Terracina fermato sul pari. Bene Cisterna, Gaeta e Podgora

IL big match di giornata termina in parità. Il Terracina non approfitta del passo falso in mattinata del Morolo e impatta al raimondo Vianello per 1-1 contro la Lupa Monterotondo. I tigrotti devono mangiarsi le mani per non aver gestito il vantaggio acquisito nei primi minuti, arrendendosi a tre minuti dal termine grazie al colpo 

Leggi tutto

IL big match di giornata termina in parità. Il Terracina non approfitta del passo falso in mattinata del Morolo e impatta al raimondo Vianello per 1-1 contro la Lupa Monterotondo. I tigrotti devono mangiarsi le mani per non aver gestito il vantaggio acquisito nei primi minuti, arrendendosi a tre minuti dal termine grazie al colpo da biliardo di Ciasca.

LA CRONACA – partenza a chiare tinte pontine, con il Terracina autoritario che rintana la formazione nella propria trequarti, merito di un centrocampo denso che non lascia fiato all’undici locale. Al 25’ arriva il meritato vantaggio dei tigrotti con La Cava bravo nel taglio in area e colpire a rete la sfera.
Il gol sveglia la formazione di mister Paris con il Terracina pigro, che arretra il suo baricentro invece di chiudere il match. I locali premono davanti a salemme e vanno vicini al pareggio prima del riposo con le occasioni di Ciasca prima e Beccarisi poi. Nella ripresa il copione non cambia con i romani che fanno la gara e il terracina sornione pronto a ripartire in contropiede. Salemme in due circostanze tira un sospiro di sollievo quando le due conclusione di Ciasca e Ascenzi si infrangono sulla traversa. la gara poi vive attimi tremendi e concitati quando Campobasso in un duello sul settore destro del campo mette male la gamba girandosi il ginocchio. Per difensore si sospetta una rottura dei legamenti. il gioco ricomincia con il monologo della Lupa Monterondo e a tre minuti dal termine trova il meritato 1-1: si accende un batti e ribatti in area pontina, con la difesa di miset cucciari che rinvia sui piedi di Ciasca, apposta dal limite che prova di prima intenzione trovando il giusto pertugio alle spalle di Salemme.

QUARTA vittoria consecutiva del Gaeta, che espugna il campo del Lariano Velletri e si porta al sesto posto. Un successo all’inglese per i biancorossi, che porta la firma dei due bomber Capuozzo e Visciglia. L’undici di mister Melchionna ancora una volta ha dimostrato personalità e qualità, andando a vincere sul terreno di una squadra che è stata anche scavalcata in classifica. I tirrenici hanno giocato un primo tempo di livello, mettendo in difficoltà la squadra castellana, che poco dopo mezzora era sotto di due reti. E già dall’avvio di gara si era visto che i pontini volevano centrare il successo a tutti i costi. Al 4′ minuto era Elitro che si faceva pericoloso, ma il portiere del Lariano faceva buona guardia. Era il preludio al gol che giungeva poco prima della metà del primo tempo con Capuozzo, lesto a ribattere in rete una conclusione di Sandu, ribattuta dalla difesa. Il goal metteva le ali ai biancorossi e Capuozzo sfiorava al raddoppio a metà tempo con un colpo di testa che finiva a lato di un soffio. Il tanto atteso raddoppio giungeva pochi minuti prima del riposo con Visciglia, bravo a trovare la traiettoria giusta per superare ancora una volta il numero uno castellano. Si chiudeva un primo tempo comandato dal Gaeta, che nel secondo tempo amministrava il vantaggio, ma non disdegnava puntate in avanti che avrebbero potuto portare anche alla terza marcatura. In apertura di ripresa era ancora Capuozzo che si faceva vedere, imitato dopo pochi minuti da Emma. Il Lariano impegnava Maffeo al 4′ minuto con una conclusione di Scacchetti. Il resto della gara offriva ben poco e per il Gaeta la vittoria conferma il momento positivo della squadra, che ha giocato con autorità.

