Terracina marcia ancora. Bene tutte le pontine

SI allunga il vantaggio del Terracina. I tigrotti, ieri pomeriggio hanno sconfitto per 3-2 il Rocca di Papa Nemi e, in virtù, del mezzo passo falso del Morolo, i tirrenici portano a tre le lunghezze di vantaggio sui ciociari. Primo tempo spigoloso e poco spettacolare. All’8’ Serapiglia apre per Marzullo che sciupa malamente. Poco dopo ci 

Leggi tutto

SI allunga il vantaggio del Terracina. I tigrotti, ieri pomeriggio hanno sconfitto per 3-2 il Rocca di Papa Nemi e, in virtù, del mezzo passo falso del Morolo, i tirrenici portano a tre le lunghezze di vantaggio sui ciociari. Primo tempo spigoloso e poco spettacolare. All’8’ Serapiglia apre per Marzullo che sciupa malamente. Poco dopo ci prova Neri ma con poca fortuna. Gli ospiti si affacciano un minuto più tardi con una mischia sbrogliata dalla difesa. Alla mezz’ora, La Cava effettua un tirocross sul quale Damizia non è impeccabile. Nella ripresa il ritmo è più scoppiettante con la gara che finalmente si apre: al 4’ Neri chiede un calcio di rigore su corner di Marzullo. All’8’ ancora Marzullo calcia in area un angolo dove Neri trova la giusta deviazione e fa 1-0. Ospiti in dieci al 10’ per l’espulsione di Brunetti e i biancocelesti ne approfittano subito. Pochi minuti dopo, infatti, ancora la premiata ditta Marzullo-Neri confeziona il 2-0. Ma il Rocca di Papa ha l’orgoglio di riaprire la gara al 19’ con Angelucci bravo a girare sul primo palo la sfera in rete. Il gol sveglia la formazione di Nemi che spinge alla ricerca di un insperato pari che arriva al 24’con il colpo di testa di Bisogno. Ma al 37’ l’uomo della provvidenza, Di Franco, spinge di testa in rete la palla della vittoria e della prima fuga dei tigrotti.

SUL gong il Podgora piazza la zampata da tre punti. I borghigiani fanno bottino pieno sul campo dell’ultimadella classe Anitrella. Una vittoria arrivata oltre il novantesimo grazie all’uno due micidiale a firma di Cannariato e Cassandra. Parte bene l’Anitrella con i ragazzi di Paloni attenti e pronti a pungere di ripartenza. Al 4’ Marziale prova a sorprendere Ristic con il portiere pontino attento. Al 17’ invece lo stesso portiere borghigiano rischia grosso sul pressing di Marini con il giocatore ciociaro che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. In chiusura di prima frazione ancora Marziale per i suoi, gira sul palo un colpo di testa. Nella ripresa il copione non cambia con il Podgora accorto dietro e l’Anitrella che prova il tutto per tutto. La gara si accende nelle battute finali. Capozzi prima e Marco Caldaroni per l’Anitrella sfiorano il vantaggio, ma allo scadere Cannariato, direttamente su calcio di punizione porta in avanti i pontini. Tre minuti dopo Cassandra arma un contropiede che sancisce il 2-0 finale.

IL Formia prosegue nella serie positiva e dopo aver battuto in casa l’Anitrella strappa un buon pareggio in casa del Valmontone. Risultato positivo anche perché i biancocelesti tornano a mantenere la porta inviolata: non accadeva dal derby vinto per 1-0 in casa del Gaeta. Un pareggio tutto sommato giusto per quanto visto in campo. La prima occasione arriva al 18’ con Niro, che cerca la conclusione dalla lunga distanza ma non inquadra lo specchio della porta, spedendo alto. Al 22’ prova a replicare Mariniello, il cui diagonale si spegne di pochissimo a lato. La gara si trascina stancamente fino al 42’, quando Scipione mette in mezzo un gran cross per Mariniello, che non ci arriva davvero di un soffio. La musica non cambia nella ripresa, con le due squadre troppo imprecise negli ultimi metri. Il più pericoloso dei tirrenici è sempre Mario Mariniello, che a metà della ripresa cerca ancora la giocata sfiorando di pochissimo l’incrocio dei pali. Nei minuti finali il Formia ha l’occasione per portare a casa i tre punti: Doukara apre per Petronzio, che da buona posizione non tenta il tiro e prova a invece a servire un compagno. Finisce, dunque, 0-0, con il Formia che non muove a sufficienza la classifica e resta in piena zona playout.

