Terracina ringrazia il Podgora e riprende la vetta

IL Terracina ringrazia il Podgora e torna in vetta alla classifica. I tigrotti non sbagliano il match interno contro la Vis Artena, facendo suo l’incontro con un secco 3-0. Gara subito di marca tirrenica. Al 7’ diagonale a lato di Neri. All’11’ Neri duetta con Marzullo e non perdona Trinchera con un preciso diagonale. Due minuti 

Leggi tutto

IL Terracina ringrazia il Podgora e torna in vetta alla classifica. I tigrotti non sbagliano il match interno contro la Vis Artena, facendo suo l’incontro con un secco 3-0. Gara subito di marca tirrenica. Al 7’ diagonale a lato di Neri. All’11’ Neri duetta con Marzullo e non perdona Trinchera con un preciso diagonale. Due minuti dopo Marzullo prova a chiudere la pratica ma la sua conclusione termina a lato. Ma il raddoppio è nell’aria. E’ il 20’ quando
Mucciarelli percorre l’out sinistro e serve a rimorchio proprio Marzullo che questa volta non sbaglia mira e fa 2-0. Nella ripresa i tigrotti continuano a spingere: al 9’ ancora il fantasista di casa inventa per La Cava; il colpo di testa del numero 10 è impreciso. Un minuto più tardi un sinistro di Vitale scuote la traversa. Al quarto d’ora la prima azione pericolosa della gara della Vis Artena: Romagnoli prova il tiro dalla distanza ma senza fortuna. Al 23’ azione da manuale del Terracina: Marzullo scarica per Vitale che serve a Mucciarelli il possibile tris che il compagno sciupa fuori. In pieno recupero arriva la terza rete di Savarese, che sfrutta una corta respinta di Tinchera dopo un tiro di Langiotti.

CIRCE CORSARA – UN colpo di Cinelli regala i tre punti alla Nuova Circe. I sanfeliciani ritrovano il successo esterno nella tana del Rocca di Papa Nemi con una giocata del talento di Sabaudia. Una vittoria tutto sommato meritata per ciò che si è visto nell’arco dei novanta minuti. Nuova Circe subito pericolosa con un colpo di testa ravvicinato di Riccardo Totaro con Salzano bravo ad opporsi. Alla mezz’ora la prima occasioni per i locali con Corsi reattivo sulla spizzata di testa di Flavi. La ripresa si apre con i pontini subito pericolosi. Di Matteo in area avversaria spara alto una ghiotta occasione. I ragazzi di Marzella continuano a spingere, questa volta è il turno di De Simone provare a scardinare la porta del Rocca di Papa con un colpo di testa preciso, ma ancora una volta Salzano nega la gioia del gol ai pontini. I romani sono poco fluidi nel gioco e provano a rendersi pericolosi con i calci piazzati. Flavi per i suoi prova sorpendere Corsi ma l’estremo sanfeliaciano è pronto a deviare in corner. Sullo scadere arriva il lampo che decide la gara: Cinelli dai venticinque metri vede Salzano fuori dai pali e disegna un pallonetto che si insacca per l’1-0 finale.

PRO CISTERNA, ALTRO PUNTO – SI allunga a quattro risultati utili consecutivi la striscia positiva del Pro Cisterna che in casa del Tor Sapienza ha ottenuto il sesto pareggio. Gara subito vivace nel segno dei tre ex biancocelesti Paglia, Latini e Giacani. Al 2’ Pinna stende in area proprio Paglia per un rigore netto che Quadrini trasforma nell’1-0. Nei minuti seguenti i pontini rispondono facendosi vedere in modo pericoloso dalle parti di Colangeli con Roberti, Troisi e Liccardi, ma nel momento migliore l’altro ex Giacani trova il 2-0 con un tiro al volo da pochi passi. Nella ripresa il Cisterna è una bestia ferita che prova a riaprire la gara. Liccardi di testa esalta le doti Colangeli, poco dopo lo stesso attaccante ex Formia accorcia dal dischetto per fallo di mano in area di Urbani. I romani si svegliano e falliscono clamorosamente il gol del ko ancora con uno scatenato Giacani. Ma alla mezz’ora il pareggio, in modo fortunoso, dei pontini: rinvio di Sambucini, l’altro portiere, Colangeli, viene tradito da un falso rimbalzo e fuori porta viene bruciato dallo scatto di Troisi che entra con tutto il pallone in rete per l’incredibile 2-2. Nel finale forcing dei locali, con Latini di testa fallisce il 3-2.

