Latina, altri tre punti da grande

Vittoria fondamentale per il Latina che batte di misura la Carrarese nell’ultima gara del 2012 e del girone di andata e si lurea virtualmente campione d’inverno. I nerazzurri restano infatti dietro all’Avellino ma sono in attesa del verdetto del match di domenica scorsa sospeso tra primo e secondo tempo contro la Paganese. LA CRONACA – 

Leggi tutto

Vittoria fondamentale per il Latina che batte di misura la Carrarese nell’ultima gara del 2012 e del girone di andata e si lurea virtualmente campione d’inverno. I nerazzurri restano infatti dietro all’Avellino ma sono in attesa del verdetto del match di domenica scorsa sospeso tra primo e secondo tempo contro la Paganese.

LA CRONACA – Contro la Carrarese mister Pecchia come al solito mette mano all’undici titolare e disegna il suo 4-3-3 con qualche novità. Davanti a Bindi, infatti, la linea a quattro vede a sinistra la novità Giacomini, a completare la linea composta da Milani a destra e Agius con De Giosa a far coppia al centro. A centrocampo il tridente Sacilotto, Cejas e Burrai sostiene la punta cental Kola con gli esterni Barraco (a sinistra) e Gerbo (a destra) in appoggio. Il canovaccio sembra subito palesarsi davanti al pubblico del Francioni. Latina a fare gioco e Carrarese a difendersi. La squadra ospite resiste ai costanti attacchi dei padroni di casa che si fanno vedere per la prima volta al 9′: schema su calcio di punizione. Burrai per Giacomini, sinistro al volo che Cicioni respinge con i pugni. Due minuti dopo timita risposta della Carrarese con una stilettata di Orlandi tesa ma fuori. I nerazzurri cominciano a premere con più insistenza e la naturale conseguenza è la rete del vantaggio. Al 15′ è un’azione perfetta quella che porta all’1-0. Barraco scende a sinistra, crossa al centro dove Sacilotto si avvita sul pallone prolungando di testa sul secondo palo dove irrompe Kola. Piatto destro sotto misura per il vantaggio nerazzurro. Trovato il vantaggio il Latina comincia a fare accademia. Al 24′, però, la Carrarese prova a reagire. Prima con un tiro di Belcastro che esce di un soffio fuori, poi con due pericolosi colpi di testa di Mancuso, tra il 37′ ed il 39′ con la palla che, nel secondo caso, esce davvero di poco.

LA RIRPESA – Nella ripresa i toscani entrano in campo indubbiamente più determinati. Al 4′ – Corticchia scende a destra: palla dentro che Benassi devia sotto misura. Bindi para sulla linea. Due minuti dopo ancora Carrarese pericolosa. Margiotta lavora una bella palla al limite. Due finte a rientrare, discesa in area e tiro di poco alto. Serve una scossa ad un Latina forse troppo accademico. Pecchia la cerca dalla panchina, inserendo Jefferson per Gerbo e spostando quindi Kola sulla sinistra. Al 12′ primo lampo del bomber brasiliano, che si avventa su una palla vagante in area su angolo di Burrai ma non trova in spaccata lo specchio della porta. Poco dopo è il turno di Tortolano prendere il posto in avanti per un Barraco che aveva speso moltissimo. Ma il match si addormente, senza regalare praticamente alcuna emozione. Tanto gioco a centrocampo con le due difese che annullano i rispettivi attacchi. Il match si trascina lento fino al 90′. Da segnalare i sei minuti di recupero accordati dalla terna arbitrale nel corso dei quali il Latina finisce in avanti portando a casa una vittoria sofferta.

LATINA – ALATINA – CARRARESE 1-0

Latina: Bindi, Milani, Giacomini (34’st Cafiero), Cejas, Agius, De Giosa, Barraco (20’Totrolano), Burrai, Agodirin, Sacilotto, Gerbo (8’st Jefferson). A disp.: Ioime, Bruscagin, Pagliaroli, Tulli. All.: Pecchia

Carrarese: Cicioni, Lanzoni, Alvaro, Pestrin, Benassi, Melucci, Corticchia (17’st Tognoni), Corrent (32’pt Margiotta), Mancuso, Belcastro, Orlandi (36’st Ciciretti). A disp.: Piscitielli, Alcibiade, Chella, Bregliano. All.: Di Costanzo

Arbitro: Pelagatti di Arezzo. Assistenti: Bottegoni di Terni e Mariani di Perugia.

Marcatori: 15’pt Agodirin

Note – Espulsi: 41’st Ioime dalla panchina per proteste. Ammoniti: Lanzoni, Sacilotto, Benassi. Recuperi: 2’pt – 6’st. Osservato un minuto di silenzio e Latina con il lutto al braccio per ricordare il piccolo Filippo Corbi, il bambino di soli tre anni scomparso ieri per un grave incidente stradale.

Lascia un commento