Podgora, obiettivo battere il Ceccano

L’AVVERSARIO per il Podgora è il Ceccano di mister Adinolfi. Si gioca Al alle 11. I ciociari arrivano dalla vittoria ottenuta contro il Formia e sappiamo bene che le vittorie sono la migliore medicina per lavorare con la giusta tranquillità nel corso della settimana. Dopo la rocambolesca sconfitta rimediata in casa della Nuova Circe per il Podgora 

Leggi tutto

L’AVVERSARIO per il Podgora è il Ceccano di mister Adinolfi. Si gioca Al alle 11. I ciociari arrivano dalla vittoria ottenuta contro il Formia e sappiamo bene che le vittorie sono la migliore medicina per lavorare con la giusta tranquillità nel corso della settimana. Dopo la rocambolesca sconfitta rimediata in casa della Nuova Circe per il Podgora altre distrazioni sono vietate. < E’ l’ennesima partita difficile e complicata – dichiara il tecnico Giancarlo Paloni – Il Ceccano è una squadra ben organizzata e una società dal grande blasone. Anche domenica a San Felice Circeo abbiamo pagato a caro prezzo le solite ingenuità, ma nonostante tutto abbiamo ripreso per tre volte il risultato, alla fine un calcio di rigore ha rovinato il tutto. Sapete bene che degli arbitri nella mia carriera di allenatore non né ho voluto mai parlare, anche perché il risultato non cambia, e al sottoscritto non gli piace piangersi addosso. Giochiamo in casa e abbiamo il dovere di sfruttare il fattore campo così come è successo contro il Lariano Velletri. Dobbiamo agguantare quanto prima la zona playout, per poi giocarci le nostre chance di salvezza strada facendo. Mantenere questo titolo di Eccellenza per il Podgora equivale a un campionato vinto, e vi posso assicurare che questi ragazzi non molleranno fino alla fine >. Il Podgora deve credere nella rimonta, assolutamente possibile e per far si che si concretizzi non dovrà mai mollare, ma sentirsi sempre in corsa per la permanenza nel massimo campionato regionale, senza guardare la classifica, questo la truppa di Giancarlo Paloni lo sa molto bene.

Lascia un commento