UN super Podgora ferma la corsa del Morolo. I borghigiani con una prova di carattere rimontano l’iniziale svantaggio e vincono per 2-1 grazie ad un indomito Cassandra.

LA CRONACA – La partenza non è fortunata per i borghigiani: al 20’ i ciociari si ritrovano avanti grazie ad un tiro deviato di Morici che batte Ristic. I ragazzi di Paloni non accusano il colpo e giocano alla pari con una formazione chiaramente superiore a livello tecnico. Fantin prima del riposo sciupa clamorosamente la palla del pari. Nella ripresa il Podgora che rientra in campo mostra carattere e rabbia. Il Morolo tiene l’urto ma al 22’ deve arrendersi: Martellacci innesca Cassandra che davanti a Mangiapelo non sbaglia. La rete del pari da nuova linfa ai pontini che continuano a macinare gioco. Al 29’ Scarabello da dentro l’area sfiora il legno orizzontale. Al 41’ arriva il meritato sorpasso del Podgora: Cassandra fa tutto da solo e, appena in area piazza un diagonale chirurgico sul secondo palo dove Mangiapelo non può far nulla. Una vittoria che fa salire l’autostima in casa Podgora e da un nuovo scossone alla testa della classifica.

UN Gaeta tutto grinta, orgoglio e qualità, porta via dall’ostico campo di Monte San Giovanni campano un successo importante, che sicuramente fa morale, oltre che migliorare la graduatoria. I biancorossi sono riusciti a portarsi in una zona sicuramente più tranquilla rispetto a quella di due settimane fa, grazie ai due successi consecutivi ottenuti. Certo la vittoria di ieri assume grande importanza, in considerazione delle difficoltà che incontrano tutte le squadre che affrontano il Monte San Giovanni Campano sul suo campo, ma anche per quanto accaduto negli ultimi minuti di gioco, quando i tirrenici sono rimasti in inferiorità numerica per l’espulsione di Sandu per doppia ammonizione. Li è uscito il grande orgoglio di una squadra, che tra l’altro ha avuto in Maffeo, subentrato al portiere Capodici infortunato, il suo uomo decisivo, essendosi opposto alla grande proprio allo scadere ad una conclusione degli avanti avversari. Mister Melchionna ha presentato in apertura il neo acquisto Formidabile, che dopo 13 minuti portava in vantaggio i suoi. Un esordio sicuramente positivo per un giocatore che può dare tanto a questa squadra. Passavano pochi secondi e Drogheo riequilibrava le sorti dell’incontro, sorprendendo l’estremo ospite Capodici, il quale poco prima della mezzora era costretto ad abbandonare il campo per un infortunio. Al suo posto entrava Maffeo, giovane portiere biancorosso, poi rivelatosi determinante nel salvare il risultato. Prima del riposo era Cirelli che si faceva pericoloso, ma il Gaeta riusciva a chiudere sull’1-1. Nel corso della ripresa dopo un buon avvio dei padroni di casa, i biancorossi riuscivano a passare con Sandu, andato a segno come la domenica precedente. Nell’euforia della segnatura il numero undici pontino si toglieva la maglia e l’arbitro lo spediva anzitempo negli spogliatoi per doppia ammonizione. Negli ultimi minuti i ciociari si gettavano all’attacco alla ricerca del pareggio e lo sfioravano in pieno recupero con Cirelli che trovava davanti a se un Maffeo che compiva la parata della partita. Un intervento prezioso che regalava alla squadra di Melchionna un successo importante, in quanto con i tre punti i biancorossi hanno agganciato la formazione frusinate a quota 14 punti.

