Il Boario sogna in grande

NONOSTANTE il punto di penalizzazione deciso alla vigilia del match contro il Broccostella, il Campo Boario è sceso in campo come sempre con determinazione e con grande carattere. La vittoria ottenuta contro i ciociari, senza la penalità, avrebbe portato Ermes Pellerani e compagni al comando della classifica. Un primato quindi virtuale e una seconda posizione 

Leggi tutto

NONOSTANTE il punto di penalizzazione deciso alla vigilia del match contro il Broccostella, il Campo Boario è sceso in campo come sempre con determinazione e con grande carattere. La vittoria ottenuta contro i ciociari, senza la penalità, avrebbe portato Ermes Pellerani e compagni al comando della classifica. Un primato quindi virtuale e una seconda posizione reale. Una vittoria limpida, senza storia. Il bomber Stefano Cocuzzi con la seconda doppietta consecutiva, è arrivato a quota 98 gol in carriera (contando quelli nelle prime squadre) e vuole festeggiare al più presto quota 100. Insieme a Ermes Pellerani forma una coppia vincente che accomuna la concretezza dell’attaccante di Latina alla fantasia del trequartista di Sezze. Anche contro il Broccostella hanno strappato applausi. «Siamo partiti molto bene – afferma Cocuzzi – Potevamo andare già in vantaggio dopo due minuti con quel pallonetto di Germani. Tra campionato e Coppa Italia abbiamo disputato otto gare per un totale di sei vittorie, un pareggio e una sconfitta, per cui dobbiamo continuare su questa strada per arrivare quanto prima alla salvezza diretta. Sto notando un girone molto difficile, dove non esistono squadre cuscinetto come negli altri raggruppamenti. E’ ovvio che il nostro obiettivo è quello di arrivare il più lontano possibile, ma sappiamo bene che nel calcio contano solo i numeri. Pellerani? E’ una delizia giocarci insieme perché tra noi c’è una sincronia su tutto».

Intanto il tecnico Stefanini si gode la sua creatura: «Invito tutti alla calma – esordisce Stefanini – perché c’è ancora tanto da migliorare. Non dobbiamo porci particolari traguardi. Il nostro obiettivo è il presente, quindi provare a vincere partita dopo partita. Contro il Broccostella abbiamo disputato almeno un’ora di bel calcio, poi sul doppio vantaggio abbiamo gestito il risultato e risparmiato le energie». Nel frattempo la società ha dato mandato all’avvocato Matteo Sperduti di preparare la difesa sul punto di penalizzazione subito. Il 29 giugno la società del Bassiano non aveva ancora regolarizzato il discorso rimborsi col tecnico Stefano Rossi mentre il Campo Boario definì l’acquisizione del titolo qualche giorno più tardi chiudendo l’accordo con il tecnico per poter ratificare l’iscrizione, così al momento della stessa iscrizione tutti i documenti erano in perfetta regola. Si punta quindi a far togliere il punto di penalizzazione alla luce dell’estraneità del club nerazzurro, anche se a livello federale il Campo Boario dovrà portare il nome del Bassiano fino al 30 giugno 2013. Per quanto concerne le cariche dirigenziali il direttore generale è Stefano Proia, mentre Giacomo Paniccia è il direttore sportivo e responsabile di tutta l’area tecnica, con un settore giovanile in via di realizzazione.

Lascia un commento