L0 stadio Nicola Perrone di Formia porta bene ad un Gaeta che ha superato il Colleferro di misura, collezionando così la terza vittoria consecutiva. Un successo contro un avversario che staziona nelle zone della graduatoria, ma che ha confermato come il Gaeta stia crescendo di partita in partita, riuscendo a concretizzare al meglio il lavoro svolto in campo. Tre punti pesanti che proiettano i biancorossi al decimo posto. Mister Melchionna sta plasmando questa squadra, che ha guadagnato in esperienza e personalità, dopo gli innesti di elementi come Capuozzo e Formidabile. Con Capodici infortunato, il tecnico pontino ha ridato fiducia al giovane Maffeo e dopo pochi minuti ha dovuto variare il centrocampo, per l’uscita di Bosco, sostituito dal già che collaudato Samuele Leccese. Il goal decisivo è arrivato a quasi metà prima tempo con Emma bravo a superare Bucciarelli su punizione. Per il Colleferro, poi, diventava ancora più difficile recuperare, in quanto al 22′ l’arbitro espelleva Moriconi per fallo da ultimo uomo. La partita dunque si metteva in discesa per Visciglia e compagni che, prima dello scadere della prima frazione di gioco, andavano vicino al raddoppio, ma la conclusione di Capuozzo colpiva la traversa. Nella ripresa erano sempre i padroni di casa che gestivano il gioco, ma gli ospiti si facevano vedere al 21′ con un tiro di Amici che finiva a lato di poco. Dopo una punizione ben parata da Maffeo era ancora Capuozzo che sfiorava il goal. Negli ultimi minuti di gioco accadeva a ben poco, con il Gaeta che si faceva vedere dalle parti dell’area romana con il solito Emma e gli ospiti che impensierivano Maffeo con una conclusione di Tornatore, neutralizzata dall’estremo portiere tirrenico. Un successo pesante che soddisfa mister Melchionna, ma che soprattutto serve ai giocatori per avere maggiore convinzione sulle potenzialità della squadra.

GOLEADA al Bartolani. La Pro Cisterna rifilia cinque reti al Monte San Giovanni Campano. L’ultimo successo con questo risultato è datato settembre 2011 quando l’allora Vigor rifilò cinque reti ad un’altra formazione ciociara, il Ceccano. Gara senza storia, sin dall’inizio. Al 2’, Troisi si invola sulla corsia destra e in prossimità dell’area calcia verso la porta con la palla viene deviata da De Ciantis, beffando Micheli. Il gol a freddo stordisce la compagine ciociara che nemmeno sessanta secondi dopo capitola di nuovo: Incitti ruba palla sulla tre quarti salta secco Cretaro e lascia partire un sinistro che si insacca sotto l’incorcio. Timidamente gli ospiti provano a farsi vedere dalle parti di Sambucini con le conclusioni di Tofani e Mastrantoni. Al quarto d’ora, il Monte San Giovanni Campano torna in partita grazie ad un calcio di rigore realizzato da Cirelli, concesso per fallo di Incitti su Drogheo. La gara torna in equilibrio con l’undici di Cinelli che prova ad agguantare il pareggio prima del riposo, con il Cisterna che si ritrova nei minuti seguenti le occasioni più limpide per andare in rete come al 35’ quando Roberti in piena area coglie il palo. Un minuto prima della pausa ancora Incitti trova il secondo jolly di giornata con un tiro che beffa di nuovo Micheli per il 3-1. Nella ripresa il copione della gara vede il Monte San Giovanni che prova a rientrare in partita con i pontini che gestiscono il risultato pronti a colpire di contropiede. Al 13’ Liccardi arrotonda il punteggio in favore dei biancocelesti mentre poco dopo, Sambucini dall’altra parte, ci mette una pezza su un bel tiro di Fratini. Il duello trai due si rinnova alla mezz’ora con l’estremo difensore di casa che nega per la seconda volta la gioa del gol alla punta ospite. Al 40’ De Gennaro chiude definitivamente i conti con la quinta marcatura. Una vittoria netta e meritata. Il ritorno di Serone, il miglior stato di forma di Liccardi, il’avanzamento nella zona mediana del campo di Incitti, dopo l’arrivo di Galasso in difesa stanno giovando ad una squadra che ad oggi occupa la quinta posizione in attesa di sfidare nel prossimo turno la quarta forza del torneo, il Colleferro.

