Al Sermoneta il derby degli ex. A Minturno segna il portiere

IL Sermoneta fatica ma alla fine riesce a portare a casa tre punti che significano secondo posto in coabitazione col San Michele. Il SS.Pietro e Paolo, invece, culla per sessantatre minuti, dal 3’ al 66’, il sogno di centrare la prima vittoria della stagione proprio contro una delle grandi candidate alla vittoria finale, ma alla 

Leggi tutto

IL Sermoneta fatica ma alla fine riesce a portare a casa tre punti che significano secondo posto in coabitazione col San Michele. Il SS.Pietro e Paolo, invece, culla per sessantatre minuti, dal 3’ al 66’, il sogno di centrare la prima vittoria della stagione proprio contro una delle grandi candidate alla vittoria finale, ma alla fine è costretto ancora una volta ad arrendersi e a restare al terzultimo posto della graduatoria. Soltanto tre minuti dopo il fischio d’inizio, Carletti firma il vantaggio: i biancorossi rubano palla e centrocampo e verticalizzano subito per Viscido, che entra in area dal lato sinistro e serve il compagno a centro area per la battuta dell’1-0. La risposta del Sermoneta arriva al 13’, quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Pelle, Pannozzo impegna seriamente di testa Stefano Ghirotto. Da quel momento in poi, i gialloblu assumono il pallino, ma concedono il fianco alle ripartenze degli avversari, pericolosi con Onorato, Viscido e lo stesso Carletti. Il secondo tempo comincia sulla stessa falsa riga del primo, ma dopo una manciata di minuti la formazione di Simone De Simone potrebbe raddoppiare con Onorato, ma Magni salva tutto con un recupero in extremis. Al 66’ gli ospiti agguantano il pari: traversone dalla destra di Rogato per Ciccarelli che di testa non lascia scampo a Ghirotto. Passano soltanto sei minuti e il Sermoneta segna ancora: Ciccarelli scarica per Terrazzino, che manda nello spazio Marangon, il quale, a tu per tu con Ghirotto, sigla il definitivo 2-1. Il SS.Pietro e Paolo a quel punto prova il tutto per tutto e al 92’ si vede negare il pari solo da un miracoloso intervento di Rogato sulla lina di porta su un tiro-cross di Viscido.

SECONDO successo consecutivo per una Nuova Itri cinica e concreta che piega a domicilio il fanalino di coda Broccostella con un gol per tempo. Non senza sofferenze il successo dei ragazzi di mister Parisella che al 10’ rischiano grosso. Caravella entra in area e viene falciato da dietro, conquistandosi un sacrosanto calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Di Stefano, ma Porcaro fa il miracolo neutralizzando il tiro dell’attaccante locale. L’errore pesa come un macigno nella testa dei giocatori della Virtus, che dieci minuti dopo, sono costretti ad ingoiare anche il boccone amaro dello svantaggio: palla al centro sugli sviluppi di un calcio d’angolo ed incornata vincente di Vendittozzi, che schiaccia la palla in rete non lasciando scampo a Giustini. La reazione del Broccostella non si fa attendere, ma ancora una volta l’attacco è impreciso. L’Itri comunque è brava a gestire il risultato e tentare talvolta di pungere in attacco con rapide ripartenze. Nella ripresa il Broccostella le prova tutte, con Di Stefano e Di Matteo falliscono per un soffio il pareggio, poi in pieno recupero arriva il gol della totale sicurezza per i biancoazzurri che vanno a segno con Mallozzi, freddo su calcio di rigore a spiazzare Giustini. Finisce così 2-0 e per l’Itri la situazione di classifica comincia a diventare più consona alle aspettative di inizio campionato con sole cinque lunghezze a dividere i ragazzi di Parisella. Aspettative da confermare domenica prossima nel match casalingo, sulla carta più che abbordabile, con i ciociari del Santopadre.