CON un gol per tempo il Podgora ingrana la terza vittoria consecutiva, che la lancia a diciotto punti. Una serie positiva iniziata con il successo sulla corazzata Morolo, continuata con l’Anitrella e ieri al Valmontone. Un filotto che da fiducia all’ambiente biancazzurro consciò però di tenere i piedi ben saldi in terra visto che l’attuale posizione, la vede nel calderone dei playout. Infatti con lo stesso punteggio dei borghigiani ci sono ben cinque formazioni, per una classifica corta. Il gol che sblocca la partita in favore della squadra di Paloni arriva nelle battute iniziali, quando Cifra (10’) inchioda Caldaroni per l’1-0. Nel mezzo la possibilità per il raddoppio casalingo come il possibile pari ospite ma ad un minuto dal termine, ci pensa il solito Cassandra a togliere ogni dubbio con la rete del 2-0. Ora il Podgora è atteso dalla prova del fuoco nella trasferta di Artena, ieri uscita sconfitta dal Nicola Perrone di Formia per 3-2.

LA Pro Cisterna mette la sesta. La squadra di Manolo Patalano, viola il Caslini di Colleferro per 2-1 e rimane in scia delle grande del girone. Gara subito in discesa grazie all’autorete di Figlioli. Il gol prima del riposo di Liccardi ha tagliato le gambe ai rossoneri che nella ripresa hanno provato a rientrare in gara con la rete di Amici ma si sono scontrati con il muro difensivo eretto dai biancocelesti
LA CRONACA – Partenza shock per la formazione locale che sotto di una rete per la sfortunata deviazione verso la sua porta del difensore Figlioli. I pontini ringraziano e amministrano il vantaggio. Liccardi sponda di riferimento prova ad innescare Troisi che alle sue spalle prova a sfruttare la sua velocità per incunearsi tra le maglie della difesa rossonera. I locali dal canto loro provano a testa bassa a trovane il gol del pari ma i loro attacchi risultato confusi e sterili. prima del riposo Liccardi, sempre più vicino al top della forma trova la via della rete che vale il 2-0 e taglia le gambe alla formazione di Ciardi.
La ripresa il copione vede il Colleferro fare la gara con la pro Cisterna accorta dietro e pronta a ripartire in velocità. Al 14’ Amici riapre il match con il tecnico cisternese Patalano che decide poco dopo di coprirsi, inserendo un difensore, Ciaciò al posto dell’attaccante Liccardi. Una mossa che si rileverà efficace visto che i biancocelesti escono con l’intera posta in palio da Caslini, agganciando la Lupa Monterotondo al terzo posto.

VITTORIA sofferta ma fondamentale per il Formia che al «Perrone» batte per 3-2 la Vis Artena e ottiene tre punti fondamentali in ottica salvezza. La formazione allenata da Pino Selvaggio comincia bene nonostante il campo non permetta una circolazione di palla ottimale. Dopo 7 minuti la formazione biancoceleste si rende pericolosa con un calcio di punizione di Mariniello, centrale e facile per Zattin. Al 14′ grande azione da parte di Iezzi sulla corsia di destra, cross in mezzo per Mariniello che solo davanti alla porta prima non controlla di testa, poi prova l’improbabile rovesciata, troppo debole e centrale. Un Formia che fa la partita ma che, come spesso accade, subisce gol alla prima vera occasione avversaria: siamo al 19′, Turripano perde un brutto pallone sulla propria tre quarti e favorisce la ripartenza di Casagrande, che solo davanti a Leone mette dentro il pallone del clamoroso 1-0. Ma il Formia reagisce subito e al 23′ trova l’1-1: sugli sviluppi di un calcio d’angolo stacca prima Pomposo, colpendo il palo, poi sulla ribattuta si avventa Mariniello che stavolta non sbaglia. Poco dopo i tirrenici sfiorano anche il 2-1 con una bella azione sulla corsia di sinistra da parte di Iezzi, con Scipione che sbaglia il controcross. Al 34’ Leone e Morelli si scontrano duramente e il portiere resta a terra per un colpo al costato. Il gioco resta fermo per una decina di minuti, finché non arriva l’ambulanza a trasportare l’estremo difensore all’ospedale. Si riprende con un maxi recupero, ben 9 minuti, nel corso dei quali l’Artena prova a portare l’inerzia della partita dalla sua parte, senza però trovare il gol. In avvio di ripresa il Formia trova subito il vantaggio: giocata illuminante di De Santis che trova Scipione solo in mezzo all’area, gran controllo e destro vincente per il 2-1 del Formia. Un Formia arrembante, che al 10′ trova anche il raddoppio: Alterio mette dentro la palla del 3-1, ma l’arbitro ferma tutto per un fallo di Padovani, assegnando al Formia il calcio di rigore. Qui forse l’arbitro poteva dare il vantaggio ma poco importa perché dal dischetto Mariniello non sbaglia e firma il 3-1. Poco dopo Morelli ha la palla del 3-2 ma da due passi la spedisce fuori. Al 34′ l’Artena resta in 10 per l’espulsione per doppio giallo di Padovani. Provvedimento corretto, anche perché il direttore di gara aveva poco prima graziato Ronchetti proprio dalla seconda ammonizione. Sembra finita ma al 40′ l’Artena trova il 3-2 con Cini, che sfrutta alla perfezione un pallone non bloccato da Falco e lo gira in rete. Finale di sofferenza per i tirrenici, che riescono però a portare a casa tre punti fondamentali.

DOPO il Monte San Giovanni Campano, un’altra formazione ciociara fa bottino pieno al Ballarin. L’Atletico Boville supera, nella ripresa, una Nuova Circe ingenua nella gestione di un risultato che la vedeva in vantaggio nella prima parte della gara. Fiore dagli undici metri, infatti, aveva portato il team di Marzella sull’1-0. Un risultato capovolto nell’ultimo quarto d’ora della gara quando la compagine ciociara, con un pizzico di fortuna, ha trovato due reti in mischia, che costa ai pontini il sesto ko in campionato

LA CRONACA – La partenza dei padroni di casa è ben augurante tanto da rintanare l’undici di Fraioli nella propria metà campo. Dopo quindici minuti di schermaglie la Nuova Circe passa grazie ad un tiro dagli undici metri. Il solito Cinelli, prova a sgusciare via in area e viene atterrato da Santopadre, l’arbitro Pasqualetto non ha dubbi e indica il dischetto. Davanti a De Robertis si presenta Fiore che non sbaglia. La gara si vivacizza, con i padroni di casa attenti dietro, cercandosempre lo spunto per il possibile raddoppio, con il Boville che prova con mestiere a spaventare Bernola. Si va quindi al riposo con il parziale di 1-0. L’inizio della ripresa è il prologo della prima frazione. I due tecnici provano a mischiare un pò le carte con un cambio a testa nei primi venti minuti. Da questo valzer ne guadagnerà il tecnico ciociaro Fraioli, inserendo Migliorelli, decisivo per le sorti di questo match. Il pareggio degli ospiti alla mezz’ora, nato sugli sviluppi di una mischia in area dei pontini, colpisce i ragazzi di Marzella, con il tecnico che due minuti dopo si gioca la carta Totaro. Ma la doccia fredda arriva a due minuti dalla fine: nuova mischia davanti a Bernola con il subentrato Migliorelli che trova il giusto impatto, di testa con la sfera regalando ai ciociari un insperato successo.

I TABELLINI

LUPA MONTEROTONDO – TERRACINA 1-1
L.Monterotondo: Placidi, Forti, Gentili (40’st Carletti), Doudou, Piccheri, Beccarini, Abbis, De Vizzi, Zarineh, Ciasca, Attili. A disp.: Mennini, Amici, Cimini, Papacchiola. All.:Paris
Terracina: Salemme, Bernisi, Serapiglia, Vitale, Di Franco, Campobasso, Neri, Minieri, Notarfonso, Marzullo, La Cava (13’st Di Florio). A disp.: Cuomo, Botta, Altobelli, La Vecchia, Langiotti, Bottiglia. All.:Cucciari
Arbitro: Bendando di ravenna, assistenti Franchitto (Cassino) e Giovannetti (Ciampino)
Marcatori: 25’pt La Cava, 42’st Ciasca
Note – Ammoniti Baccarini, Sola, Bernisi, Serapiglia, Di Franco

LARIANOVELLETRI – GAETA 0-2
Lariano Velletri Calcio – Gaeta 0-2
Lariano Velletri Calcio: Marini, Rossi (18’st Tagliabue), Moroni, Fioravanti, Zarlenga (36’st Tiburzi), MartelliI, Soldano, Pestrin (7’st Gallaccio), Federici, Scacchetti, Fiore. A disp.: Mattogno. All. Di Rosa
Gaeta: Maffeo, Mantoan, Elitro, Formidabile, Calabrese, Di Emma, Emma, Zingrillo, Capuozzo (40’st Romeo), Visciglia (44′ st Colozzi), Sandu (18’st Armenio). A disp.: Andolfi, De Meo, Colozzi, Leccese. All. Melchionna
Arbitro: Centi di Viterbo, assistenti Catallo (Frosinone) e Lilli (Viterbo)
Marcatori: 8’pt Capuozzo, 35’pt Visciglia
Note – Ammoniti Zingrillo, Sandu

