Latina, di corsa verso il Benevento

MENO quattro giorni per tornare in campo e dimenticare Prato. Al «Francioni» contro il Benevento servirà l’immediata reazione da parte di una squadra che, con i fatti, ha dimostrato di poter assorbire e reagire con forza ai colpi bassi che un campionato come quello attuale di Prima Divisione riserva sempre dietro l’angolo. Dopo Pisa, quando 

Leggi tutto

MENO quattro giorni per tornare in campo e dimenticare Prato. Al «Francioni» contro il Benevento servirà l’immediata reazione da parte di una squadra che, con i fatti, ha dimostrato di poter assorbire e reagire con forza ai colpi bassi che un campionato come quello attuale di Prima Divisione riserva sempre dietro l’angolo. Dopo Pisa, quando tutto l’ambiente era sembrato crollare intorno alla squadra di Pecchia, è partita quella spettacolare scalata verso la vetta della classifica fatta da otto risultati utili consecutivi in campionato, dieci, invece, se si conta anche la Coppa Italia. Insomma, contro il Benevento sarà il momento di testare se questa squadra è in grado di trovare nuova linfa proprio dopo le lezioni più severe.
Anche ieri i nerazzurri si sono allenati a ranghi compatti sul campo della «Fulgorcavi». Assenti soltanto Jefferson (a parte) e Giacomini, infortunati, e Andrei Agius, impegnato con la propria nazionale. Sul campo tanta voglia e applicazione, oltre ad un’armonia del gruppo che non sembra per nulla intaccata nonostante la pessima prestazione offerta contro i lanieri. Clima disteso ma allo stesso tempo concentrazione alta, emersa in particolare nel corso della lunga partitella ad uno e a due tocchi in cui si sono cimentati i nerazzurri nella parte conclusiva della seduta di lavoro di ieri.
Questo pomeriggio sarà invece il turno della consueta sgambata in famiglia contro gli Allievi Nazionali di mister Francesco Gesmundo. Possibilità per Pecchia per testare la condizione generale di un gruppo che, dal punto di vista fisico, sembrerebbe in netta ascesa dopo un periodo di calo fisiologico. Stanno bene, infatti, sia capitan Milani che Barraco. Questa dovrebbe essere infatti di nuovo la coppia che presidierà la fascia destra dopo che proprio Milani era stato dirottato dall’altra parte. Sì, perchè sta bene e potrà tornare utile anche Matteo Bruscagin, pienamente ristabilito dopo il lungo stop. Buone sensazioni, dunque, da confermare sul campo nella volata che porterà i nerazzurri ad affrontare l’accoppiata Benevento-Trapani (gara di mercoledì in Coppa Italia da giocare in Sicilia), prima della domenica del riposo del 25 novembre prossimo.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento