L’Aprilia torna tra gli umani. All’Arechi finisce 3-0

L’Aprilia si ferma all’«Arechi». La Salernitana fa la voce grossa e con un secco 3-0 interrompe l’imbattibilità di un Aprilia che chiude una quattro giorni da incubo tra campionato e Coppa Italia (contro il Lecce) in cui le rondinelle hanno subito la bellezza di otto gol, segnandone soltanto uno. Improvvisamente è tutto di nuovo da 

Leggi tutto

L’Aprilia si ferma all’«Arechi». La Salernitana fa la voce grossa e con un secco 3-0 interrompe l’imbattibilità di un Aprilia che chiude una quattro giorni da incubo tra campionato e Coppa Italia (contro il Lecce) in cui le rondinelle hanno subito la bellezza di otto gol, segnandone soltanto uno. Improvvisamente è tutto di nuovo da rifare per la truppa di Vivarini che vede ripiombare alle proprie spalle il Pontedera (-2) e proprio la Salernitana (-5). Una sconfitta che, comunque, non può e non deve scalfire la consapevolezza di una squadra artefice, fino a questo punto, di un cammino davvero entusiasmante. Prima o poi doveva accadere, questo è certo, peccato che sia successo in questo modo, con un passivo pesante che riporta sulla terra i «marziani» apriliani. Troppi i fattori a giocare in favore dei campani, praticamente all’ultima spiaggia per tornare in corsa per il primato e forti della spinta dei 7200 di un «Arechi» davvero splendido. Senza dimenticare la pesante assenza in casa Aprilia di un Diakitè che, ormai, è diventato una pedina imprescindibile nello scacchiere arretrato di Vivarini.

LA CRONACA – Si mette subito male per la truppa di Vivarini, sotto al 6’. Ginestra entra in area di rigore e viene agganciato da Sembroni. Giallo e penalty che lo stesso bomber campano non sbaglia. Nemmeno il tempo di somatizzare lo svantaggio che la Salernitana raddoppia. E’ il 13’ quando Guazzo si inventa una botta dalla distanza che nonlascia scampo a Di Vincenzo. Al 20’ Carta tenta di dare la sprone ai suoi. Botta dal limite con il pallone che, però, non centra lo specchio della porta. Al 28’ nitida occasione per i biancoazzurri per riaprire la partita. Cane scende sulla destra e poi disegna un cross per Ferrari. La palla attraversa l’area di rigore, Iannarilli è fuori causa ma Corsi, in arrivo sul secondo palo, non riesce a trovare l’appuntamento con la sfera. L’Aprilia c’è e lo fa vedere di nuovo al 36’: calcio d’angolo di Croce, il pallone filtra in area, con la schiena Ferrari inavvertitamente tocca respingendo il pallone fuori area, il primo ad arrivare è Amadio che tenta un tiro cross, sul pallone in area si avventa Corsi, il portiere è costretto ad uscire calciando il pallone in calcio d’angolo.

LA RIPRESA – Nella ripresa la Salernitana cerca quindi il gol della sicurezza. Al 5’lancio in profondità per Guazzo che entra in area e calcia di destro sul palo opposto: il pallone esce di poco. Al 13’ la replica con un’azione gol clamorosamente fallita da Capua, che, solo davanti a Di Vincenzo, spara alto sopra la traversa. Al 35’ il protagonista il numero uno ospite con una parata strepitosa su un perfetto tiro «a giro» di Mancini. Al 39’ altra tegola per l’Aprilia, con il secondo giallo sventolato in faccia a Corsi che lascia i pontini in dieci uomini. Il gol del 3-0 è la naturale conseguenza al predominio dei padroni di casa. Al 47’ Mancini fa le prove generali, ma Sembroni salva sulla linea. Al 5’ di recupero, invece, Perpetuini non sbaglia e cala il tris con un gran destro fuori area.

SALERNITANA – APRILIA 3-0
Salernitana
: Iannarilli, Chirieletti (22’st Lanni), Cristiano Rossi, Tuia, Molinari, Rinaldi, Capua, Pepertuini, Ginestra (20’st Vagenin), Mancini , Guazzo (39’st Zampa). A disp.: Dazzi, Adeleke, Vettraino, Ricci. All.: Perrone.
Aprilia: Di Vincenzo, Cane, Carta (29’st Gomes), Croce, Sembroni, Stankovic, Sassano (13’st Marfisi), Amadio, Ferrari (7’st Calderini), Ferri Marini, Corsi. A disp.: Caruso, Tundo, Salese, Criaco. All.: Vivarini.
Arbitro: Stefano Giovani di Grosseto. Assistenti: Antonino Santoro e Giuseppe Tudisco di Catania.
Marcatori: 6’pt (rig.) Ginestra, 13’pt Guazzo, 50’st Perpetuini
Note – Espulsi: 39’st Corsi per doppia ammonizione. Angoli:7 a 5 per la Salernitana. Spettatori: 7.296

Lascia un commento