L’Aprilia non sa più vincere e perde la vetta

QUESTO Aprilia non sa più vincere. Al «Quinto Ricci» arriva la seconda sconfitta interna stagionale per mano del Gavorrano. I biancoazzurri allungano così a cinque le partite consecutive senza trovare tre punti perdendo così la vetta della classifica dove la Salernitana non accenna a fermarsi con il Pontedera ad inseguire. Suona l’ennesimo campanello d’allarme in 

Leggi tutto

QUESTO Aprilia non sa più vincere. Al «Quinto Ricci» arriva la seconda sconfitta interna stagionale per mano del Gavorrano. I biancoazzurri allungano così a cinque le partite consecutive senza trovare tre punti perdendo così la vetta della classifica dove la Salernitana non accenna a fermarsi con il Pontedera ad inseguire. Suona l’ennesimo campanello d’allarme in via Bardi, anche se, ai punti, un pareggio sarebbe stato addirittura stretto alle rondinelle, che devono fare i conti con una dose enorme di sfortuna tradotta in tre pali colpiti, un gol annullato per dubbio fuorigioco e tante, troppe occasioni da rete non concretizzate per imprecisione sottoporta. Un dato, questo, che deve comunque far riflettere Vivarini, che ha visto segnare i suoi solamente tre volte nelle ultime cinque uscite in campionato. Un dato totalmente discrepante rispetto al cammino da record in termini realizzativi di inizio stagione.

LA CRONACA – Eppure l’Aprilia, come detto, parte forte. Al 3’ gol annullato a Ferri Marini per fuorigioco dopo una bella azione sulla fascia destra partita da Cane e rifinita da Criaco, che crossa al centro per la zuccata vincente del centravanti finito, però, in dubbio offside. Al 10’ si apre il conto con la dea bendata. E’ la traversa a dire di no a Ferrari. L’azione parte da un lancio di Sembroni per Calderini, che taglia tutto il campo trovando l’attaccante modenese bravo ad arrestare in area e calciare a botta sicuro colpendo però la trasversale di Lanzano. La beffa arriva puntuale un minuto dopo. Il primo affondo ospite corrisponde con il gol: tiro dal limite forte di Rosati, Di Vincenzo respinge con i pugni ma il pallone finisce sui piedi di Nocciolini che solo davanti alla porta non sbaglia. Trovato un gol insperato il Gavorrano ha un motivo in più per arroccarsi nella propria metà campo. Per essere ancora pericoloso l’Aprilia ci mette altri 26’, quando un corner di Croce pesca in area il solito Ferrari colpisce di testa con il pallone che è di poco alto sulla traversa. Prima del ripsoo capitan Croce ci prova per conto proprio con un bolide da fuori troppo centrale per impensierire Lanzano. Nella ripresa serve una svolta. I biancoazzurri partono forte, fortissimo. Al 3’ cross dalla sinistra di Tundo mette apprensione in area. Al 10’ azione pericolosa del Gavorrano con Gurma che entra in area e calcia a botta sicura, Di Vincenzo si allunga e tocca quel tanto che basta per mettere il pallone in calcio d’angolo. Nel botta e risposta tocca a Lanzano esaltarsi sulla botta di Ferri Marini. Al 23’ Aprilia ancora vicino al pareggio: tiro-cross di Tundo dalla sinistra, il pallone filtra in area senza nessun tocco ed il portiere non arriva sul pallone che finisce di pochissimo fuori. Vivarini cambia qualcosa: dentro Corsi, Carta e Gomes. I risultati si vedono al 29’, quando proprio il portoghese compie una prodezza in rovesciata. Ma ancora la traversa nega la gioia del gol al giovane attaccante. Con l’Aprilia completamente proteso in avanti, il Gavorrano va vicinissimo al raddoppio. Minuto 37’, Gurma a pochi passi da Di Vincenzo incorna a botta sicura, trovando però l’esaltante risposta del numero uno pontino. L’Aprilia non riuscirà più ad essere pericoloso. Il Gavorrano ringrazia ed espugna il Quinto Ricci.

APRILIA – GAVORRANO 1-0
Aprilia
: Di Vincenzo, Cane, Tundo, Croce, Sembroni, Diakite (13’st Corsi), Criaco (20’st Carta), Amadio, Ferrari, Calderini, Ferri Marini (28’st Gomes). A disp.: Caruso, Carta, Stankovic, Corsi, Fabiani, Marfisi, Gomes. All.: Vivarini.
Gavorrano: Lanzano, Mazzanti (18’st Messina), Romiti, Nicoletti, Miano, Fatticcioni, Zane, Rosati (35’st Della Latta), Gurma, Lo Sicco, Nocciolini (43’st Moscati). A disp.: Addario, Alderotti, Peluso, Grifoni. All.: Buso

Arbitro: Di Martino di Teramo. Assistenti: Zuccaro di Napoli e Guarino di Frattamaggiore
Marcatori: 23’pt Nocciolini
Note – Ammoniti: Gurma, Lanzano, Romit,Diakite, Sembroni,Tundo, Amadio.
Calci d’angolo: 9 a 3 per Aprilia. Spettatori: 400.

Lascia un commento