DOPO tre ko consecutivi, il Pontinia torna finalmente a sorridere, imponendosi 2-1 nel derby con l’Atletico Sabotino. Al «Comunale» decide una doppietta di Alessandro Campagna che, dopo due giornate di squalifica, torna in campo e regala tre punti preziosissimi ai suoi. I padroni di casa sbloccano il risultato al 12’, quando Campagna batte di testa, al secondo tentativo, Ghisu sugli sviluppi di un corner di Capuccilli. Sedici minuti più tardi la formazione di Alberto Ziroli trova il pari: Cerolini serve nello spazio Sarra che batte Marinelli con un preciso rasoterra. Alla mezzora Petitti impegna ancora l’estremo difensore avversario con una conclusione sotto misura. Al 33’ il Pontinia torna avanti con un’altra zuccata vincente di Campagna. Nella ripresa, la compagine borghigiana assume il comando delle operazioni, mentre gli amaranto si limitano ad aspettare e a ripartire. Purtroppo per il Sabotino, però, i tentativi di Liberatore, Ponso e Frattarelli non hanno fortuna e alla fine i tre punti vanno al Pontinia.

IL San Michele rialza subito la testa dopo lo scivolone di Borgo Sabotino e torna al secondo posto (in coabitazione col Sermoneta). Moreno Mancini si affida ad una squadra molto giovane, mandando in campo ben sei ragazzi in età di Lega, mentre dall’altra parte Simone Reggio ne schiera, si fa per dire, solo quattro. Pronti via e il San Michele passa con Funari. Lancio di Forzan per il numero nove borghigiano, che entra in area ma finisce a terra dopo l’intervento di Verdone: l’arbitro non ha dubbi e concede il calcio di rigore ammonendo il difensore ospite. Sul dischetto si presenta lo stesso Funari che trafigge Belviso con una conclusione centrale. Sbloccato il risultato, il San Michele continua a gestire il comando delle operazioni ma non riesce a trovare il varco giusto per affondare nuovamente il colpo. Al 26′, però, sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Grossi, Ambrosi colpisce il pallone con un braccio, costringendo il direttore di gara, Campobasso di Formia, a concedere il secondo penalty del match: alla battuta va Grossi che spiazza Roma. A due minuti dall’intervallo Meneghello lascia partire dal vertice destro un rasoterra che Belviso toglie dall’angolino sinistro. La ripresa si apre con una grande occasione per Marchetti, il quale conclude un contropiede dei suoi con un rasotterra che Belviso devia in angolo. Al 63′, però, Funari riporta in vantaggio i suoi: Forzan gira sulla destra per Costanzi, il quale mette la palla dietro per l’accorrente Funari che insacca di potenza. Nel giro di otto minuti, tra il 66’ e il 74’, gli ospiti restano in nove uomini per le espulsioni di Rinaldi e Trocheo. Ma nonostante tutto il Sonnino non molla la presa e all’80’ va addirittura vicino al pareggio con lo stesso Grossi, la cui conclusione è però facile preda di Roma. Nelle battute finali non accade più nulla e i tre fischi del direttore di gara decretano la vittoria borghigiana.

PRONOSTICO rispettato: il Cassino piega la resistenza dell’Hermada e conserva il primato solitario del girone «D» con due lunghezze di vantaggio sulla coppia Sermoneta-San Michele. Ma la truppa di mister Di Prisco impiega ben sessantacinque minuti prima di trovare lo spazio giusto per affondare il colpo. Il gol partita porta la firma di Calcagni, entrato in campo soltanto sei minuti prima al posto di Grieco: punizione tagliata di Esposito e incornata vincente di Calcagni su cui nulla può l’incolpevole Carbone. Passato in svantaggio, l’Hermada non riesce a trova il cambio di passo giusto per riequilibrare le sorti di un match che si conclude con l’affermazione dei locali.

