Aprilia per stupire anche in Coppa Italia

PRONTI per un’altra impresa. L’Aprilia delle meraviglie, prima in campionato con un cammino da record che in Lega Pro soltanto il Lecce (girone A di Prima Divisione) è riuscito per ora ad eguagliare, vuole stupire anche in Coppa Italia. E poco importa se l’avversario di turno, il Gubbio, arriva da una categoria superiore, anzi. Per 

Leggi tutto

PRONTI per un’altra impresa. L’Aprilia delle meraviglie, prima in campionato con un cammino da record che in Lega Pro soltanto il Lecce (girone A di Prima Divisione) è riuscito per ora ad eguagliare, vuole stupire anche in Coppa Italia. E poco importa se l’avversario di turno, il Gubbio, arriva da una categoria superiore, anzi. Per ora, infatti, la differenza le rondinelle hanno sempre avuto la meglio contro le avversarie di Prima Divisione, mettendo in fila in Coppa Italia squadre come Latina e Frosinone, entrambe capolista del girone B. La partita in casa degli eugubini avrà il fascino della notturna. Si scende in campo alle 20.45 e sembra scontato, come successo nella partita vinta contro i cugini ciociari, un ampio turn-over attuato da Vivarini che ha avuto comunque buone rassicurazione sul poter puntare anche sui tanti giovani «terribili» che in questa prima parte di camionato hanno trovato meno spazio. Impressione neanche tanto celata dallo stesso tecnico abruzzese: «In Coppa andremo con quei ragazzi che non hanno giocato contro il Fondi perché si sono guadagnati la conferma giocando una gran partita contro il Frosinone – ha spiegato Vivarini – A Gubbio sarà comunque una partita importante contro una formazione che lo scorso anno era in serie B. Speriamo di riuscire a fare una impresa anche là».

Lascia un commento