SECONDO successo consecutivo in trasferta per la Nuova Circe. I sanfeliciani con lo stesso risultato della gara contro il Rocca di Papa (1-0), violano il terreno del Dante Popolla, tana del Ceccano. Un blitz firmato Bernardo. Fase di studio in avvio di gara con la prima azione degna di nota che si registra poco prima della mezz’ora: al 28’ l’attaccante pontino De Simone si presenta a tu per tu con Fiorini, con l’estremo difensore di casa bravo ad ipnotizzare il numero dieci di mister Marzella. Quattro minuti dopo, arriva il gol della Nuova Circe; Bernardo va in percussione personale e all’altezza dei diciotto metri, lascia partire un diagonale che batte Fiorini e si insacca sul secondo palo. La rete sveglia il Ceccano che prima del riposo prova ad imbastire trame pericolose, risultando sterili però negli ultimi sedici metri. Nella ripresa i ciociari escono dagli spogliatoi più convinti e al 2’ dalla settore destro del campo, Faustini crossa in mezzo per Vano che gira di testa chiamando Corsi agli straordinari. Il Ceccano spinge e concede spazi, come al 6’, quando De Simone per la seconda volta in questa gara si ritrova da solo davanti a Fiorini ma ancora una volta il portiere rossoblu è bravo a neutralizzare la conclusione dell’attaccante sanfeliciano. Al 20’ i locali reclamano un penalty per una dubbia entrata di Toti su Vano con il direttore di gara che lascia proseguire. La formazione di Adinolfi prova a cingere d’assedio la Nuova Circe che a sua volta prova ad archiviare la gara. Alla mezz’ora, De Simone scappa sulla destra, serve a rimorchio l’accorrente Totaro, ma Fiorini è ancora decisivo con un’uscita tempestiva. Nel finale un’azione di Fedeli produce un calcio di punizione dal limite, poi il triplice fischio che lancia la Nuova Circe in sesta posizione.

TERRACINA – ROCCA DI PAPA NEMI 3-2
Terracina: D’Alessio, Altobelli, Serapiglia, Vitale, Di Franco, Botta, Neri, Mucciarelli (23st Mucciarelli), Notarfonso, La Cava (st Borelli), Marzullo (37′ st Langiotti). A disp.: Cuomo, Campobasso, La Vecchia, Minieri. All.: Cucciari
Rocca di Papa Nemi: Damizia, Davato, Battisttelli, Pompili, Fatello, Brunetti, Tiberi (20’st Angelucci), Pieri, Bastianelli, Vartolo, Bisogno. A disp.: Salzano, Flavi, Vinci, Mari, Sardini, Spalletta. All.: Panno
Arbitro: Ancora di Roma1. Assistenti Garcea e Silverio
Marcatori: 8’st, 17’st Neri, 19’pt Angelucci, 24’st Bisogno, 37’st Di Franco
Note – Espulsi: Brunetti per doppia ammonizione. Ammoniti Mucciarelli, Di Florio, Fatello, Bisogno, Serapiglia

ANITRELLA – PODGORA CALCIO 0-2
Anitrella: Remiddi, Moscara (16’st Pelle), Sardellitti, Caldaroni M., Di Girolamo (33’st Micheli), Cianfarani, Marzocchella, Marini, Capozzi, Marziale, Tovalieri. A disp.: Campagna, Di Stefano, Sperduti, Tarquinio, Bianchi. All.: Caldaroni R..
Borgo Podgora: Ristic, Trapani, Pacchiarotti, Cannariato, Sossai (18’st Martena), Lauteri, Cifra, Martellacci (24’st Fratangeli), Schiavon, Fantin, Cassandra. A disp.: Angrisani, Tiligna, Porcelli, Grasso, Silvi. All.: Paloni.
Arbitro: Errico Olmo Spolatore di Torino.
Marcatori: 45’st Cannariato, 48’st Cassandra.
Note – Espulsi: al 30’st Trapani per doppia ammonizione. Ammoniti: Marzocchella

