Minturno stratosferico, San Michele beffato nel finale. Cocuzzi fa bene al Boario

IL Città di Minturno-Marina realizza un’autentica impresa espugnando con un netto 3-0 il «Le Prata» di Sermoneta. Per l’undici di Gennaro Pernice si tratta della terza affermazione stagionale – con cui aggancia a quota dodici punti la Nuova Itri -, mentre per quello di Roberto Giovannelli è la seconda battuta d’arresto del campionato, la prima 

Leggi tutto

IL Città di Minturno-Marina realizza un’autentica impresa espugnando con un netto 3-0 il «Le Prata» di Sermoneta. Per l’undici di Gennaro Pernice si tratta della terza affermazione stagionale – con cui aggancia a quota dodici punti la Nuova Itri -, mentre per quello di Roberto Giovannelli è la seconda battuta d’arresto del campionato, la prima davanti al proprio pubblico. Nella domenica in cui perdono Cassino e San Michele, dunque, i gialloblu sciupano la ghiotta opportunità di ritrovarsi da soli al comando del girone «D». Anzi, sempre a braccetto con i gialloverdi, scivolano dal secondo al settimo posto della graduatoria, ma proprio in virtù dei risultati delle dirette avversario hanno la fortuna di restare a due punti dalla vetta. Le tre reti dell’incontro portano le firme di Petrillo, Pirolozzi e Martino. Petrillo apre le danze dopo appena centottanta secondi di gioco grazie ad un diagonale deviato alle spalle di Leone da un difensore locale. La risposta dei padroni di casa, però, non si fa attendere troppo e una manciata di minuti più tardi si fa vedere dalle parti di Di Nitto con una girata di Ciccarelli che il numero uno ospite blocca a terra. Al 55’ Pirolozzi firma il raddoppio, deviando alle spalle dello stesso Leone un tiro-cross di Masino. A quel punto il Sermoneta, tralasciando ogni equilibrio, si getta in avanti nel disperato tentativo di riaprire il match. Così facendo, però, i gialloblu concedono inevitabilmente il fianco ai contropiedi rossoblu Al 65’, proprio sugli sviluppi di una ripartenza veloce, il Città di Minturno-Marina concede il tris con Martino.

AL «San Bernardino» prevale la paura di perdere: Sonnino e Pontinia provano a vincere ma senza fare chissà che, così alla fine termina 0-0 il derby di questa ottava giornata. Pareggio giusto quello uscito sulla ruota di Sonnino perché nessuna delle due squadre avrebbe meritato di perdere: il punto può andar bene ad entrambe le squadre in virtù anche delle numerose assenze da una parte e dall’altra. La prima parte del match vede meglio gli ospiti che vanno vicini alla rete dopo pochi minuti con Alessandro Campagna: l’attaccante è tanto bravo quanto sfortunato e il suo destro finisce sul palo dopo la provvidenziale deviazione di Belviso. Nel finale di tempo, però, il Sonnino – che poco prima aveva perso Serio per infortunio – pareggia il conto dei legni: la traversa stavolta salva il Pontinia sul bolide di Grossi su cui Marinelli non sarebbe mai potuto arrivare. Si va così al riposo dopo un primo tempo tutto sommato divertente. La ripresa comincia a ritmi molto più blandi. Le due squadre si temono e badano più a non prenderle che ad offendere. Così i minuti trascorrono tra molti sbadigli e si arriva al triplice fischio senza emozioni. Gli amaranto muovono la classifica e salgono a quota 11, mentre il Sonnino di Reggio deve ancora rimandare l’appuntamento con la prima vittoria in campionato.

MISSIONE compiuta. L’Atletico Sabotino non tradisce le attese, centra la seconda vittoria della stagione rifilando un netto 3-0 al fanalino di coda Virtus Broccostella, sale a quota otto e aggancia al sestultimo posto il Santopadre di mister Coraggio. Pronti via e Stefano Petitti spiana la strada ai padroni di casa. Il numero sette biancoverde arriva al vertice destro dell’area di rigore e lascia partire un diagonale che si insacca sul palo più lontano. Passano centottanta secondi e lo stesso Petitti concede il bis con un’azione in fotocopia. Nonostante il doppio vantaggio, l’Atletico Sabotino continua a gestire il pallino del gioco senza abbassare il ritmo, ma non trova il terzo gol. Terzo gol che però arriva nella ripresa ad opera di Frattarelli sul passaggio filtrante di Coia. Proprio al novantesimo all’«Andriollo» si vivono attimi di paura per l’infortunio subito da Rea. Il centrocampista ospite, infatti, dopo un contrasto con un avversario resta a terra privo di sensi: immediati sono scattati i soccorsi e Rea è stato trasportato in ospedale dove poi l’allarme è fortunatamente rientrato.

TROPPO Fontana Liri per l’Hermada. La corazzata di Massimo Caldaroni sbanca con un netto 3-0 il «Paganini» e, approfittando delle sconfitte di Cassino, Sermoneta e San Michele, ritorna in vetta al girone «G» agganciando proprio il Cassino a quota sedici. Gli ospiti sbloccano il risultato dopo appena centoventi secondi con un diagonale di Reali su cui è tutt’altro che impeccabile l’intervento di Carbone. Al quarto d’ora il Fontana Liri raddoppia con un perfetto calcio di piazzato di Marciano. Nella ripresa, al 20’, lo stesso Reali mette il punto esclamativo sull’affermazione dei suoi.

PROPRIO quando il pari sembrava cosa fatta, il San Michele ha dovuto incassare la seconda sconfitta in campionato. I gialloverdi nella tana dell’Arce hanno perso lo scontro diretto per l’alta classifica in pieno recupero, ma visti i risultati delle concorrenti lassù è rimasto tutto invariato. La partenza delle due formazioni è al rallentatore. A prevalere è la noia, eccezion fatta per qualche giocata frutto più che altro di invenzioni estemporanee. L’episodio più significativo capita al 16′, quando Roma ipnotizza Corsetti e gli respinge un calcio di rigore concesso per fallo di Pignatiello su Carosi. Nella ripresa l’Arce spinge ma il San Michele tiene bene e colpisce: al 22’ Leonetta respinge un corner proprio sui piedi di Costanzi che appostato nell’area piccola non sbaglia. L’undici di Mancini si dimostra collettivo solido ed organizzato e per l’Arce la strada è tutta in salita. Ma i ciociari sono bravi e fortunati a trovare un pareggio immediato al 28’ con Corsetti: l’attaccante evita Roma e deposita in rete per l’1-1. La gara resta molto equilibrata e col trascorrere dei minuti sembra sempre più indirizzata verso il pari. Invece nei minuti di recupero è l’Arce a trovare il gol vittoria: De Angelis da sinistra entra in area e prova la conclusione, la respinta di Roma è troppo corta, sul pallone si avventa Corsetti che sigla il 2-1.

DOPO il ko rimediato a Santopadre sette giorni, il Campo Boario rialza subito la testa imponendosi di misura nel derby contro la Vis Sezze Setina. A regalare i tre punti alla squadra di Ubaldo Stefanini contro il suo recente passato, è il solito Stefano Cocuzzi, che firma il gol partita al 9’ del primo tempo trasformando il calcio di rigore concesso dal direttore di gara, Pellegrini di Roma 1, per un intervento falloso di Zeppieri ai danni di Pellerani. Oltre ai tre punti, il sigillo ha permesso all’attaccante di Latina di toccare la fatidica quota cento per quanto riguarda le esperienze in prima squadra. Una volta sbloccato il risultato, il Campo Boario si limita ad amministrare il vantaggio senza però riuscire ad affondare il colpo per raddoppiare. Anzi, al 35’ è Angelo Stefanini a salvare il risultato con un volo plastico sul calcio piazzato di Benitez. Negli ultimi dieci minuti non accade più niente e le due squadre ritornano negli spogliatoi sul risultato di 1-0 in favore dei locali. Nella ripresa gli ospiti si riversano nella metà campo avversaria alla ricerca del pari, ma concedono inevitabilmente il fianco alle ripartenze dei nerazzurri. Nerazzurri che al 55’, proprio sugli sviluppi di un contropiede orchestrato da Checca, vanno vicinissimi al 2-0. Centoventi secondi più tardi Pellerani finisce a terra dopo un contatto con Milo e reclama un altro calcio di rigore che però l’arbitro non concede. Nei venti minuti finali Baroni prova il tutto per tutto e getta nella mischia prima Fiori e poi anche Baratta, ma l’esito del match resta inalterato fino al novantesimo.

IL Santopadre costringe al pari la Nuova Itri. Tra le mura amiche del «Comunale» la formazione di Alessandro Parisella non riesce ad andare al di là dell’1-1 con l’undici di mister Coraggio. I primi a passare in vantaggio sono proprio gli ospiti, che al 20’ si portano sull’1-0 grazie ad un magistrale calcio piazzato di Manetta dal limite dell’area di rigore. La risposta della Nuova Itri arriva cinque minuti più tardi, quando Tornesi calcia a colpo sicuro a pochi passi da Lancia ma trova la deviazione di un difensore avversario. Alla mezzora arriva il brutto infortunio di Vendittozzi. Passano altri dieci minuti e Mallozzi va vicino all’1-1 con un assolo personale chiuso però da una conclusione poco precisa. Nella ripresa continua il monologo della Nuova Itri ma i tentativi di Mallozzi e Fiore non trovano gloria. Il pareggio però è nell’aria e al 77’ Mallardi firma l’1-1 con un preciso rasoterra. Nelle battute finali l’Itri prova il tutto per tutto ma il Santopadre tiene botta e la gara si conclude sull’1-1.

IL SS.Pietro e Paolo si arrende 2-1 alla corazzata Città di Pignataro e torna al penultimo posto della classifica, agganciato a quota tre dal Sonnino. I padroni di casa incanalano il match su binari favorevoli già al 16’, quando Mandarelli trafigge Ghirotto con un colpo di testa vincente sul cross di Corrado. Trovato il vantaggio, il Pignataro mantiene il controllo delle operazioni, senza però riuscire a creare ulteriori grattacapi alla retroguardia biancorossa. I secondi quarantacinque minuti si aprono sulla stessa falsa riga dei primi, ma al 65’ il Pignataro raddoppia grazie al destro dal limite di Ferdinandi. Messo al sicuro il risultato, l’undici di Emanuele Bottoni allenta un pò la presa e consente al SS.Pietro e Paolo di prendere un pò di coraggio. Al 70’, infatti, i biancorossi trovano l’1-2 con il penalty trasformato da capitan Viscido. Negli ultimi venti minuti di gioco, i ragazzi di Simone De Simone producono il loro massimo sforzo, ma non riescono a portare a termine la rimonta.

SERMONETA – CITTA’ DI MINTURNO-MARINA 0-3
Sermoneta: Leone, Rogato, Maresca (17’st De Rosa), Magni, Pannozzo, Fiaschi (29’st Ltaief), Marangon (1’st Silvestri), Pelle, Ciccarelli, Terrazzino, Tomassi. A disp.: Pastro, Ottaviani, Nardi, Noce. All.: Giovannelli.
Città di Minturno-Marina: Di Nitto, Sica, Merola, Neri M. (20’st Conte F.), Caiazzo, Uva, Petrillo (39’st Graziano), Pirolozzi, Masino (24’st Taglialatela), Martino, Cicala. A disp.: Grasso, Neri A., Vezza. All.: Pernice.

Arbitro: Di Vilio di Roma 1; assistenti: Caretti di Roma 1 e Maccari di Ciampino.
Marcatori: 3’pt Petrillo, 10’st Pirolozzi, 20’st Martino.
Note – Ammoniti: Pannozzo, Fiaschi (S), Sica, Petrillo, Conte F. (CMM).

SONNINO – PONTINIA 0-0
Sonnino: Belviso, Altobelli, D’Andrea, Ialongo, Verdone, Iacovacci (27’st Pecchia), Di Girolamo M., Del Duca, Serio (35’pt Parolisi), Grossi (40’st Fontana), Pisacane. A disp.: Cecconi, Percoco, Iannotta, Venerelli. All.: Reggio.
Pontinia: Marinelli, Stefanelli, Carchitto (20’pt Quintana), Rufo, Fiorini, Del Signore, Incollingo, Petricca, Campagna, Perfetti, Locatelli. A disp.: Villani, Di Girolamo D., Zomparelli, La Notte, Bruckner, Lambiasi. All.: Pelucchini.
Arbitro: Pavia di Roma 2; assistenti: Fiorenza di Formia e Simeone di Cassino.
Note – Ammoniti: D’Andrea, Del Duca, Di Girolamo (S), Stefanelli, Fiorini (P).

NUOVA ITRI – SANTOPADRE 1-1
Nuova Itri: Porcaro, Coppolella, Vendittozzi (33’pt Spirito), Papa, Auricchio, Mastroianni, Fiore (20’st Esposito), Mallardi, Tornesi, Mallozzi, Violanti. A disp.: Centola, Ionta, Russo, Pannozzo, Cardillo, Spirito. All.: Parisella.
Santopadre: Lancia, Mantova, Di Folco, Caldaroni, Lombardi, Di Sarra, Forlini, Cestra (20’st Musa), Tomaselli (36’st Alviani), Manetta (35’pt Sina), Cocco. A disp.: Odini, Bottoni, Marziale, Iafrati. All.: Coraggio.
Arbitro: Urzì di Roma 1.
Marcatori: 20’pt Manetta, 32’st Mallardi
Note – Ammoniti: Mastroianni, Mallardi (NI), Mantova, Caldaroni, Di Sarra, Forlini, Sina (S).