DOPO due sconfitte consecutive, il Formia ritrova la vittoria contro l’Anitrella e lo fa come sa fare meglio, segnando tanto e subendo anche tanto. Si gioca in un campo ai limiti della praticabilità, con le due squadre che faticano non solo a far girare il pallone ma anche a stare in piedi. Ne viene fuori uno spettacolo tutt’altro che memorabile per i pochi spettatori presenti al «Nicola Perrone». Un po’ a sorpresa, gli ospiti passano in vantaggio alla prima occasione della gara, all’11’: punizione dal limite battuta da Tovalieri, il pallone scavalca la barriera e si insacca alle spalle di Leone. La reazione del Formia è immediata: due minuti più tardi Iezzi se ne va come un treno sulla corsia di destra e mette in mezzo per Petronzio, che di piatto insacca il pallone dell’1-1. Un minuto più tardi i tirrenici ribaltano addirittura la partita: Scipione riceve ancora un gran pallone da Iezzi, stavolta in traversone, e di prima intenzione insacca il gol del vantaggio biancoceleste. Nemmeno un quarto d’ora di gioco ed è già successo di tutto, ma non finisce qui. La reazione dell’Anitrella è rabbiosa. I ciociari si riversano in massa nell’area avversaria per provare a pareggiare i conti e al 21’ ci riescono: azione confusa in area formiana, è Marzocchella a risolvere il batti e ribatti e a firmare il 2-2. A questo punto può succede davvero di tutto, anche perché agli errori individuali si aggiunge anche il fattore campo. Il Formia va vicino al vantaggio in almeno tre occasioni. Al 29’ ci prova Scipione, pallone alto, un minuto dopo tocca invece a Mariniello sparare clamorosamente fuori. Al 36’ ci prova Iezzi, ma ancora una volta il pallone finisce lontano dalla porta difesa da Remiddi. Nella ripresa, il Formia si getta subito in avanti alla ricerca del gol vittoria e lo trova con il solito Mariniello, che stavolta non sbaglia. A questo punto la formazione di Pino Selvaggio si preoccupa soprattutto di difendere il prezioso vantaggio, con un’Anitrella che non sembra avere la forza di reagire. In pieno recupero Capozzi sfiora il clamoroso 3-3, ma il pallone esce di un soffio a lato. Al «Perrone» finisce, dunque, 3-2.

Gabriele Mancini e Alessandra Stefanelli

TERRACINA – VIS ARTENA 3-0
Terracina: Salemme, Bernisi, Serapiglia, Vitale, Di Franco, Campobasso, Neri,
Mucciarelli (42’st Minieri), Notarfonso, La Cava (20’ st Savarese), Marzullo, (37′ st Langiotti). A disp.: Cuomo, Botta, La Vecchia, Di Florio. All.: Cucciari
Vis Artena: Tinchera, Quattrocchi, Ronchetti, Innocenzi (18’st Casagrande), Padovani, Pizzuti (43’st Proietti), Romagnoli, De Angelis, Morelli, Cini, Nardi. A disp.: Zattin, Pomponi, Cristofari, Maurizi, Sebbastiani. All.: Di Cori
Arbitro: Tucci di Ostia
Marcatori: 11’pt Neri, 20’ Marzullo, 48’ st Savarese
Note – Ammoniti Bernisi, Mucciarelli, Marzullo; spettatori 500 circa

ROCCA DI PAPA – NUOVA CIRCE 0-1
Roca di Papa: Salzano, Angelucci, Bisogno, Barbetta, Fatello, Battistelli, Angelucci (30’st Rendina), Pieri, Flavi (23’st Bernardi), Vertolo, Tiberi. A disp.: Damizia, Pompili, Brunetti, Emili, Sardini. All.: Panno
Nuova Circe: Corsi, Toti, Berti, De Santis (20’st Cinelli), Onorato, Seppani, Di Matteo (38’st Monti), Bernardo, Totaro A., De Simone, Totaro R. A disp.: Bernola, Falso, Fagioli, Fedeli, Repele. All.: Marzella
Arbitro: Sessa di Civitavecchia
Marcatori: 45’st Cinelli
Note – Ammoniti Barbetta, Di Matteo, Totaro A.

