Bella Farnia e Virtus Nettuno uniche a punteggio pieno

IL Bella Farnia non si ferma e, dopo la vittoria ottenuta in casa dell’Agora, si ripete davanti al pubblico amico del Nalli. Battuto per 2-1 il Latina R11 che, dall’altra parte, non riesce a dare seguito al buon inizio firmato con un successo conquistato in casa domenica scorsa contro la Sa.Ma.Gor. Partita equilibrata e scossa 

Leggi tutto

IL Bella Farnia non si ferma e, dopo la vittoria ottenuta in casa dell’Agora, si ripete davanti al pubblico amico del Nalli. Battuto per 2-1 il Latina R11 che, dall’altra parte, non riesce a dare seguito al buon inizio firmato con un successo conquistato in casa domenica scorsa contro la Sa.Ma.Gor. Partita equilibrata e scossa al 23’ del primo tempo dalla punizione di De Felice, che si insacca alle spalle di Zanutto dopo una fortuita deviazione di Morelli. La porta di Mazzanti resiste un tempo. Al 28’, infatti, Castello si invola in area e viene steso, guadagnando un penaly che lui stesso realizza con freddezza. Il finale è incandescente. Con entrambe le squadre rimaste in dieci per le espulsioni di Guadagno e De Felice gli spazi si allargano e comincia un botta e risposta concluso in favore del Bella Farnia con un bel gol di Franco Pinti, che a quattro minuti dal termine si accentra e spara di sinistro sotto l’incrocio dei pali. Il Bella Farnia vola a quota sei punti in vetta alla classifica a punteggio pieno da sola insieme alla Virtus Nettuno, prossimo avversario dei ragazzi di Emilio Salvatori in un big match che si prospetta scoppiettante.

Un colpo di testa di Pantuso all’83’ piega l’FC.Agora e regala al Latina Scalo la prima vittoria della stagione. Il match del «Tiziano Righetti» ha ampiamente disatteso le aspettative della vigilia, visto che da due delle protagoniste annunciate della stagione era lecito attendersi (molto) di più, ma alla fine i tre punti sono andati alla squadra che li meritava di più, se non altro per il maggior numero di palle gol costruite. Fino all’episodio che ha deciso la gara, infatti, il computo delle occasioni era un impietoso 3-0 in favore dell’undici di Andrea Vellucci, che solo nelle battute finali si è dovuto aggrappare a Perna per difendere il prezioso vantaggio dagli assalti rossoblu. Rossoblu che in settimana dovranno necessariamente trovare un rimedio alle tante difficoltà incontrate al «Righetti»: la compagine di Salvatore Iannotti ha disputato un pessimo primo tempo, mentre nella ripresa, sebbene abbia tenuto meglio il campo, non è mai riuscita a costruire qualche trama capace di impensierire seriamente la retroguardia scalense. Il tempo per rimediare, ovviamente, è tanto, ma è altrettanto vero che per evitare ripercussioni ben più importanti del distacco in classifica, in casa rossoblu occorre fare in fretta.