CITTA’ DI PIGNATARO – SS.PIETRO E PAOLO 2-1
Città di Pignataro: Truocchio, Pessia, De Bernardo, Esposito S., Tricinelli (35’st Ceglia), Reale, Ferdinandi, Marotta, Mandarelli (30’st Cretella), Corrado, Avolio (10’st Ruggiero). A disp.: Esposito P., Paesano, Ferraro, Fuduli. All.: Bottoni.
SS.Pietro e Paolo: Ghirotto, Di Stasio, Naddeo, Passaretti, Bulboaca, Amadio, Viscido, Giordani, Chiarlitti, Orlandini, Onorato. A disp.: Bilali, Petruccelli, Yang Ce, Martellacci, Ricci, Mineo, Petruccelli, Salvatori. All. De Simone.
Arbitro: Francesco di Campobasso.
Marcatori: 16’pt Mandarelli, 20’st Ferdinandi, 25’st Viscido (rig.).

CAMPO BOARIO – VIS SEZZE SETINA 1-0
Campo Boario: Stefanini A., Badini (32’st Cavola), Noviello, D’Arcangeli, Ciarla, Sarrecchia, Di Tullio, Piras (5’pt Checca), Germani (30’st Nappini), Pellerani, Cocuzzi. A disp.: Ramiccia, Di Russo, Scotto, Porcelli. All.: Stefanini U.
Vis Sezze Setina: Tarricone, Costantini (26’st Fiori), Zeppieri, Milo, Massari, Leva, Parente, Baroni (25’st Vecchioni), Benitez, Di Meo A., Di Meo M. (39’st Baratta). A disp.: Mancini, Le Foche, Passeri, Bassani. All.: Baroni.
Arbitro: Pellegrini di Roma 1; assistenti: Bruni Paolucci di Frosinone e Di Crasto di Formia.
Marcatori: 9’pt Cocuzzi (rig.).
Note – Ammoniti: Noviello, D’Arcangeli, Germani (CB), Baroni, Di Meo A. (VSS).

ARCE – SAN MICHELE 2-1
Arce: Leonetta, Antonelli, Parisi, Cestra, De Angelis M., Zazza, Tomassi (10’st Bianchi) (47’st Della Bona), Maura, De Angelis D., Corsetti, Carosi. A disp.: Pesce, Evangelista, Caiazzo, Tasciotti, Apponi. All.: Campolo.
San Michele: Roma, Ruggiero (37’st Marchetti), Liguori, Pignatiello, Ambrosi
(31’st Casaburi), Bellamio, Costanzi, Forzan (24’st De Bonis), Funari, Spogliatoio, Meneghello. A disp.: Pepe, Gazzi, Gravina, Collini. All.: Mancini.
Arbitro: Treglia di Formia; assistenti: Ferrini e Borelli di Roma 2.
Marcatori: 22’st Costanzi, 28’ st e 48’st Corsetti.
Note – Ammoniti: Corsetti (A), Meneghello (SM).

ATLETICO SABOTINO – VIRTUS BROCCOSTELLA 3-0
Atletico Sabotino: Reccanello, Notarpietro, Ponso, Sarra, Fasulo, Cerolini, Petitti (33’st Proietti Ciolli), Micheletti, Coia (29’st Sagramola), Liberatore (19’st Rossetto), Frattarelli. A disp.: Ghisu, Vanzari, Sagramola, De Masi, Guerra. All.: Ziroli.
Virtus Broccostella: Giustini, Simoncelli (1’st Mastropietro), D’Agostini, Di Battista, Rea, Pompilio, Ascione, Bruni (3’st Carlino), Di Stefano, D’Andrea (27’st Tullio), Caravella. A disp.: Vitale, Recchia, Palladinelli, Capobianco. All.: Salvatici.
Arbitro: Di Lilio di Roma 1; assistenti: Zamporlini e Iacopino di di Roma 1.
Marcatori: 2’, 5’pt Petitti, 19’st Frattarelli.

HERMADA – FONTANA LIRI 0-3
Hermada: Carbone, Bianchi (33’st De Paolis), Rossi, Forzelin, Bracciale, Scalambra, Beltramini, Cardone (30’pt Bon), Di Vito, Maglitto, Di Biase (5’st Del Monte). A disp.: Masala, Giusto, Croatto, D’Annizio. All.: Tosti.
Fontana Liri: Battista, Greganti, Di Vona, Greco, Quattrucci, Pesce, Valev (30’st Grossi), Chiarlitti, Reali, Marciano (39’st Gemmiti), Rocco (35’st Recchia). A disp.: Bianchi, Tedeschi, Carmassi. All.: Caldaroni M.
Arbitro: Di Matteo di Roma 2; assistenti: Valente e Rizzotto di Roma 2.
Marcatori: 2’pt, 20’st Reali, 15’pt Marciano.
Note – Espulsi: mister Tosti al 25’st per proteste; ammoniti: Rossi, Maglitto, Bianchi, Croatto, Scalambra (H), Quattrucci, Pesce (FL).

Lascia un commento