Coppa Italia, in campo le tre pontine superstiti

Un mercoledì intenso di Coppa Italia quello che si profila sulla strada delle formazioni pontine di Eccellenza rimaste ancora in corsa per un posto tra le grandi della categoria. Formia, Pro Cisterna e Terracina si giocheranno le chance di proseguire la propria corsa nella competizione regionale e approdare ai quarti di finale. La formazione che 

Leggi tutto

Un mercoledì intenso di Coppa Italia quello che si profila sulla strada delle formazioni pontine di Eccellenza rimaste ancora in corsa per un posto tra le grandi della categoria. Formia, Pro Cisterna e Terracina si giocheranno le chance di proseguire la propria corsa nella competizione regionale e approdare ai quarti di finale. La formazione che vanta una percentuale più alta per il passaggio del turno è certamente la Pro Cisterna di mister Manolo Patalano. Reduci dal pesante ko rimediato nel derby di domenica scorsa in casa del Terracina, i biancoazzurri sono chiamati a risalire prontamente in sella e confermare così il personalissimo feeling con la Coppa Italia, vinta due stagioni fa sotto la guida di mister Francesco Montarani. Per la Pro Cisterna impegno casalingo davanti al pubblico amico del Bartolani contro il Santa Maria delle Mole parte con il non indifferente vantaggio di poter anche giocare per lo 0-0 in virtù del pareggio per 1-1 ottenuto in terra romana quindici giorni fa.
Più arduo, invece, il compito del Formia. I tirrenici, risorti in campionato dopo tanto penare grazie all’1-0 rifilato al Boville Ernica, cercano l’impresa sempre davanti al pubblico amico del Nicola Perrone contro il Colleferro. Da ribaltare, però, c’è il pesante 4-2 con cui i biancoazzurri, due settimane fa, sono tornati a casa dalla trasferta in casa dei castellani. Impresa difficile, dunque, ma non impossibile, visto che ai ragazzi di mister Selvaggio basterà anche un classico risultato all’inglese per accedere ai quarti di finale. Un traguardo che, anche se in parte, raddrizzerebbe le sorti di una stagione nata male e ora in cerca di una luce in fondo al tunnel.
Più alte le probabilità, invece, per il Terracina. L’undici di mister Cucciari, infatti, sembra aver trovato la definitiva quadratura consacrandosi a grande squadra nel derby stravinto domenica scorsa contro la Pro Cisterna. Certo, dalla parte dei tigrotti non ci sarà il calore del ritrovato pubblico del Colavolpe. A remare contro i tirrenici, poi, anche il risultato negativo rimediato all’andata quando sul neutro di Sperlonga l’Albalonga è passato con il risultato minimo (1-0). Certo è che il team di Cucciari ha dimostrato di poter riuscire in qualsiasi tipo di risultato, anche se non sarà facile su un campo come quello dell’Albalonga che in questa stagione non ha mai conosciuto sconfitte e visto vincere per 3 volte su quattro i padroni di casa con un pareggio.

Lascia un commento