CRONACA – Per l’esordio davanti al proprio pubblico, Andrea Vellucci schiera i suoi con un 3-5-2 in cui Guerra, Pupulin e Palombo compongono il terzetto di difesa, Florian, Maggi e Marcelli quello di centrocampo, Zanella (a destra) e Persichino (a sinistra) sono gli esterni e il duo Pantuso-Bovolenta è il tandem d’attacco. Salvatore Iannotti, invece, opta per un 4-2-3-1, in cui Baccini, Mambrin, Lenzini e Morelli formano la linea difensiva, Rango e Soncin la diga davanti alla difesa e Tomei, Proia e Martucci i tre trequartista dietro a Vecchio.
I padroni di casa iniziano a spron battuto. La prima occasione arriva dopo 180 secondi: cross di Zanella dalla destra e tutto (quasi) perfetto di Pantuso, che però non trova lo specchio. Passano tre minuti e lo Scalo sfiora di nuovo il vantaggio: passaggio filtrante di Bovolenta per Maggi, colpo di tacco per la conclusione di Marcelli su cui si esalta Cipriani. All’11’ Iannotti deve rinunciare a Soncin per infortunio e inserisce Canella. La superiorità numerica dei biancoverdi in mezzo al campo è evidente: l’Agora concede ben tre elementi nella zona nevralgica del campo va sistematicamente in affanno. Anche perchè nessuno dei quattro davanti si sacrifica come dovrebbe per dare manforte ai centrocampisti. Alla mezzora, infatti, il tecnico rossoblu corre ai ripari e risistema i suoi con un più equilibrato 4-4-2 in cui Tomei e Martucci giocano praticamente in linea con i mediani. L’accorgimento dà subito i gli esiti sperati perchè il Latina Scalo si fa vedere sempre con meno frequenza dalle parti di Cipriani. Anzi, al 42’ – un minuto prima anche Vellucci è stato costretto ad avvicendare l’infortunato Pupulin con Fiaschetti – è proprio l’Agora a rendersi pericolosa: Tomei scende sulla sinistra, entra in area dal lato corto e mette il pallone dietro per Vecchio, che però trova l’ottima opposizione del diretto marcatore. Quattro minuti più tardi le due squadre tornano negli spogliatoi in perfetta parità. Il secondo tempo inizia come era finito il primo. Al 51’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Vecchio non trova il tempo della battuta a due passi da Perna. Nella successiva mezzora non succede praticamente niente: le squadre faticano a costruire gioco davanti perchè, per un motivo o per un altro, sbagliano sempre l’ultimo passaggio e facilitano così il compito delle due difese. Al 66’ Melato rileva Florian, mentre dopo un minuto Rieti prende il posto di Proia. Al 72’ Vellucci cambia ancora e getta nella mischia Simeone, togliendo Marcelli. Neanche un giro di lancette più tardi Persichino entra in area dal lato sinistro e serve Pantuso al limite dell’area piccola, ma il numero dieci biancoverde ‘cicca’ clamorosamente. Passa un altro minuto e Maggi fa tutto da solo, arriva sul fondo e pennella un traversone perfetto per Fiaschetti che calcia al volo ma trova la deviazione di Cannella. Sul successivo calcio d’angolo arriva il gol partita: cross di Fiaschetti, sponda aerea di Palombo e colpo di testa di Pantuso ad anticipare Cipriani in uscita. Iannotti a quel punto prova il tutto per tutto e inserisce Cesari per Baccini. L’Agora forza il ritmo, ma lo fa in maniera confusionaria e la retroguardia locale non va quasi mai in affanno. Al 92’, però, Tomei pesca a centro area Rieti che incorna con i tempi giusti, ma Perna compie un autentico miracolo distendendosi sulla sua sinistra. Dopo altri tre minuti di recupero i tre fischi dell’arbitro mettono fine alle ostilità.

COLPO grosso della Virtus Nettuno. La squadra di Flavio Catanzani sbanca con un perentorio 3-0 il «Comunale» di via Pantanaccio, resta in vetta alla classifica del girone «G» insieme al Bella Farnia e condanna alla seconda battuta d’arresto consecutiva la Sa.Ma.Gor., che dopo centottanta minuti si ritrova inaspettatamente all’ultimo posto della classifica in compagnia di Monte San Biagio e FC.Agora. Dopo 8’ Dell’Aguzzo sblocca il risultato ribadendo in rete il calcio di rigore di D’Angeli neutralizzato da Baratta. Al 59’ lo stesso Dell’Aguzzo ruba palla a Fantin, si invola centralmente e appena, entrato in area, batte Baratta in uscita. In chiusura Irde fissa il punteggio sul 3-0.

FINISCE con uno spettacolare 3-3 il match tra le due esponenti del sud pontino del girone. Un risultato che testimonia la bontà di due formazioni che possono rivestire certamente un ruolo da protagonista nel corso del campionato. Don Bosco Gaeta e Pro Calcio Lenola cominciano subito a stuzzicarsi. Al 7’ apre Soscia per il Leonola. Un gol che stuzzica le due squadre ed il pubblico del Riciniello può ammirare uno show che si alimenta con il pari di Albano, il nuovo vantaggio firmato da Palmacci per il Lenola che viene annullato dalla strepitosa doppietta ancora di Albano tra primo e secondo tempo. A rovinare la festa dei gaetani, però, ci pensa Soscia, che due minuti oltre il novantesimo firma il 3-3.

A Guarda risponde Pacifici. Aurora Vodice e Norma, due matricole della Prima Categoria, si dividono l’intera posta in palio al termine di una gara equilibrata e agonisticamente gagliarda. Un punto a testa che da una parte fa proseguire l’imbattibilità per entrambe, ma, dall’altra, costringe le due formaizioni a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria dopo i pareggi dell’esordio. Il Vodice fa qualcosina in più nel primo tempo e concretizza poco prima del riposo con una botta di Guarda da posizione ravvicinata ma defilata dentro l’area di rigore.
In apertura di ripresa subito botta e risposta. Prima Vita compie un miracolo su Bego, poi Guarda spreca da pochi passi il colpo del 2-0. Preludio al pareggio firmato da Pacifici con un tiro dalla distanza che alla mezzora del secondo tempo fa capitolare la porta dei padroni di casa.

IL Calcio Sezze non sbaglia davanti al pubblico di casa. La prima vittoria stagionale la regala una zuccata vincente di Fabrizio Di Emma che trasforma in oro un cross di Pernasilici e stende il Monte San Biagio festeggiando nel migliore dei modi il proprio compleanno. Nel primo tempo da segnalare un palo colpito da Pernasilici sullo 0-0.

