Il San Michele diventa grande in ciociaria. Ko pesante del Boario

ALL’ULTIMO respiro il San Michele si aggiudica il big match in terra ciociara mettendo fine all’imbattibilità interna del Pignataro. Su un campo al limite della praticabilità, i padroni di casa hanno pagano dazio davanti ad un San Michele ordinato e preciso, bravo a contenere le sfuriate locali ed a colpire quando nessuno se lo aspettava. 

Leggi tutto

ALL’ULTIMO respiro il San Michele si aggiudica il big match in terra ciociara mettendo fine all’imbattibilità interna del Pignataro. Su un campo al limite della praticabilità, i padroni di casa hanno pagano dazio davanti ad un San Michele ordinato e preciso, bravo a contenere le sfuriate locali ed a colpire quando nessuno se lo aspettava. Partono meglio i padroni di casa, che sciupano una buona occasione con Mandarelli, poi la squadra di Mancini prende le misure ai ciociarie riesce più volte a presentarsi al tiro ma senza fortuna. Poi quando sembrava ormai cosa fatta lo 0-0, ecco che ci ha pensato Funari a regalare tre punti ai pontini con una zampata, dopo aver raccolto una palla vacante in area avversaria. Il successo ha riportato avanti in classifica i borghigiani, adesso in quarta posizione.

Un gol di Bulboaca in pieno recupero ha regalato al Ss Pietro e Paolo la vittoria esterna conquistata in casa dell’Hermada. Allo stadio Delle Vittorie è andata in scena una gara esaltante con 5 reti e tante altre palle gol create dalla due squadre. All’Hermada non sono bastati i due gol di Cardone: per i biancorossi sono andati in rete Onorato, Orlandini e al 47’ della ripresa Bulboaca col centro da tre punti.

FINISCE 0-0 la sfida tra il Sonnino e il Santopadre nonostante le squadre si siano affrontate a viso aperte, senza però trovare la stoccata vincente. Alla fine però il Sonnino recrimina per un maggior numero di occasioni create: la bravura del portiere ospite e l’imprecisione sotto porta sono state decisive. E così la squadra lepina deve ancora rimandare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale: per l’undici di Reggio ieri è arrivato il quinto pareggio che ha permesso comunque di muovere la classifica.

BORGHIGIANI e lepini non hanno gradito molto la sospensione della partita decisa dal signor Cenci di Cassino al 37’ del primo tempo, quando il risultato era sull’1-1. Il direttore di gara ha deciso di interrompere la sfida perché le linee del campo erano diventate invisibili a causa della pioggia; senza aspettare la fine del primo tempo e ordinare che venissero tracciate di nuovo considerando anche che nel frattempo aveva anche smesso di piovere.

CON un calcio di rigore trasformato in modo impeccabile e due stoccate da vero rapace dell’area di rigore: così Mauro Ciccarelli è diventato il protagonista di giornata regalando con una tripletta tre punti al Sermoneta. A farne le spese è stato il Pontinia di Pelucchini (ieri in tribuna perché squalificato) costretto alla resa già nel primo tempo. Nella ripresa il gol della bandiera amaranto è stato segnato da Gianmarco Campagna.
In casa Sermoneta è tornato così il sereno dopo due gare senza vittoria, per il Pontinia è stata una sconfitta che si poteva mettere in preventivo in casa di una delle candidate alla vittoria del campionato.

Il Campo Boario conosce la sua prima sconfitta interna contro il Roccasecca, formazione che vuole subito ritornare in Eccellenza. Che fosse una domenica storta per i nerazzurri lo si è capito in occasione delle due palle gol fallite da Cocuzzi a tu per tu con Diafani, la prima sullo 0-1, la seconda sullo 0- 2. Due occasioni che potevano riaprire la partita, che il Roccasecca ha chiuso al 24’ con la terza rete di Lombardi. La formazione ciociara si è presentata subito con il tridente formato da Gatti, Fiorillo e Medoro, mentre i padroni di casa erano senza Sarrecchia, Noviello e Renzi. Questo l’ago della bilancia che ha messo in discesa la partita per i ciociari. I gol sono stati tutti incassati in fotocopia, tutti dall’interno dell’area piccola. Al 3’ cross dalla destra di Lombardi, Medoro tutto solo nell’area piccola di testa manda il pallone in rete. Quindici minuti più tardi il raddoppio: traversone questa volta dalla sinistra di Fiorillo, Gatti va in anticipo su tutti e di piatto da tre metri mette in rete. Al 24’ il Roccasecca chiude la pratica con Lombardi che si è trovato davanti a Stefanini realizzando così il 3-0. Nella ripresa ci prova il Campo Boario a rientrare in partita e dopo due calci di punizioni di Pellerani sventati in angolo da Diafani, il Roccasecca cala il poker con Ricci. Dieci minuti più tardi è Gatti a firmare la personale doppietta con una rasoiata dai sedici metri. A quel punto la partita non ha avuto più nulla da dire. Per il Campo Boario uno stop che non pregiudica assolutamente nulla, anzi il cammino dei nerazzurri fino a questo momento è stato esaltante e impensabile alla vigilia. E’ stata la classica partita storta che è da mettere in preventivo nel corso di una stagione. Adesso il calendario offre un’altra partita casalinga contro l’Hermada.

