Podgora, forze fresche in società

E’ vero: nel calcio risultati scontati non esistono. Alzi la mano, ad esempio, chi alla vigilia avrebbe scommesso un euro sulla vittoria del Podgora contro la corazzata Morolo. Invece i ragazzi terribili di Giancarlo Paloni, al termine di una gara impeccabile, hanno portato a casa l’intera posta. Il presidente Giuseppe Mancini, dunque, non nasconde la 

Leggi tutto

E’ vero: nel calcio risultati scontati non esistono. Alzi la mano, ad esempio, chi alla vigilia avrebbe scommesso un euro sulla vittoria del Podgora contro la corazzata Morolo. Invece i ragazzi terribili di Giancarlo Paloni, al termine di una gara impeccabile, hanno portato a casa l’intera posta. Il presidente Giuseppe Mancini, dunque, non nasconde la grande soddisfazione per il successo ottenuto contro una squadra che costa cinque volte di più del suo Podgora: «Nel calcio contano sempre le motivazioni e l’attaccamento alla maglia – dice Peppe Mancini – Sta di fatto che è stato un grandissimo Podgora. Non era semplice ribaltare il risultato contro una grandissima squadra. Ma il Podgora sta maturando di gara in gara.

NUOVI INGRESSI – Nel frattempo in casa Podgora sono arrivati ufficialmente Nicola Cea, che è il nuovo direttore generale, e Damiano Coletta, che è invece il nuovo responsabile tecnico del settore giovanile. Due personaggi di calcio che non hanno bisogno di presentazioni. «Erano anni che non venivamo a Borgo Podgora – spiegano in coro Cea e Coletta – Appena siamo arrivati abbiamo notato una grande struttura, dove si può fare calcio serio. Con il presidente Mancini ci lega una forte amicizia e la sua chiamata ci ha fatto veramente piacere.

Lascia un commento