DOPPIA botta e risposta tra l’Atletico Nettuno e il Montello. Bella partita tra due squadre, che hanno dato vita ad una sfida ricca di emozioni e reti. Nel primo tempo, al 40’passano in vantaggio gli ospiti grazie ad bel diagonale di Stoppa. Nel secondo tempo inizio veemente dei locali che pareggiano subito con Greco, appena entrato. Al 19’ Melito su assit di Colato, riportava in vantaggio i borghigiani. Nel finale (41’) l’ex Petruolo trovava la rete del pareggio finale.

IL Sabaudia cala il tris in casa del Montenero. La sfida tra matricole del «San Francesco» finisce con un 3-0 in favore dei gialloblu, che non lascia spazio a possibili interpretazioni. I ragazzi di Pino D’Andrea, infatti, passano in vantaggio dopo un solo giro di lancette con Leonardo Corni: corner di Tabanelli e zampata vincente del numero otto che batte D’Onofrio. Al 41’ il Montenero resta in dieci uomini per l’espulsione (per proteste) di Bove. Al 57’ i padroni di casa rimangono in nove perchè Capponi rimedia il secondo giallo e finisce sotto la doccia in anticipo. Dopo sedici minuti il Sabaudia raddoppia con Parisella, che manda alle spalle di D’Onofrio un cross basso di Tabanelli. All’83’ la formazione di mister Perrotta resta addirittura in otto per il cartellino rosso rimediato da Monetti.
Nel finale Stefanelli mette il punto esclamativo sulla vittoria dei suoi.

LATINA SCALO – FC.AGORA 1-0
Latina Scalo: Perna, Zanella, Persichino, Guerra, Pupulin (41’pt Fiaschetti), Palombo, Maggi, Florian (21’st Melato), Bovolenta, Pantuso, Marcelli (27’st Simeone). A disp.: De Nardis, Tommasini, Simioli, Mankoussou. All.: Vellucci.
FC.Agora: Cipriani, Baccini (38’st Cesari), Morelli, Soncin (11’pt Canella), Mambrin, Lenzini, Tomei, Rango, Martucci, Vecchio, Proia (22’st Rieti). A disp.: Cal, Milani, Rubeca, Amoriello. All.: Iannotti.
Arbitro: Catallo di Frosinone.
Marcatori: 38’st Pantuso.
Note – Ammoniti: Guerra, Florian, De Nardis (LS), Morelli, Rieti (FCA); recupero: pt 1’, st 5’.

SA.MA.GOR.-VIRTUS NETTUNO 0-3
Sa.Ma.Gor.: Baratta, Pescuma, Smorgon, Bonanni A. (23’pt Alberton), Fantin, Sanchez (18’st Seccafin), Riggi, Di Marco), Lucarini (23’st Sperduti), Zaza, Lecce. A disp.: Scerra, Merola, Bonanni G., Trabacchin. All.: Ciaramella.
Virtus Nettuno: Combi, Mariola, Aluigi, Sallusti, Lisi, Zitarosa, Pezzulla (30’st Tulli), D’Angeli (45’st Fortini), Picollo, Palladino, Dell’Aguzzo (23’st Irde). A disp.: Del Signore, Magnante, Bernardini, Falessi. All.: Catanzani.

Arbitro: Bianchini di Frosinone.
Marcatori: 8’pt, 14’st Dell’Aguzzo, 45’st Irde.

DON BOSCO GAETA – PRO CALCIO LENOLA 3-3
D.B.Gaeta: Carta, Schiano, Vellucci R., Fantasia, Di Nardo, Di Tucci, De Vita, Capomaccio, Bartolomeo, Santangelo, Albano. A disp.: Le Boffe, Alfano, Pangia, D’Amante, Lieto, Leccese, Forlani. All.: Raimondi.
P.C. Lenola: Mancini, Nardone, Di Rocco, Subiaco, Di Fazio, Soscia, Panno, Bruni, Guglielmelli, Palmacci, Filosa. A disp.: Panno, Zizzo, Noccaro, Bonifacio, Tribuzio, Quinto. All.: Lauretti.

