in area ciociara. E’ il Gaeta a fare la partita, con gli ospiti pronti a ripartire. E al 42′ era Fiorelli che impegnava Cuomo in una deviazione in angolo, sugli sviluppi del quale Migliorelli indovinava la zampata giusta. Il Gaeta tentava l’immediata reazione, ma Visciglia non riusciva a fare breccia nella porta ospite. La svolta della gara giungeva al 5′ minuto quando Nardoianni colpiva il pallone con un braccio in area; l’arbitro espelleva il numero sei ciociaro per doppia ammonizione e concedeva il rigore, trasformato da Visciglia. L’aver agguantato il pari e la superiorità numerica caricava il Gaeta che si lanciava nella metà campo ospite. Zingrillo era colui che si rendeva maggiormente pericoloso con due conclusioni: una era deviata da De Roberto, mentre l’altra non centrava lo specchio della porta. Mister Melchionna si giocava la carta De Lorenzo che sei minuti dopo il suo ingresso faceva partire una “botta” dalla distanza che si insaccava all’incrocio dei pali. Un gol pesante per il bomber che, proprio perchè in non perfette condizioni, lasciva il campo al 39′. Per lui diciotto minuti, utili però per reagalare alla sua squadra tre punti pesanti. Il Boville cercava il pareggio e mister Fraioli inseriva anche Testa, ma la difesa di casa faceva buona guardia e per il gaeta giungeva un successo che fa chiudere nel migliore dei modi un 2012 molto «movimentato».

IL Formia chiude il 2012 con un pareggio in casa del Rocca di Papa. Un risultato che non soddisfa pienamente gli uomini di Pino Selvaggio ma che almeno muove la classifica, nella speranza che l’anno nuovo porti anche risultati migliori in casa biancoceleste. La formazione tirrenica parte bene e al 15’ passa già in vantaggio: su un bel filtrante in area si avventa Di Paola, che aggancia e mette in rete sul secondo palo. Ma il vantaggio dura poco: due minuti più tardi, infatti, Bastianelli ha sulla testa il pallone del pareggio su un traversone dalla destra e lo insacca in rete superando Leone in uscita. La formazione biancoceleste prova a tornare in vantaggio, ma Venerelli e Cacace – schierato a sorpresa titolare al posto di Mariniello – sembrano avere le polveri bagnate. Nella ripresa Venerelli ha tra i piedi la palla del 2-1, ma da pochi passi la manda alta sopra la traversa. Al 22’ è ancora il nuovo acquisto biancoceleste ad avere una buona occasione, ma di testa non riesce a imprimere forza, favorendo così il recupero del portiere avversario Salsano. Il Formia insiste e ci prova fino alla fine. Al 45’ è ancora Salsano a negare a Risi la gioia del gol, deviando in angolo una gran botta dalla distanza.
Alessandra Stefanelli

SI ferma a otto l’imbattibilità della Pro Cisterna. I biancocelesti chiudono nel peggiore dei modi la loro annata con una sconfitta fragorosa. Il Ceccano, infatti, viola il Bartolani con quattro reti. Un tonfo, alla vigilia nemmeno ipotizzabile visto il cammino degli uomini di Patalano nell’ultimo mese. I pontini, infatti, sono apparso sotto tono e privi di ritmo contro un Ceccano più voglioso e determinato.
LA CRONACA – La partenza è di marca ciociara con Vano che dopo pochi secondi testa subito la reattività di Sambucini con il portiere di casa che risponde presente. Al 7’ si rinnova il duello tra i due con l’estremo biancoceleste ancora devisivo. minuto buca la difesa entrando in area dalla sinistra e ancora una volta è Sambucini a mettere una pezza. I locali rispondono con Roberti e Razzini. Quest’ultimo sciupa una clamorosa occasione sparando alto da due passi a portiere battuto. Nel momento migliore dei pontini arriva la rete ospite: Tiberia approfitta dell’infortunio di Suppa per involarsi e battere Sambucini. La rete taglia le gambe alla Pro Cisterna. Da questo momento, infatti, i padroni di casa spariscono dal campo lasciando le redini del gioco al Ceccano che a metà ripresa colpisce di nuovo con Faustini. Sotto 2-0 i pontini non hanno la forza per reagire e cedono di nuovo al 28’ quando Vano anticipa in scivolata Iacobacci e fa tris. Il Ceccano padrone in campo fallisce anche un calcio di rigore alla mezz’ora con Virgili ma poco dopo, ancora l’attaccante ciociaro arrotonda il punteggio al 35’ depositando in rete una corta respinta di Sambucini.

La partenza vedeva subito i pontini partire in salita. Al 10’ infatti Ippoliti siglava la sua prima rete infilando l’incolpevole Angrisani. I ragazzi di Paloni (oggi squalificato), non si scomponevano e rimanevo in gara. Anzi, intorno al quarto d’ora pervenivano al pareggio grazie alla trasformazione dal dischetto di capitan Martellacci. Ancora Ippoliti alla mezz’ora riportava avanti i romani che chiudevano la pratica poco prima del riposo grazie all’ex Latina Kevin Zarineh. Nella ripresa i padroni di casa facevano valere il doppio vantaggio e calavano il poker al 24’ grazie alla seconda rete di giornata del loro bomber. I borghigiani chiudono così la loro annata con una sconfitta, in un 2012 comunque ricco di soddisfazioni per i biancazzurri, come la storica salvezza ottenuta nella scorsa stagione.

COLPACCIO della Nuova Circe. La banda di Marzella sbanca l’Arnaldo Marrocco di Morolo e fa scattare l’allarme in casa ciociara, dove ora è crisi piena. I sanfeliciani con una gara autorevole e giocata alla pari con i biancorossi hanno fatto bottino pieno su uno dei campi più difficili del girone «B». I pontini in virtù di questo successo chiudono il girone di andata con ventisei punti, davvero un bel bottino per una matricola.

LA CRONACA – Il tecnico dei pontini deve rinunciare in avanti a De Simone, lanciando i due Totaro in supporto di Cinelli.
Alla mezz’ora il gol che sblocca la gara in favore dei pontini. La fattura della marcatura è tutta di casa Totaro: Alessandro serve in verticale Riccardo che decentrato sulla sinistra rispetto alla porta avversaria spara un diagonale imprendibile per Salvitti.
Il raddoppio dei rossoblu arriva nel cuore della ripresa ed è firmato da Cinelli: l’ex giocatore del Latina raccoglie al meglio un cross di Berti, girandolo in rete di testa per il 2-0 che manda in archivio la gara. Quattro minuti dopo il Morolo rientra con orgoglio in gara grazie a Perrotti che spinge di testa in rete una palla proveniente da calcio d’angolo. Il forcing nel finale non produce il pari ciociaro con Marzella ed i suoi ragazzi che possono festeggiare al triplice fischio l’impresa del Marrocco.

SCONFITTA esterna per il Podgora che lascia l’intera posta alla Lupa Monterotondo. I romani hanno fatto valere tutta la loro caratura al cospetto di una formazione, quella pontina, che ha provato a tenere testa alla più quotata compagine attrezzata per fare un campionato di vertice. Alla fine a fare la differenza le doppiette di Ippoliti e Zarineh.

GAETA-ATL. BOVILLE 2-1
Gaeta: Cuomo, Mantoan, Colozzi M., Romeo, Di Emma, Bosco, Sandu (26’ st Armenio), Leccese, Matteo, Visciglia (21’ st De Lorenzo-39’ st Cardi), Zingrillo. A disp.: Maffeo, De Meo, Colozzi F, Monaco. All.: Melchionna.
Atl. Boville: De Robertis, Santopadre P., Del Gaudio, Santopadre A., Pagnani, Nardoianni, Cerroni, Iozzi, Fiorelli (12’ st Vitali), Migliorelli (32’ st Testa), Paolillo (26’ st Grossi). A disp.: Parravano, Salvatori, Palmigiani, De Gennaro. All.: Fraioli.
Arbitro: Guglielmi di Roma 1 (Lo Martire-Biron di Roma 2).
Marcatori: 43’ pt Migliorelli, 7’ st rig. Visciglia, 27’ st De Lorenzo
Note – Espulsi: al 16’ pt l’allenatore del Gaeta Melchionna per proteste, al 6’ st Nardoianni per somma di ammonizioni; ammoniti Sandu, Matteo, Visciglia (G),
Nardoianni, Del Gaudio, Fiorelli (B); recupero 1’ pt, 4′ st

ROCCA DI PAPA NEMI-FORMIA 1-1
Rocca di Papa: Salsano, Cipriani, Angelucci, Barbetta (24’ st Milordi), Fatello, Battistelli, Tiberi, Brunetti, Bastianelli, Pieri (32’ st Pompili), Rendina (40’ st Petrosino). A disp.: Ceccacci, Serafini, Davato, Sardini. All.: Panno
Formia: Leone, Diana, Scipione, Pellino, Alterio, Risi, Di Paola, De Santis (29’ st Volpe), Venerelli, Parasmo, Cacace (10’ st Petronzio). A disp.: Falco, Turripano, Carofano, Mastroianni, Mariniello. All.: Selvaggio
Arbitro: Mattera di Roma 1. Assistenti Santostefano di Viterbo e Abbatecola di Cassino
Marcatori: 15’ pt Di Paola, 17’ st Bastianelli
Note: ammoniti Barbetta, Angelucci , Pompili (R), Pellino (F).