LA NUOVA Itri recrimina per un netto calcio di rigore non concesso dall’arbitro nel primo tempo, ma nel complesso il Cassino ha dimostrato di essere una corazzata allestita per vincere il campionato. Gli ospiti sono passati in vantaggio al 10’ con Giulini, ma al 34’ l’Itri ha riportato in parità il conto grazie al sigillo di Tornesi, bravo a ribadire in gol una respinta della difesa ciociara. Nella ripresa la formazione di Parisella ha provato a fare la gara trovando davanti un Cassino ben organizzato che ha trovato il nuovo vantaggio al 16’ con Calcagni. L’Itri per buoni 10 minuti ha messo sotto assedio il Cassino ma poi ancora Calcagni ha superato Frascogna firmando la sua personale doppietta e chiudendo il conto.

SCONFITTA pesante per il Minturno in casa del Fontana Liri. Parte bene la squadra di casa Vittoria limpida del Fontana Liri, al 18’ ci prova Marciano con un tiro a botta sicura che rimpalla su Carmassi in fuorigioco, mentre due minuti più tardi è Di Vona ad andare vicinissimo alla marcatura con un tiro che si stampa sul palo. E’ il preludio al gol, che arriva al 26’ con una punizione dal limite di Marciano non trattenuta da Grasso, che si lascia scivolare la palla in rete. Il Minturno va nel pallone e non riesce a reagire, i padroni di casa ne approfittano e, prima del termine della frazione, giungono al raddoppio con Carmassi, che fugge in contropiede e serve Lillo, bravo a capitalizzare con un tiro preciso che elude l’intervento di due difensori appostati sulla linea. La reazione dello Scauri è blanda e penalizzata dal terreno di gioco, che non favorisce i pontini. Il Fontana Liri gestisce la gara da vera capolista e al 13’ completa l’opera: Marciano sfugge alla difesa e si lancia verso il portiere, superandolo con un tocco morbido che vale il 3-0. Gli ospiti tentano di reagire con qualche azione sporadica: si fanno vivi dalle parti di Battista prima Pirolozzi e poi Taglialatela, ma è solo un fuoco di paglia. Il Fontana Liri infatti non corre grossi rischi e porta a casa una vittoria pesantissima nell’economia della classifica, con la squadra di Caldaroni ancora imbattuta in campionato.

CITTA’ DI PIGNATARO-SAN MICHELE 0-1
Città di Pignataro: Truocchio, Tricicnelli, Di Bernardo, Esposito S., Ceglia, Reale, Marangi (53’ Ruggiero), Avolio, Mandarelli (76’ Pelliccia), Corrado (82’ Schilardi), Cretella. A disp.: Tiseo, Esposito P. Ferraro, Kiska. All. Bottoni.
San Michele: Roma, Ambrosi, Di Muro, Pignatiello, Gazzi, Bellamio, Parente, Casaburi, Funari, Forzan (88’ Spogliatoio), Meneghello. A disp:. Pepe, Ruggiero, Di Bonis, Costanzi, Gravina, Margielli. All. Mancini.
Arbitro: Mattera di Roma1
Assistenti: Saccone di Albano Laziale e Leonarduzzi di Ciampino.
Marcatori: 92’ Funari.
Note: ammoniti Tricinelli, Ruggiero, Casaburi, Forzan e Parente. Recupero: pt 3’; st 4’.

HERMADA-SS PIETRO E PAOLO 2-3
Hermada: Masala, Bianchi, Rossi, Forzelin, Bracciale, Cardone (23’ st D’Ammizio), Beltramini, Cannarella, De Paolis, Del Monte (13’ st Di Biase), Maglitto. A disp.: Carbone, Scalambra, Giusto. All.: Tosti
Ss Pietro e Paolo: Ghirotto, Lorusso, Naddeo, Bulboaca, Amadio, Riccio (26’ st Viorel), Varrera (10’ st Di Stasio), Mineo, Carletti, Orlandini, Onorato. A disp.: Bilali, Petruccelli, Martellacci, Masiello, Salvatori. All.: De Simone
Marcatori: 3′ pt Cardone, 6′ pt Onorato, 17′ pt Orlandini, 15′ st Cardone, 47′ st Bulboaca.
Note – Ammoniti: Bianchi, Forzelin, Canmarella, De Paolis (H) Bulboaca, Mineo (SSPP). Espulsi: Amadio e Maglitto

SONNINO – SANTO PADRE 0-0
Sonnino: Belviso, Altobelli, Tercoco, Ialongo, Rossetti, Pecchia, Di Girolamo, Speroniero, Verdone (15’st Fontana), Mirra (1’st D’Andrea), Pisacane. A disp.: Cecconi, Parolisi, Fontana, Rinaldi, D’andrea, Grossi, Venerelli. All.: Reggio
Santo Padre: Lancia, Mantova, Tomei, Lombardi, Bifolco, Caldaroni, Cestra, Di Farra, Tomaselli, Forlini (20’st Masi – 45’st Albiani), Cocco (16’st Iafrati). A disp.: Olini, Bottoni, Muggi, , Mariani, Sima All.: Coraggio.
Arbitro: D’ascanio di Roma due.
Assistenti: Di Stefano di Roma due, Muranelli di Roma due

