Eccellenza, il Cisterna ora insegue il Terracina nella giornata dei derby

QUATTRO punti di vantaggio ad una giornata dal giro di boa. Il Terracina grazie al succsso arrivato ieri mattina al Buongiorno contro il Podgora festeggia, con un turno di anticipo il tiotlo di campione d’inverno. Un primo passo verso quell’obiettivo finale chiamato Serie D. La formazione di Cucciari ha fatto valere le proprie individualità contro 

Leggi tutto

QUATTRO punti di vantaggio ad una giornata dal giro di boa. Il Terracina grazie al succsso arrivato ieri mattina al Buongiorno contro il Podgora festeggia, con un turno di anticipo il tiotlo di campione d’inverno. Un primo passo verso quell’obiettivo finale chiamato Serie D. La formazione di Cucciari ha fatto valere le proprie individualità contro una formazione, quella borghigiana che ha pagato dazio con la sua inesperienza, rimanendo in dieci per settantacinque minuti di gioco.

LA CRONACA – Intorno al quarto d’ora l’episodio che cambia volto alla gara: il direttore di gara concede un calcio di rigore ai tigrotti su segnalazione del suo primo assistente tra le proteste dei locali. Dal dischetto lo specialista Marzullo non sbaglia, portando in vantaggio i suoi. Un minuto dopo piove sul bagnato in casa Podgora. Tiligna, ingenuamente colpisce un avversario in maniera scorretta, il fischietto di Torino, Milardi non ha dubbi e spdisce sotto la doccia il numero quattro. I due episodi rischiano di far saltare il banco in casa Podgora ma i ragazzi di Paloni hanno con testa e ordine tengono botta ai più quotati tirrenici rimanendo in gara. Ad inizio ripresa però il Terracina chiude la pratica al 5’ con la rete del raddoppio a firma di Mucciarelli. Gara in ghiaccio con l’ultimo arrivato Morelli che a dieci minuti dalla fine arrontonda il risultato con la terza rete bagnando così al meglio il suo esordio.

ANCORA una sconfitta per il Formia di Pino Selvaggio, che dopo il 3-0 a tavolino rimediato per non essere sceso in campo nel derby contro il Terracina perde anche in casa contro il Monterotondo e resta inchiodato in zona retrocessione. Con Mariniello out per infortunio e Parasmo ai box per febbre, Selvaggio lancia una formazione, con i nuovi acquisti Risi e Venerelli subito in campo dal primo minuto. La prima occasione dell’incontro arriva all’11’: corner battuto da Scipione, la palla arriva a De Santis che manda fuori. Al 16’ clamorosa occasione per la formazione romana con Attili, bravissimo nell’occasione Leone a fermarlo solo davanti alla porta. Un minuto più tardi è ancora Sola a impegnare l’estremo difensore biancoceleste, che compie un altro grande intervento. Al 28’ ancora ospiti vicini al vantaggio con Di Paola, che dalla distanza coglie in pieno la traversa. Il legno ferma anche il Formia per ben due volte al 37’: punizione di Turripano per Venerelli, che di testa colpisce la traversa con il pallone che torna in campo, a quel punto è Alterio a centrare ancora la traversa a Placidi battuto. Nella ripresa i biancocelesti provano a dare continuità alla manovra offensiva e vanno due volte vicini al gol con Risi. Gli ospiti ci provano al 15’ con Beccarini, ancora stratosferico Leone. L’occasione più clamorosa per il vantaggio biancoceleste arriva al 39’: Pucino atterra in area proprio il nuovo arrivato in casa Formia e l’arbitro decide per il rigore. Dal dischetto, però, Venerelli si fa ipnotizzare da Placidi, che salva la propria porta. Al 44’ arriva il vantaggio ospite: punizione di Beccarini per Attili, che al volo trova il clamoroso 0-1 in extremis.
Alessandra Stefanelli

LO scontro pontino va alla Pro Cisterna. La banda di manolo Patalano si prende, sul neutro di Sperlonga, l’intera posta in palio contro una Nuova Circe, che non ha offerto una delle sue migliori perfomance. I ragazzi di Marzella infatti, sbagliano l’approccio alla gara lasciando il pallino del gioco ai cisternesi che senza creare grosse occasioni da rete rimangono in costante proiezione dall parti di Corsi. Alla fine pesa come un macigno nell’conomia del risultato la zuccata al quarto minuto di recupero di Galasso.  La prima occasione da registrare è di marca locale e porta la firma del solito De Simone: il bomber di casa ben innescato dal settore destro del campo da Cinelli si ritrova tutto solo davanti a Sambucini ma di testa spara alto. Risponde la Pro Cisterna con azioni ben sviluppate sulle corsie laterali ma Corsi non deve impegnarsi in modo decisivo.
Nella ripresa i ritmi non cambiano, con lo stesso copione della prima frazione che si consuma nella seconda parte di gara. La sfida si accende nelle battute finali, quando il tecnico ospite butta nella mischia due attaccanti, Roberti e Mariti, provando l tutto per tutto. Al novantesimoi Corsi per la Nuova Circe è miracoloso sulla conclusione di Federici tenendo così i suoi a galla. A pochi secondi dal triplice fischio un cross dalla destra non viene intercettato da Corsi in uscita con Galasso che si ritrova la porta spalancata e di testa deposita l’1-0 che vale l’ottavo successo in campionato e il secondo posto in coabitazione con la Lupa Monterotondo.