ASD BORGO PODGORA- VALMONTONE 2-0
Borgo Podgora: Ristic, Tiligna, Pacchiarotti, Cannariato (44’st Armeni), Sossai, Lauteri, Cifra, Martellacci, Porcelli (22’st Fratangeli), Schiavon (42’st Di Giulio), Cassandra. A disp.: Angrisani, Grasso, Fantin, Crocetti. All.: Paloni
Valmontone: Caldaroni, Bailonni, Neri, Risi, D’Imperia (29’st Meluccia), Leccese, Miro, Ciorciolini (17’st Caramanica), Pangrazi, Martino, Finocchi. A disp.: Fortunati, Marcotulli, Valentino. All.: Ciardi
Arbitro: Notarangelo di Cassino, assistenti De Salazar e Barone di Roma1
Marcatori: 10’ pt Cifra, 44’st Cassandra.
Note – Ammoniti Sossai, Ciorciolini, Meluccia

COLLEFERRO – PRO CISTERNA 1-2
Colleferro: Bucciarelli, Cerbara, Fiacco (1’ st Teodorof), Figlioli, Cioffi, Cataldi (1’ st Abu Salem), Amici, Antonini, Salvagni, Tornatore, Pedrocchi. A disp.: Pistoia, Zaccaro, Parfene, Venerelli, Caffatini. All.: Baiocco
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Serone (6’ pt Pinna), Suppa, Amoroso, Galasso, De Gennaro, Di Girolamo, Roberti, Troisi (49’ st Gesmundo), Liccardi (20’ st Ciaciò). A disp.: Ciccarelli, Callon, Maisto, D’Amico. All.: Patalano
Arbitro: De Tommaso di Rieti
Marcatori: 8’ pt aut. Figlioli, 43’ pt Liccardi, 14’ st Amici
Note – Espulsi: al 30’ st Figlioli e al 49’ st Amici per doppia ammonizione

FORMIA – VIS ARTENA 3-2
Formia: Leone (43’pt Falco), Diana, Turripano (26’st Pirolozzi), Pellino, Alterio, Pomposo, Scipione, De Santis, Mariniello (20’st De Santo), Iezzi, Petronzio. A disp.: De Meo, Amitrano, Cacace Parasmo. All.: Selvaggio
Vis Artena: Zattin, Quattrocchi 31’st Spagnoli), Ronchetti (13’st Simone), Pizzuti, Padovani, Innocenzi (31’st De Angelis) Romagnoli, Casagrande, Morelli, Cini, Nardi. A disp.: Trinchera, Pomponi, Michelangeli, Sebastiani. All.: Di Cori
Arbitro: Di Vilio di Roma 1. Assistenti: Orsini e Mastropietro di Frosinone
Marcatori: 19′ pt Casagrande, 23′ pt Mariniello, 1’st Scipione, 10′ st rig. Mariniello, 40′ st Cini
Note: spettatori 150 circa. Espulso Padovani al 33′ st per somma di ammonizioni. Ammoniti Pomposo, Diana, De Santis, Ronchetti

NUOVA CIRCE – ATLETICO BOVILLE 1-2
Nuova Circe: Bernola, Toti, Berti, Omizzolo, Fiore, Seppani (45’pt Di Matteo), Bernardo, Onorato, Cinelli (16’st De Santis), De Simone, Totaro A. (32’st Totaro R.). A disp.: Pedini, Fedeli, Falso, Fagioli. All.: Marzella
Atl.Boville: De Robertis, Santopadre, Del Gaudio, Santopadre A., Vitali, Diagnè (20’pt Pagnani), Grossi, Iozzi, Fiorelli, Testa (20’st Migliorelli), Cerroni. A disp.: Trulli, Migliorelli, Nardapianni, Biasimi, Palmigiani, Recchia. All.: Fraioli
Arbitro: Pasqualetto di Aprilia, assistenti Carbotti e Tucci di Albano
Marcatori: 16’pt rig. Fiore, 30’st Fiorelli, 43’st Migliorelli
Note – Ammoniti Bernardo, Totaro A., Santopadre, del Gaudio

Lascia un commento