Aurora Vodice, tuona mister Pinti contro gli arbitri

C’è ancora tanta rabbia in casa dell’Aurora Vodice per le ultime due direzioni arbitrali. «Non serve giocare un buon calcio perché a volte per fattori esterni non porti a casa i punti meritati sul campo – ha detto il tecnico del Vodice Maurizio Pinti – Domenica in vantaggio per 3-2 a Nettuno ci sono stati 

Leggi tutto

C’è ancora tanta rabbia in casa dell’Aurora Vodice per le ultime due direzioni arbitrali. «Non serve giocare un buon calcio perché a volte per fattori esterni non porti a casa i punti meritati sul campo – ha detto il tecnico del Vodice Maurizio Pinti – Domenica in vantaggio per 3-2 a Nettuno ci sono stati dati contro due calci di rigore inesistenti negli ultimi minuti di gara. Per fortuna che un calcio di rigore lo hanno sbagliato altrimenti stavamo parlando di un’altra sconfitta assurda. Sono molto arrabbiato, anche il pareggio è stato un vero furto, alla fine prendiamo i complimenti che sanno di beffa. Ogni volta che andiamo in vantaggio l’arbitraggio dirige a senso unico contro di noi. Adesso non possiamo più stare zitti, se vogliono far retrocedere il Vodice lo dicano apertamente. Quando servono i commissari di campo non ci sono mai, o in certi campi non li mandano. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, però questi cinque punti persi schiumano rabbia, adesso stavamo parlando di un’altra classifica». Domenica arriva il fanalino di coda Sa.Ma.Gor. «Non mi fido della loro classifica, anche perché i numeri nel calcio hanno sempre la loro importanza, prima o poi dovrà arrivare la loro prima vittoria. Avremo una finale da giocare, perché se pensiamo di avere già in tasca i tre punti allora non abbiamo capito nulla. Sulla carta quella dell’amico Gennaro Ciaramella è una delle migliori squadre del girone. Sono convinto che troveremo una Sa.Ma.Gor. tosta, ha tutte le carte in regola per tirarsi fuori da questa situazione. Noi non possiamo sbagliare nulla, chiedo solo un arbitraggio all’altezza ma questo non vuol dire che vogliamo favori, chiediamo solo il massimo rispetto . La rabbia accumulata in queste due settimane i ragazzi la dovranno mettere in campo. Dobbiamo riprenderci quello che ci hanno tolto – ha concluso il tecnico del Vodice – e pensare solo a fare i tre punti».

Paolo Annunziata

Lascia un commento