SECONDA sconfitta consecutiva per il Gaeta, che ha incassato cinque reti nella trasferta di Ceccano. Non sono bastati agli uomini di mister Melchionna le tre reti siglate da Emma, Capuozzo e De Lorenzo, per avere ragione di un Ceccano che ha avuto nella coppia Vano-Colafranceschi gli uomini decisivi. Eppure le cose si erano messe bene per i biancorossi, che dopo appena nove minuti passavano in vantaggio con Emma, che pochi minuti prima si era fatto pericoloso dalle parti di Fiorini. Nel frattempo il bomber Vano aveva impegnato il giovane Maffeo, che doveva capitolare per due volte nel giro di tre minuti. Il Gaeta Non si disuniva e dopo due tentativi mancati di poco, era Capuozzo che regalava il pari ai pontini. La partita ritornava in equilibrio, ma solo per tre minuti, perché Flamini e Vano regalavano il doppio vantaggio ad un Ceccano che ha sfruttato le amnesie della squadraa locale, che ha potuto contare sulla forza fisica del suo numero nove, capace di far reparto da solo. Nella ripresa i padroni di casa di mister Adinolfi chiudevano il conto con Colafranceschi e la rete del 5-3 di De Lorenzo, servito da Emma, serviva solo a rendere meno amara una sconfitta che deve far riflettere. I cinque goal subiti costituiscono un campanello d’allarme per mister Melchionna, che dovrà correre ai ripari per risistemare una formazione che ieri ha concesso troppo.

BORGO PODGORA- TERRACINA 0-3
Borgo Podgora: Ristic, Trapani, Pacchiarotti, Tiligna, Sossai, Latini, Cifra (20’pt Martena), Martellacci, Porcelli (45’pt Schiavon), Fratangeli (43’st Armeni), Cassandra. A disp.: Angrisani, Di Giulio, Grasso, Crocetti. All.: Paloni
Terracina: Salemme, Bernisi, Serapiglia, Vitale, Di Franco, Botta, Neri (22’st Di Florio), Mucciarelli, Morelli (90’ Botticella), Marzullo (30’st La Cava), Schiavon. A disp.: D’Alessio, Altobelli, Notarfonso, Langiotti. All.: Cucciari
Marcatori: 15’pt rig. Marzullo, 5’st Mucciarelli, 35’st Morelli.
Note – Espulsi: al 16’pt Tiligna. Ammoniti: Trapani, Fratangeli, Vitale, Di Franco, Marzullo, Schiavon.

FORMIA-MONTEROTONDO LUPA 0-1
Formia: Leone, Diana, Turripano, Pellino, Alterio, Risi, Di Paola (37’ st Petronzio), De Santis, Venerelli, Volpe, A. Scipione. A disp.: Falco, Carcarino, Cacace, C. Scipione, Carofano, Di Stasio. All.: Selvaggio
Monterotondo Lupa: Placidi, Amici, Cimini, Diaw, Pucini, Beccarini, Sola (18’ st Antonelli), Muzzachi, Zarineh (10’ st Ponzio), Aglitti (34’ st Abis), Attili. A disp.: Mennini, Forti, Conciatori, Piccheri. All.: Mercurio
Arbitro: Capelli di Bergamo, assistenti: Russo di Roma 2 e Tempestilli di Roma 1
Marcatori: 44’ st Attili
Note – Ammoniti Muzzachi, Beccarini, Diaw, De Santis, Pucino, Alterio. Recuperi 2’ e 3’.

NUOVA CIRCE – PRO CISTERNA 0-1
Nuova Circe: Corsi, Toti, Fedeli, Omizzolo, Fiore, Onorato, De Simone (45’st Berti), Bernardo, Totaro R., Totaro A., Cinelli (26’st Di Matteo). A disp.: Bernola, Falso, De Santis, Repele, Fagioli. All.: Marzella
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Pinna, Suppa (42’st Mariti), Galasso, Razzini, De Gennaro, Di Girolamo (7’st Roberti), Federici, Cini (19’st Martelli), Troisi. A disp.: Ciccarelli, Maisto, Callori, D’Amico. All.: Patalano
Arbitro: D’Auria di Roma1
Marcatori: 49’st Galasso
Note – Ammoniti Fedeli, Totaro R., Galasso, Troisi

CECCANO – GAETA 5-3
Ceccano: Fiorini, Pavia, Faustini, Braccani, Amoroso, Tiberia, Virgili (38’st Pirri), Pestrin, Vano, Colafranceschi (20’st Colò), Flamini (8’st De Persis). A disp.: Stellati, Incitti, Pullo, Pignoli. All.: Adinolfi.
Gaeta: Maffeo, Mantoan (39’st Cardi), De Fenza (28’st Sandu), Formidabile, (13’st Romero), Calabrese, Di Emma, Emma, Leccese, De Lorenzo, Capuozzo, Zingrillo. A disp.: Cuomo, Colozzi, De Meo, Armenio. All.: Melchionna.
Arbitro: Di Marco di Aprilia.
Marcatori: 9’pt Emma, 13’pt Vano, 15’pt Colafranceschi, 35’pt Capuozzo, 38’pt Flamini, 44’pt Vano, 6’st Colafranceschi, 24’st De Lorenzo.
Note – Ammoniti Virgili, De Lorenzo, Vano, Mantoan

Lascia un commento