TOR SAPIENZA – PRO CISTERNA 2-2
Tor Sapienza: Colangeli, Paglia, Tabascio, Borghi (25’st Muratore), Latini, Manzo, Matarelli, Urbani, Giacani (28’st Brisciana), Quadrini, Palombi. A disp.: Salatino, Alongi, Barretta, Bussaglia, Bolzan. All.: Apuzzo (squalificato)
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Pinna, Suppa (1’st Galasso), Amoroso, Incitti, Di Gennaro, Di Girolamo (8’st Arcobelli), Roberti (27’pt Mariti), Troisi, Liccardi. A disp.: Alfieri, Callori, Maisto, Rizzuti. All.: Patalano
Arbitro: Petrella di Viterbo
Marcatori: 2’pt rig. Quadrini, 34’pt Giacani, 12’st rig. Liccardi, 29’st Troisi
Note – Espulsi: al 44’st Manzo per doppia ammonizione.

BORGO PODGORA- MOROLO 2-1
Borgo Podgora: Ristic, Trapani, Pacchiarotti, Cannariato, Trapani, Lauteri, Cifra, Martellacci, Porcelli (12’st Schiavon), Fantin (5’st Scarabello), Cassandra. A disp.: Angrisani, Martena, Di Giulio, Tiligna, Grasso. All.: Paloni
Morolo: Mangiapelo, Kanku, Paris, Gaitan, Marongiu, Frioni, Frasca, Morici, Gaitan, Perrotti M. (24’st Federici), Carnevali (24’st Capuano), Carlini A. A disp.: Salvitti, Tartaglione, Orsinetti, Ndaw, Caponera. All.: F. Perrotti
Arbitro: Ceccon di Lovere
Marcatori: 20’pt Morici, 22’st, 41’st Cassandra

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – GAETA 1-2
Monte San Giovanni Campano: Micheli, De Ciantis, Fratini, Tofani, Rosato, Dei, Drogheo, Savone (6’st Mancini), Cirelli, Izzo (18’st Cretaro), Cucchi. A disp.: Ciardi, Perna, Sacchi, Maliziola. All.: Cinelli.
Gaeta: Capodici (28’pt Maffeo), Mantoan, Colozzi (1’st Romeo), Bosco, Calabrese, Elitro, Bruno, Formidabile, Capuozzo, Visciglia (27’st Zingrillo), Sandu. A disp.: Demeo, Arena, Leccese, Ciardi. All.: Melchionna.
Arbitro: Divilio di Roma 1.
Marcatori: 13’pt Formidabile (G), 14’pt Drogheo (MSGC), 34’st Sandu (G).
Note – Ammoniti Drogheo, Cucchi, Calabrese, Bruno. Espulso al 35’st Sandu per doppia ammonizione.

FORMIA-ANITRELLA 3-2
Formia: Leone, Di Paola, Turripano, Pellino, Alterio, Pomposo, Petronzio, De Santis, Mariniello (22’st De Santo) Iezzi (45’st Pirolozzi) Scipione. A disp.: Falco, Volpe, De Meo, Diana, Doukar. All. Selvaggio
Anitrella: Remiddi, Moscara, Saragosa, Sartucci, Sardellitti, Cianfarani, Marzocchella, Abbondanza (21’st Marini) Tovalieri, Marziale (40’st Micheli), Capozzi. A disp.: Campagna, Sperduti, Di Stefano, Pelle, Di Girolamo. All. Caldaroni
Arbitro: Angiolari di Ostia
Marcatori: 11’ pt Tovalieri, 13’ pt Petronzio, 14’ pt Scipione, 21’ pt Marzocchella, 5’ st Mariniello
Note – spettatori 200 circa. Ammoniti Marzocchella, Moscara, Sartucci, Iezzi. Angoli 4-2. Recuperi 0’ e 3’.

Lascia un commento