Aprilia, ancora un ko

NON si vede la fine del tunnel imboccato dall’Aprilia. A Chieti arriva la seconda sconfitta consecutiva e la sesta partita di seguito senza trovare i tre punti. Crisi di risultati, insomma, che hanno fatto cadere la truppa di Vivarini a -6 dalla capolista Salernitana e a -4 dalla seconda in classifica Pontedera. Per le rondinelle, 

Leggi tutto

NON si vede la fine del tunnel imboccato dall’Aprilia. A Chieti arriva la seconda sconfitta consecutiva e la sesta partita di seguito senza trovare i tre punti. Crisi di risultati, insomma, che hanno fatto cadere la truppa di Vivarini a -6 dalla capolista Salernitana e a -4 dalla seconda in classifica Pontedera. Per le rondinelle, comunque, si conserva il terzo posto in classifica due punti di vantaggio sull’Aquila. Per la prima volta Vivarini viene battuto dal suo ex Chieti, favorito, a dire il vero, dall’espulsione dalla mezzora di Cane che ha lasciato l’Aprilia in dieci uomini per tutto il secondo tempo con il risultato fermo sull’1-1.

LA CRONACA – Quattro le novità nell’undici di partenza che mister Vivarini ha preferito per questa delicata sfida a Chieti. Coppia difensiva inedita con Formato e Stankovic al posto dello squalificato Sembroni e Diakite in non perfette condizioni fisiche. Davanti ai due centrali di centrocampo esordio in questo campionato dal primo minuto di Gomes, mentre a sinistra la novità di Corsi. Al quarto d’ora partenza sprint dell’Aprilia che al 15’usufruisce di un calcio di rigore per l’Aprilia. Tutto nasce da un calcio d’angolo di Criaco lungo, arriva Stankovic che di testa schiaccia, il pallone viene intercettato con una mano dal difensore Gigli che prende anche il giallo. Sul dischetto Ferrari realizza il gol del vantaggio. Al 21’azione pericolosa dell’Aprilia con una ripartenza veloce di Gomes che appoggia al centro per Croce che non calcia di prima intenzione ma preferisce a sua volta servire il compagno Ferrari pescato però in off-side. Prima risposta del Chieti, con un diagonale di De Sousa che esce di un soffio. Poi tocca a Mugno che a pochi metri fallisce una buona occasione. Alla mezzora grande intervento di Di Vincenzo su Alessandro ben servito da Mungo. Il rosso sventolato in faccia a Cane, al 32’, per doppia ammonizione, è l’ultimo barlume di resistenza del Latina. Al 43’, infatti, arriva il pareggio, sempre su calcio di rigore. De Sousa lavora un buon pallone in area, Croce su raddoppio commette fallo non lasciando scelta al direttore di gara. Dal dischetto De Sousa è freddo a spiazzare Di Vincenzo per il gol del pari.
Nella ripresa subito botta e risposta tra Croce e De Sousa, ma al 3’ arriva il raddoppio chietino. De Sousa, sempre lui, dal limite dell’area lascia partire un sinistro forte e piazzato che si insacca all’angolo basso sinistro della porta difesa da Di Vincenzo. Ma l’Aprilia non accusa il colpo, anzi, ha l’occasione per il pareggio appena tre minuti più tardi. Ma è clamoroso l’errore di Gomes che in velocità entra in area e, a tu per tu con Feola, calcia forte senza cogliere lo specchio della porta. Il Chieti ringrazia e chiude il conto al 28’ con il tris grazie ad una vera e propria invenzione di Mugno che dal limite dell’area di rigore inchioda ancora Di Vincenzo. Lo stesso portiere apriliano salva i suoi dalla debacle al 28’. Strepitoso il suo riflesso prima sul tiro di Alessandro e poi sul tentativo di tapin sotto misura di Vitone. Nel finale sussulto orgoglioso dei pontini che sfiorano il 3-2 con Calderini, che entra in area si defila sulla destra e lascia partire un cross al centro velenoso sul quale Ferri Marini non arriva per questione di centimetri.

CHIETI – APRILIA 3-1
Chieti: Feola, Bigoni, Di Filippo, Del Pinto, Pepe, Gigli, Verna, Vitone, De Sousa (24’st Capogna), Mungo, Alessandro (41’pt Cardinali). A disp.: Cappa, Barbone, Rossi, Di Properzio, Di Stefano. All.: De Patre.
Aprilia: Di Vincenzo, Cane, Carta, Croce, Stankovic, Formato (33’pt Marfisi), Criaco (12’st Ferri Marini), Amadio, Ferrari (23’st Calderini), Gomes, Corsi. A disp.: Caruso, Tundo, Fabiani, Sassano. All: Vivarini.
Arbitro: Lanza di Nichelino. Assistente: Pagnotta di Nocera e Ferraioli di Nocera.
Marcatori: 15’pt (rig.) Ferrari, 43’pt (rig.) e 5’st De Sousa, 28’st Mungo
Note – Espulsi: 31’pt Cane; 44’st Capogna. Ammoniti: Cane, Gomes, Bigoni. Calci d’angolo: 4-5. Recupero: 2’pt e 3’st

Lascia un commento