Arbitro: Miclescu di Aprilia.
Marcatori: 7’pt Soscia, 10’pt, 35’pt, 10’st Albano, 16’pt Palmacci, 47’st Soscia.
Note – Espulsi: Di Fazio per doppia ammonizione

BELLA FARNIA – R11 LATINA 2-1
Bella Farnia: Zanutto, Morelli, Pozzobon, Guadagno, Rosella, Coletta, Pinti, Mancini, Critelli (35’st Attivani), Castello, Magnan Dan. A disp.: Vergara, Magnan Dav., Gabrielli, D’Ima, Mattarelli, Rossi
R11 Latina: Mazzanti, De Felice, De Lucia (10’st Pupatello), Salvini, Paoletti (20’st Bologna), Marcotulli (25’st Di Marcantonio), Sannino, Zoppellaro, Eze, Merola, Salis. A disp.: Riccardo, Valenza, Marozzi, De Bonis. All.: Pupatello
Arbitro: Lombardi di Aprilia
Marcatori: 23’pt De Felice, 28’st (rig.) Castello, 41’st Pinti
Note – Espulsi: 25’st Guadagno per doppia ammonizione; 30’st De Felice per proteste

AURORA VODICE – NORMA 1-1
Aurora Vodice: Vita, Fiorito, Montin, Faiella, Cervellin (28’st Tombolillo), Raso, Guarda, Ginnetti, Ghirotto, Baratella (11’st Scardellato A.), Lauretti (38’st Maiero). A disp.: Mandatori, Ceschia, Battistuzzi, Ciaurelli. All.: Pinti
Norma: Paparella, Spogliatoio (13’st Ruzza), Vespa, Miccinatti, Prosseda, Taini (11’st Pacifici), Mauriello, Ronci, Bego (25’st Noce), Piva, Sordi. A disp.: Mancini, Capasso, Crescenzi, Ceti. All.: De Marchis
Arbitro: Di Meola di Cassino
Marcatori: 45’pt Guarda, 30’st Pacifici
Note – Espulsi: Fiorito e Noce. Ammoniti: Ginnetti, Lauretti, Taini, Spogliatoio, Vespa, Pacifici

CALCIO SEZZE – MONTE SAN BIAGIO 1-0
Calcio Sezze: Lampacrescia, Martelletta, Virgini, Di Emma F., Mastrantoni, Raimondi, Pernasilici, Terrinoni, Pizzuti (28’st Catalani), Centra (16’st De Rocchis), Morichini. A disp.: Rossi, Di Pastina, Radicioli, Vitelli, Costantini. All.: Delle Donne
Monte San Biagio: Nogarello, De Filippis, Vuolo, Panella, Izzo, Terelle, Marrone (1’st Arquati), Trillo, Leggi (13’st Stefanelli), Rizzi, Varrone. A disp.: Persichino, Savelli, Di Crescenzo, Ruscitto, Speranza. All.: Raimondi
Arbitro: D’Aversa di Frosinone
Marcatori: 29’st Di Emma F.
Note – Espulsi: 15’st Morichini per proteste. Ammoniti: Di Emma, Pizzuti, Centra, Raimondi, Vuolo, Izzo, Trillò

ATLETICO NETTUNO – MONTELLO 2-2
Atletico Nettuno: Pasquino, Leoni, Molinari, Pomplilli (71’Dei Giudici), Bardi, Petruolo, Sabella (71’Bellisai), Pacchiarotti, Cancelli, Magistri (46’Greco), Riitano. A disp: Erasmi, Zeppieri, Galuppi, Marchegiani. All: Graziosi.
Montello: Fecchi, Trippa, Tenaglia, Perica (44’st Marinelli), Sabino, De Luca, Melito, Russo (11’st Alibardi), Stoppa (32’st Lo Martire), Colato, Toma. A disp: Mellone, Zeppadoro, Rossi, Greco. All.: Villani.
Arbitro: D’Ottavio di Roma2.
Marcatori: 40’pt Stoppa, 2’st Greco, 19’st Melito, 41’st Petruolo.
Note: Ammoniti: Pasquino, Cancelli (AN); De Luca, Perica, Colato, Stoppa, Fecchi, Toma (M).

MONTENERO – SABAUDIA 0-3
Montenero: D’Onofrio, Maietti (13’st De Cupis), Monetti, Angri, Salerno, Capponi, Argentesi, Bove, Maragoni (13’st Tibaldo), Florian, Sacchetti (30’st Budelli). A disp.: Malandrin, Leo, Guarnieri, Simonelli. All.: Perrotta.
Sabaudia: Rocci, Andrita, Bonanno, Racciatti A., Aquilini, Montano, Parisella (33’st Lauretti), Corni L. (43’st Sinigaglia), Vuolo, Tabanelli, Cerqua Mau. (39’st Stefanelli) A disp.: Cerqua Mar., De Blasis, Viscaro, Bono. All.: D’Andrea.
Arbitro: Fares di Roma 1.
Marcatori: 1’pt Corni, 28’st Parisella, 41’st Stefanelli.
Note – Espulsi: Bove al 41’pt per proteste, Capponi al 12’st per doppia ammonizione, Monetti al 38’st per fallo su chiara occasione da gol; ammoniti: Capponi, Argentesi, Florian, Sacchetti (M), Bonanno (S).

Lascia un commento