SABOTINO-VIS SEZZE Sospesa al 37 del primo tempo sul risultato di 1-1
Sabotino: Reccanello, Vanzari, Ponso, Sarra, Fasulo, Cerolini, Rossetto, Micheletti, Coia, Carta, Frattarelli. A disp.: Ghisu, Notarpietro, Sacramola, Guerra, Liberatore, Ciolli, Cacciotti. All. Ziroli
Vis Sezze: Mancini, Leva, Zeppieri, Massari, Maione, Baroni, Costantini, Benitez, le Foche, Fiori, Di Meo A. A disp.: Bassani, Incitti, Di Meo M., Saud, Cacciotti, Passeri. All.: Baroni
Arbitro: Vincenzo Cenci di Cassino
Marcatori: 5’ Carta, 22 Benitez

SERMONETA-PONTINIA 3-1
Sermoneta: Pastro, Ltaief, Arduini, Magni, Rogato, Silvestri (27’ st Marangon), Tomassi, Petrussa, Ciccarelli (45’ st Iasabella), Masini, De Rosa. A disp.: Leone, Marangon, Fiaschi, Maresca, Isabella, Nardi, Ambrosino. All.: Giovannelli
Pontinia: Villani, Stefanelli, Locatelli, Petricca, Fiorini, Del Signore, Incollingo, Kibangu (25’ st Quintana), Campagna A., Lambiasi, Campagna G. A disp.: Gasperini, Brucner, Di Girolamo, Restante, La Notte, Quintana, Cappucilli. All.: Pigini (Pelucchini squalificato)
Arbitro: Guglielmi di Roma1
Marcatori: 16’ (rig), 32’ e 43’ Ciccarelli, 35’ st Campagna A.
Note – Ammoniti: Arduini, Masini, Locatelli, Del Signore, Lambiasi, Fiorini, Incollinco

CAMPO BOARIO – ROCCASECCA 0-5
Campo Boario: Stefanini, Ramiccia S. Di Tullio (36’pt Valeriani), D’Arcangeli, Ciarla, Badini, Checca (12’pt Cavola), Piras, Germani (20’st Del Grande), Pellerani, Cocuzzi. A disp: Ramiccia D. Nappini, Di Russo, Porcelli. All: Stefanini
Roccasecca: Diafani (37’st Recchia), Ricci, Cozzolino, Fulco, Cristini, Zonfrilli (29’st Umani), Lombardi (34’st Mastroianni), Grassi, Gatti, Medoro, Fiorillo A disp: Chiarlitti, Di Martino, Della Torre. All: Mancone
Arbitro: Vincenzo Marino di Formia
Assistenti: Petrella e Maggiore di Albano
Marcatori: 3’pt Medoro, 18’pt Gatti, 24’pt Lombardi, 11’st Ricci, 23’st Gatti.
Note: Ammonito Lombardi

NUOVA ITRI-CASSINO 1-3
Nuova Itri: Frascogna, Coppolella, Spirito, Papa, Auricchio, Vendittozzi, Pannozzo (20’ st Russo), Mallardi, Tornesi (30’ st Egidi), Mallozzi, Violanti (33’ st Esposito). A disp.: Marrocco, Mastroianni, Cardillo, Ionta. All.: Parisella
Cassino: Fabi, Palma, Rotondo, Riti, Palombo, Capocci, Grieco (30’ st Iattarelli), Giulini, Calcagni (42’ st Venturini), Esposito, Carboni (11’ st Cifani). A disp.: Pocino, Romano, Lombardo, Trotta. All.: Di Prisco
Arbitro: Ragone di Ciampino
Marcatori: 10 Giulini, 34’ Tornesi, 16’ st e 32’ st Calcagni
Note -Ammoniti: Mallardi e Giulini

FONTANA LIRI-MINTURNO 3-0
Fontana Liri: Battista, Greganti (23’ st Bianchi G.), Di Vona, Greco, Quattrucci (62’ Gemmiti), Pesce, Carmassi, Lillo, Reali (55’ Grossi), Marciano, Rocco. A disp.: Bianchi A., Tedeschi, Chiarlitti, Valev. All. Caldaroni.
Minturno: Grasso, Conte F., Merola, Neri M., Uva, Rica, Petrillo, Pirolozzi, Taglialatela, Martino (82’ Vezza), Graziano (60’ Romano). A disp.: Di Nitto, Di Luna, Neri A. All. Pernice.
Arbitro: Di Marco di Ciampino.
Assistenti: Di Raimondo e Fagnani di Ciampino.
Marcatori: 26’ Marciano, 43’ Lillo, 58’ Marciano.
Note: ammoniti Quattrucci, Rocco, Greco, Martino, Petrillo e Romano. Recupero: pt 1’; st 4’. La gara si è disputata a porte chiuse.

Lascia un commento