IL giovane portiere minturnese Piero Grasso è sicuramente il protagonista della giornata, in quanto all’ultimo secondo di gioco, con un azzeccato colpo di testa degno del miglior attaccante, ha regalato il pari alla sua squadra. Una rete che ha mandato in visibilio il pubblico locale, ormai rassegnatosi ad una sconfitta che i rossoblu non meritavano. In effetti i padroni di casa hanno sciupato qualche occasione favorevole per poter vincere la gara, mentre gli ospiti si affidavano alle ripartenze dei suoi attaccanti, tra i quali si è distinto De Angelis, autore di una doppietta. Il primo tempo, tranne una mancata deviazione sottomisura di Carosi, è stato di marca locale con Petrillo e Martino che si rendevano pericolosi al 4, all’11’, al 29′ e al 31′. In quest’ultima occasione era bravo Leonetta a deviare in angolo. Nella ripresa la musica non cambiava e Petrillo all’8′ falliva di un soffio il bersaglio. Un minuto dopo lo stesso attaccante veniva steso in area da Antonelli e Cicala realizzava il penalty con grande sicurezza. Un vantaggio che durava cinque minuti, sino a che De Angelis indovinava una punizione a giro che si infilava all’incrocio. I ragazzi di Pernice non ci stavano e prima Pirolozzi sfiorava il palo e poi al 18′ Taglialatela falliva la più facile delle opportunità calciando addosso a Leonetta. Al 38′ la squadra di casa peccava di esperienza, discutendo con l’arbitro per la concessione di una punizione. E mentre i giocatori parlavano col direttore di gara, i frusinati battevano il calcio da fermo sul quale si lanciava De Angelis che batteva Grasso. La partita sembrava compromessa, quando all’ultimo secondo di gioco sugli sviluppi di un angolo, il portiere Grasso indovinava un preciso colpo di testa che superava Leonetta. Dopo il gol l’arbitro fischiava la fine del match, mentre i compagni di squadra festeggiavano il loro nuovo bomber.

IL Roccasecca non lascia scampo alla Vis Sezze Setina e la seppelisce sotto il peso di cinque reti. Tutto troppo facile per la corazzata di mister Mancone, che sbanca il «Tasciotti» con un larghissimo 5-1, tocca quota dodici punti in classifica e aggancia Arce, Città di Pignataro e Campo Boario. Gli ospiti impiegano soltanto dodici minuti a indirizzare il match su binari favorevoli grazie all’acuto di Lombardi. Nella ripresa, dopo tredici minuti di gioco, Medoro raddoppia e mette di fatto un’ipoteca sul risultato. Passano altri cinque minuti e il Roccasecca concede il tris con Gatti. Al 20′ la situazione si complica ulteriormente per i padroni di casa che restano in dieci uomini per l’espulsione di Saoud. Sei minuti più tardi Benitez regala un po’ di speranza ai suoi col gol dell’1-3, ma la rimonta rossoblu non decolla e al 43′ Medoro firma la sua personalissima doppietta col sigillo del 4-1. In pieno recupero lo stesso Gatti fissa il punteggio 5-1 dal dischetto. La formazione di Cesare Baroni incassa così la quinta sconfitta in sette e resta in piena zona playout.

LA corsa del Campo Boario si è arrestata a Broccostella. Dopo cinque risultati utili consecutivi – quattro vittorie e un pareggio -, la formazione di Ubaldo Stefanini si è arresa 2-1 alla Virtus di mister Coraggio, subendo sia l’aggancio da parte di Arce, Città di Pignataro e Roccasecca sia il sorpasso di San Michele e Sermoneta. E dire che i primi a passare in vantaggio erano stati proprio i nerazzurri, che al 40’ avevano sbloccato il risultato grazie ad un calcio piazzato di Ciarla deviato dalla barriera alle spalle di Ramiccia. Dopo l’intervallo, i padroni di casa sono rientrati in campo con ben altro piglio e hanno cominciato a farsi vedere con un certa frequenza nell’area ospite. Il pari, però, è arrivato soltanto alla mezzora, quando Forlini è stato atterrato in area di rigore da Del Grande: l’arbitro ha decretato la massima punizione ed estratto il cartellino rosso all’indirizzo del difensore nerazzurro. Sul dischetto è andato Manetta che non ha lasciato scampo a Ramiccia. Forte del pari e dell’uomo in più, il Santopadre ha continuato il suo forcing e all’83’ ha trovato il gol vittoria grazie alla splendida acrobazia di Bottoni. In pieno recupero, però, Pellerani ha avuto sul sinistro il pallone del 2-2, ma la sua conclusione si è stampata sul palo.

SS.PIETRO E PAOLO – SERMONETA 1-2
SS.Pietro e Paolo: Ghirotto, Riccio, Naddeo, Mineo (42’st Salvadori), Amadio, Bulboaca, Viscido, Orlandini, Carletti (32’st Varrera), Onorato, Petruccelli (23’st Yang Ce). A disp.: Bilali, Martellacci, Masiello, Viorel. All.: De Simone.
Sermoneta: Pastro, Rogato, Maresca, Magni, Pannozzo, Petrussa, Fiaschi (14’st Marangon), Pelle, Ciccarelli, Terrazzino (33’st Napoli), Comandini (10’pt Tomassi). A disp.: Leone, Ltiaef, Ottaviani, Tomassi, Silvestri. All.: Giovannelli.
Marcatori: 3’pt Carletti, 21’st Ciccarelli, 27’st Marangon.
Note – Espulsi: Amadio 37’st per fallo di reazione; ammoniti: Riccio, Orlandini, Viscido, Carletti, Varrera (SS), Marangon, Petrussa, Maresca, Pannozzo (S).

VIRTUS BROCCOSTELLA – NUOVA ITRI 0-2
Virtus Broccostella: Giustini, Di Battista, D’Agostini (20’st Vitale), Tullio (35’st Palladinelli), D’Ambrosio, Rea, Caravella, Recchia, Di Stefano, Bruni L., Bruni M (25’st Marini). A disp.: Mastropietro, Simoncelli, Cristini, Capobianco. All.: Nanni.
Nuova Itri: Porcaro, Coppolella, Vendittozzi, Auricchio, Dionisio, Papa, Violanti, Mallardi, Esposito, Mallozzi, Spirito. A disp.: Centola, Russo, Ionta, Di Dato, Cardillo, Mastroianni, Pannozzo. All.: Parisella.
Arbitro: D’Aguanno di Cassino (assistenti: Magnino e Costanzo)
Marcatori: 18’pt Vendittozzi, 48’st (rig.) Mallozzi.
Note – Al 10’pt Porcaro ha parato un rigore a Di Stefano.

PONTINIA – ATLETICO SABOTINO 2-1
Pontinia: Marinelli, Stefanelli, Carchitto, Rufo, Fiorini, Del Signore, Incollingo, Petricca, Carfagna, Capuccilli (8’st Perfetti), Locatelli (48’st La Notte). A disp.: Villani, Di Girolamo, Zomparelli, Bruckner, Lambiasi. All.: Pelucchini
Atletico Sabotino: Ghisu, Vanzari (27’st Rossetto), Notarpietro, Sarra, Fasulo, Cerolini, Petitti, Frattarelli (21’st Proietti Ciolli), Coia, Liberatore, Ponso (38’st Guerra). A disp.: Danestrin, Sagramola, Cacciotti, , Micheletti. All.: Ziroli.
Arbitro: Campobasso di Formia.
Marcatori: 12′, 33’pt Campagna, 28’pt Sarra.
Note – Ammoniti: Rufo, Del Signore (P), Sarra, Liberatore, Ponso, Cerolini (AS).

NUOVA CASSINO – HERMADA 1-0
Nuova Cassino: Fabi, Punzo, Palombo (43’st Romano), Catalano (14’st Carbone), Capocci, Scafaro, Grieco (14’st Calcagni), Cifani, Giurini, Esposito, Risi. A disp.: Pocino, Antenucci, Palma. Trotta. All.: Di Prisco.
Hermada: Carbone, Bianchi (36’st Bon), Rossi, Scalambra, Silvaggi (23’st Del Monte), Bracciale, Beltramini, Cannarella, Di Vito, Cardone, Di Biase. A disp.: Masala, Forsellin, Croatto, Giusto, D’Ammizio. All.: Tosti.
Arbitro: Perri di Roma 1; assistenti: Rufo e Slavo di
Marcatori: 20’st Calcagni.
Note – Ammoniti: Punzo, Palombo, Cifani (NC), Carbone, Di Biase (H).

