Bella Farnia, pronti al derby al Nalli

SARA’ un derby del tutto particolare quello che si appresta ad ospitare l’Adolfo Nalli di Bella Farnia. Sì, perché per la prima volta nella storia i padroni di casa ed il Calcio Sabaudia si troveranno di fronte nel campionato di Prima categoria. Una stracittadina, che, per giunta, arriva tra due formazioni che si trovano a 

Leggi tutto

SARA’ un derby del tutto particolare quello che si appresta ad ospitare l’Adolfo Nalli di Bella Farnia. Sì, perché per la prima volta nella storia i padroni di casa ed il Calcio Sabaudia si troveranno di fronte nel campionato di Prima categoria. Una stracittadina, che, per giunta, arriva tra due formazioni che si trovano a lottare dopo cinque giornate disputate per i piani altissimi della classifica. Dopo le sfide di due anni fa in Seconda categoria, quando il Bella Farnia ha stradominato la stagione vincendo sia campionato che Coppa Lazio, l’Adolfo Nalli torna a fare di nuovo da cornice al grande derby di Sabaudia, un polo calcistico in fortissima ascesa con ben tre squadre in Prima categoria, con Calcio Sabaudia al primo posto, Bella Farnia al Secondo e l’Aurora Vodice a vestire i panni di matricola terribile capace di dar fastidio a chiunque nel girone. Ancora imbattute in questa prima fase di campionato, Sabaudia e Bella Farnia si affrontano divise da soli due punti in classifica. Oltre alla carica emozionale che un derby porta con sé, dunque, domenica al Nalli ci sarà in palio molto di più del semplice campalinismo. In ballo, infatti, ci sarà la vetta della classifica. Di fronte due squadre diverse. Da una parte il Calcio Sabaudia allestito come una vera e propria corazzata che, dopo il predominio della passata stagione in Seconda, si è rinforzata ulteriormente con giocatori dal passato degno di categorie superiori affidati alle esperti mani di un mister esperto e vincente come Pino D’Andrea. Dall’altra parte un Bella Farnia che, al secondo anno consecutivo in Prima categoria, sta costruendo una nuova identità dopo il quasi fallimento della passata stagione culminata, comunque, con una dignitosissima salvezza. Un club che ha trovato nuova linfa grazie all’arrivo alla presidenza, insieme al patron storico Pierluigi Barbon, di Gianluca De Angelis. Squadra che è poi stata affidata ad un tecnico emergente come Emilio Salvatori, assistito dal più esperto Roberto Menichelli il cui prezioso apporto è stato finora fondamentale.

Che derby sarà? A dircelo è il presidente dei biancoverdi, Gianluca De Angelis: «Credo davvero che ad incontrarsi saranno due squadre che giocano bene al calcio e che tra le proprie fila annoverano giocatori di assoluta qualità. Ecco, quindi, che mi aspetto una partita bella e giocata a viso aperto, sperando che anche il tempo ci assista e che quindi tutto possa presupporre un grande spettacolo per il nostro pubblico che certamente sarà numerosissimo. Si tratta di un evento storico per la nostra società – ha continuato De Angelis – perché credo davvero che non sia mai accaduto che le due squadre si siano incontrate in una situazione di classifica del genere. Naturalmente spero di poter portare a casa tre punti, ma se non dovesse accadere sarò contento anche soltanto se la squadra sia riuscita a dare il massimo ed esprimere un buon gioco sul terreno di gioco. Se il Sabaudia, a quel punto, si sarà dimostrato più forte di noi non ci resterà altro che fare i complimenti ai nostri avversari». Uno spettacolo dentro e fuori dal campo: «Certamente il Nalli sarà pieno di gente sugli spalti – conclude De Angelis – Come sempre i nostri supporters ci daranno quella spinta ulteriore per dare il massimo. Allo stesso tempo invito tutti ad essere come sempre rispettosi nei confronti di giocatori e avversari».

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento