Aprilia come un panzer. Tre gol anche al Teramo

Lo aveva dichiarato alla vigilia il tecnico dell’Aprilia Vivarini che sarebbe stata una gara difficile, confermata in campo dall’atteggiamento difensivista del Teramo soprattutto nel primo tempo più attento a non prenderle che ad imbastire qualche azione offensiva. Ma queste tipo di gare si vincono con gli episodi anche se il vantaggio propiziato da Marfisi non 

Leggi tutto

Lo aveva dichiarato alla vigilia il tecnico dell’Aprilia Vivarini che sarebbe stata una gara difficile, confermata in campo dall’atteggiamento difensivista del Teramo soprattutto nel primo tempo più attento a non prenderle che ad imbastire qualche azione offensiva. Ma queste tipo di gare si vincono con gli episodi anche se il vantaggio propiziato da Marfisi non può essere considerato tale , bensì un gol di pregevole fattura arrivato dopo solamente venti secondi dal suo ingresso in campo. Sboccato il risultato la capolista ha potuto giocare il suo calcio sfruttando gli spazi che inevitabilmente il Teramo ha concesso. Alla fine è arrivata una vittoria meritata che conferma anche la maturità di questi ragazzi, bravi a rimanere concentrati senza mai perdere la pazienza.

LA CRONACA – Al 2′ prima azione dell’Aprilia, Ferrari al limite dell’area serve un pallone filtrante in area per Calderini che viene anticipato dal portiere avversario. Replica ospite al 7′ primo tiro del Teramo di Foglia che dal limite della’rea calcia alto su un disimpegno non perfetto del portiere Di Vincenzo. Al17′ dopo una azione elaborata l’Aprilia si fa notare con un tentativo da fuori area di Corsi, di poco alto. Al 21′ l’Aprilia che sfiora il gol con Sembroni che in area raccoglie un pallone su calcio d’angolo, il n. 5 calcia il pallone che assume una traiettoria strana andando verso l’incrocio dei pali, il portiere è costretto a mettere in angolo. Insiste l’Aprilia. Al 34′ lancio di Amadio in area per Calderini, il n. 10 dell’Aprilia servito ottimamente si gira al volo ma trova un avversario che mette la palla in angolo. 36′ Teramo pericoloso, cross dalla destra di De Fabrittis che pesca bene Bellucci il quale gira al volo, la sua conclusione è però alta. Al 41′ buona azione dell’Aprilia non sfruttata bene da Ferrari. Calcio di punizione dall’out destro di Criaco, il pallone filtra in area, il n. 9 dell’Aprilia anticipa il suo avversario ma calcia debole nelle mani del portiere. Al 44′ altra azione pericolosa dell’Aprilia, Calderini ben servito da Croce entra in area portandosi la palla sul fondo, poi salta il difensore Speranza mettendo al centro un pallone d’oro anticipato in angolo da un difensore.

LA RIPRESA – Il copione nella ripresa non cambia, il Teramo continua il suo gioco di attesa, l’Aprilia fa girare molto il pallone ma gli spazi a disposizione sono pochi. Il match si sblocca al 64’ con il gol del vantaggio apriliano: Marfisi dopo 20 secondi dal suo ingresso in campo compie un capolavoro con un tiro di destro a giro sul secondo palo.  Al 75′ Croce calcia un punizione dal limite la sua specialità, il pallone a giro esce di poco fuori. Ma il raddoppio è nell’aria e arriva al 72’. La rete è del difensore dell’Aprilia Diakite corregge in rete un calcio di punizione di Corsi. Al 75′ Croce calcia un punizione dal limite la sua specialità, il pallone a giro esce di poco fuori. Al 78′ il portiere dell’Aprilia Di Vincenzo salva la sua porta su un tiro ravvicinato di Petrella ottimamente servito in area da un compagno. Al92’ il tris con il gol di Pina Gomes: nel recupero il portoghese, servito in area da un ottimo assist di Criaco colpisce il pallone con un morbido pallonetto di sinistro con il portiere in uscita, la sfera finisce alla sinistra dell’estremo difensore.

APRILIA –TERAMO 3 – 0

APRILIA: Di Vincenzo, Corsi, Tundo ( dal 64’ Marfisi), Croce, Sembroni, Diakite, Criaco, Amadio, Amadio, Ferrari (dal 64’ Gomese), Calderini ( dal 71’ Ferri Marini), Sassano. All. Vivarini 12 Caruso, 13 Cane, 14 Carta, 15 Salese, 16 Marfisi, 17 Ferri Marini, 18 Gomes de Pina.

TERAMO: Serraiocco, De Fabritiis, Scipioni, Righini ( dal 70’ Patierno), Ferrani, Speranza, Novinic, Valentini, bellucci, Foglia (8 dal 54’ Di Paolantonio), Petrella. All. Cappellaci. 12 Santi, 13 Giannetti. 14 Caidi, 15 Chovet, 16 Di Paolantonio, 17 De Stefano, 18 Patierno.

Arbitro: Daniele Rasia di Bassano del Grappa. I ass. Alberto Piazza di Trapani; II Ass. Eleonora Cappello di Busto Arsizio.

Marcatore: 64’ Marfisi, al 72’ Diakite, 92’ Gomes. Ammoniti: Bellucci, Scipioni, Righini,Sassano, Calci d’angolo: 8 a 2 per l’Aprilia. Spettatori: 750

Lascia un commento