VALMONTONE-FORMIA 0-0
Valmontone: Caldaroli, Melucci, Neri, Risi, Romaggioli (26’ st D’ Imperia), Leccese, Niro, Prati, Cianni, Valentino, Martino (43’ st Caramanica). A disp.: Fortunati, Bailonni. All.: Ciardi
Formia: Leone, Diana, Scipione, Pellino, Alterio, Pomposo, Di Paola, De Santis, Mariniello, Iezzi (36’ st Doukar), Cacace (18’ st Petronzio). A disp.: Falco, Pirolozzi, De Santo, De Meo, Turripano. All.: Selvaggio
Arbitro: Impenna di Rieti (Carbozzi di Albano-Pediani di Civitavecchia)
Note -Ammoniti Romaggioli, Cianni (V), Cacace, Di Paola(F)

GAETA-COLLEFERRO 1-0
Gaeta: Maffeo, Mantoan, Colozzi (9’ st Elitro), Bosco (16’ pt Leccese Samuele),Calabrese, Di Emma, Emma, Formidabile, Capuozzo, Visciglia (36’ st Romeo), Zingrillo. A disp.: Andolfi, Elitro, De Meo, Armenio, Leccese Sim. All. Melchionna.
Colleferro: Bucciarelli, Abu-Salem (32’ st Cataldi), Fiacco, Figlioli, Cioffi, Moriconi, Amici, Antonini, Salvagni (30’ st Venerelli), Tornatore, Pedrocchi (1’ st Teodorof). A disp.: Pistoia, Cerbara, De Porzi, Zaccaro. All. Baiocco.
Arbitro: Robustelli di Albano (D’ Ottavi di Roma 1-Cocco di Frosinone)
Marcatori: 20’ pt Emma
Note – espulso al 22’ pt Moriconi (C) per fallo da ultimo uomo, al 48’ pt De Porzi, dalla panchina, per frase irriguardosa; nell’ intervallo allontanato
anche il dirigente del Gaeta Mario Belalba; ammoniti Visciglia, Formidabile, Zingrillo (G), Antonini (C ) recupero 5’ pt, 3’ st.

PRO CISTERNA – MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 5-1
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Serone (29’st Callori), Di Girolamo, Amoroso, Galasso(23’st Ciaciò), De Gennaro, Incitti, Roberti (33’st Mariti), Troisi, Liccardi. A disp.: Alfieri, Rizzuti, Suppa, Arcobelli. All.: Patalano
Monte S. G. Campano: Micheli, De Ciantis, Fratini, Tofani, Rosato, Dei, Cretaro (16’st Izzo), Savone, Cirelli, Mastrantoni (45’st Mancini), Drogheo. A disp.: Ciardi, Perna, Maliziola, Sacchi, Alfonso. All.: Cinelli
Arbitro: Caltabiano di Roma2, assistenti Tucci (Albano) e Giuliani (Roma2)
Marcatori: 2’pt Troisi, 4’pt, 44’pt Incitti, 15’pt rig. Cirelli, 13’st Liccardi, 40’st De Gennaro
Note – Ammoniti: Incitti, Galasso, Savone, De Gennaro, Tofani, Roberti, Rosato

CECCANO – NUOVA CIRCE 0-1
Ceccano: Fiorini, Faustini, Pavia, Bracciani (33’st Pistolesi), Lisi, Attardo, Virgili, Pirri (22’st Tiberia), Vano, Lucchetti, Flamini (5’st Sanna). A disp.: Rossi, Depiris, Chiavarini, Incitti. All.: Adinolfi
Nuova Circe: Corsi, Toti, Berti (34’st Fedeli C.), Omizzolo, Fiore, Seppani, Bernardo, Onorato (46’st Di Matteo), Totaro R., De Simone, Repele (24’st Fedeli M.). A disp.: Pedini, Cinelli, Fagioli, De Santis. All.: Marzella
Marcatori: 32’pt Bernardo
Note – Ammoniti Pavia, Vano, Omizzolo, Seppani

Lascia un commento