SAN MICHELE – SONNINO 2-1
San Michele: Roma, Ruggiero (28’st Parente), Liguori, Gravina, Ambrosi, Gazzi, Costanzi, Forzan, Funari (33’st Micheli), Meneghello, Marchetti (29’st De Bonis). A disp.: Pepe, Di Muro, Varano, Collini. All.: Mancini.
Sonnino: Belviso, Percoco, Parolisi (23’st Stefanelli), Ialongo, Verdone, Rossetti, Di Girolamo, Rinaldi, Serio (19’st Fontana), Grossi (41’st Altobelli), Trocheo. A disp.: Cecconi, Iannotta, Del Duca, Iacovacci. All.: Reggio.
Arbitro: Campobasso di Formia; assistenti: Pasquali e Di Crasto di Formia.
Marcatori: 5’pt (rig.), 18’st Funari, 26’pt Grossi (rig.).
Note – Espulsi: Rinaldi al 21’st e Trocheo al 29’st per doppia ammonizione; ammoniti: Ambrosi, Funari, Meneghello (SM), Rossetti, Verdone (S).

CITTA’ DI MINTURNO-MARINA – ARCE 2-2
Città di Minturno-Marina: Grasso, Conte M., Merola (23’st Conte, 40’st Neri), Graziano, Caiazzo F., Uva, Petrillo (36’st Vezza), Pirolozzi, Taglialatela, Martino, Cicala. A disp.: Di Nitto, Cenerelli, Sica. All.: Pernice.
Arce: Leonetta, Antonelli (21’st Della Bona), Parisi, Cestra, De Angelis M., Zazza, Tomassi (1’st Tasciotti), Evangelista (10’st Caiazzo M.), De Angelis D., Maura, Carosi. A disp.: Pesce, Apponi, Bianchi, Lembo. All.: Campolo.
Arbitro: Verolino di Ciampino.
Marcatori: 9′ st Cicala (rig.), 14′,38′ st De Angelis D., 50′ st Grasso.

VIS SEZZE SETINA – ROCCASECCA TST 1-5
Vis Sezze Setina: Mancini, Leva, Costanitni (15’st Bassani), Milo, Cacciotti (28’st Passeri), Maione, Di Meo A., Massari (33’st Baroni), Fiori, Saoud, Benitez. A disp.: Zeppieri, Vecchioni, Le Foche. All.: Baroni.
Roccasecca TST: Diafani, Ricci, Cozzolino, Fulco, Cristini, Torrens (1’st Cambone), Lombardi (35’st Mancone), Grassi, Gatti, Medoro, Zonfrilli (17’st Chiarlitto). A disp.: Recchia, De Martino, Munno. All.: Mancone.
Arbitro: Bonsoccorso di Roma 2.
Marcatori: 12’pt Lombardi, 13’, 43’st Medoro, 18’, 47’st (rig.) Gatti, 26’st Benitez.
Note – Espulsi: Saoud al 20’st Saoud, Maione al 47’st; ammoniti: Di Meo A., Massari (VSS), Ricci, Zonfrilli (RTST).

SANTOPADRE – CAMPO BOARIO 2-1
Santopadre: Lancia, Natoni, Tomei, Di Sarra, Lombardi, Di Folco, Cestra, Forlini, Marziale (39’pt Bottoni), Manetta (36’st Caldaroni), Cocco. A disp.: Olini, Mantova, Musi, Alviani, Iafrati. All.: Coraggio.
Campo Boario: Ramiccia, Noviello (40’st Di Russo), Di Tullio, D’Arcangeli, Renzi, Sarrecchia, Del Grande, Ciarla, Germani (8’st Piras), Pellerani, Cocuzzi. A disp.: Miele, Badini, Ferrari, Nappini, Porcelli. All.: Stefanini.
Marcatori: 40’pt Ciarla, 30’st Manetta (rig.), 37’st Bottoni.
Note – Espulsi: Del Grande al 20’st e Tomei al 34’st; ammoniti: Lancia (S).

Lascia un commento