PRO CISTERNA 1926 – CECCANO 0-4
Pro Cisterna 1926: Sambucini, Iacobacci, Pinna (16’st Callori), Suppa (44’pt Mariti), Razzini, Incitti, De Gennaro (38’st D’Amico), Martelli, Federici, Troisi, Roberti. A disp.: Ciccarelli, Maisto, Di Girolamo, Gesmundo. All.: Patalano
Ceccano: Fiorini, Pavia, Faustini, Braccani, Amoroso, Tiberia (36’st Pirci), Virgili, Pestrin, Vano, Colafranceschi, Flamini (42’st De Persiis). A disp.: Rossi, Pullo, Pignoli, Incitti, Coloi. All.: Adinolfi
Marcatori: 44’pt Tiberia, 23’st Faustini, 28’st, 35’st Vano
Arbitro: Maranesi di Ciampino
Note – Espulsi: al 23’st RazziniAmmoniti: Braccani, Pestrin, Roberti, Iacobacci, Sambucini

TERRACINA – TOR SAPIENZA 6-3
Terracina: Salemme (41’pt Porcari), Bernisi (41’pt Altobelli), Serapiglia, Vitale, Di Franco, Botta, Neri, Mucciarelli, Morelli (12’st Langiotti), La Cava, Schiavon. A disp.: D’Andrea, Notarfonso, Di Florio, Borelli. All.: Cucciari
Tor Sapienza: Colangeli, Alongi (45’pt Muscia) Sganga, Barretta, Misano, Antonica, Brisciana (30’st Spoletini), Palombi, Fadda (7’st De Bartolo), Tabascio, Muratore. A disp.: Salatino, Bruno, Belhouchet, Vandini. All.: Apuzzo
Marcatori: 9’pt Mucciarelli, 14’pt, 47’pt Neri, 24’pt La Cava, 45’pt Di Franco, 4’st, 18’st Muratore, 24’st Serapiglia, 25’st Brisciana
Note – Espulsi: al 14’pt Saganga, al 19’pt Barretta. Ammoniti: Botta. Spettatori

MONTEROTONDO LUPA – BORGO PODGORA 4-1
Monterotondo L.: Placidi, Amici (28’st Abis), Cimini, Dudu, Piccheri, Muzzaghi, Aglitti (40’st Antonelli). Beccarini, Zarineh, Ippoliti (15’ st Pucino), Attili. A disp.: Del Gaudio, Forti, Conciatori, Carletti. All.: Paris
B.Podgora: Angrisani, Trapani, Pacchiarotti, Cannariato, Sossai, Latini, Martena, Martellacci, Crocetti (25’st Ciotti), Fratangeli, Cassandra. A disp.: Ristic, Armeni, Schiavon, Di Giulio, Grasso, Porcelli. All.: Prisco (Paloni squalificato)
Arbitro: Ancora di Roma 1
Marcatori: 10’pt, 28’pt Ippoliti, 16’pt rig. Martellacci, 42’pt, 24’st Zarineh

MOROLO – NUOVA CIRCE 1-2
Morolo: Salvitti, Frioni, Orsinetti, Capuano, Lisi, Marongiu, Frasca, Salvi, Perrotti, Cacciaglia, Martino. A disp.: Sidqui, ndow, Paris, Melucci, Carlini, Caponera, de Angelis. All.: Perrotti
Nuova Circe: Corsi, Toti, Berti, Omizzolo, Fiore, Onorato, Di Matteo, Bernardo, Totaro R., Cinelli, Totaro A. A disp.: Bernola, Sannino, Falso, De Santis, Fedeli C., Fagioli, Fedeli M. All.: Marzella
Marcatori: 34’pt Totaro R., 24’st Berti, 37’st Perrotti
Note – Ammoniti: Omizzolo, Fiore, Di Matteo

Lascia un commento