L’Aprilia dà spettacolo e fa fuori anche il Frosinone

NON c’è turnover che tenga. L’Aprilia anche in Coppa Italia viaggia a vele spiegate e miete un’altra vittima. Al «Quinto Ricci» il Frosinone è battuto per 2-1 e senza apparenti affanni da parte dei ragazzini terribili biancoazzurri, come al solito messi splendidamente in campo da mister Vincenzo Vivarini. Dopo il Latina, dunque, le rondinelle confermano 

Leggi tutto

NON c’è turnover che tenga. L’Aprilia anche in Coppa Italia viaggia a vele spiegate e miete un’altra vittima. Al «Quinto Ricci» il Frosinone è battuto per 2-1 e senza apparenti affanni da parte dei ragazzini terribili biancoazzurri, come al solito messi splendidamente in campo da mister Vincenzo Vivarini. Dopo il Latina, dunque, le rondinelle confermano il feeling con la competizione nazionale di Lega Pro battendo un’altra squadra di categoria superiore, confermando, come se ce ne fosse ancora bisogno, una condizione al momento impareggiabile. E poco conta se in campo non figura praticamente nemmeno uno dei titolari dello scacchiere apriliano. Sì, perchè, anche se alla prima chiamata i giovani dell’Aprilia hanno risposto presente. Solo dodici minuti di studio concessi ad un Frosinone che va sotto praticamente subito. Un minuto prima i padroni di casa fanno le prove generali costruendo la prima azione da rete: l’azione parte dai piedi di Ferri Marini che offre un pallone invitante a Marfisi che dal lato mette al centro. Appostato c’è Sassano che spara forte ma centrale. Il resto lo fa il riflesso di Vaccarecci che devia in calcio d’angolo. Solo il preludio al vantaggio apriliano. E’ il giovane nazionale portoghese Gomes ad andare in cielo di testa e battere il portiere canarino sul primo palo. La reazione del Frosinone, un minuto dopo, arriva dai piedi di Santoruvo che dall’limite dell’area lascia partire un destro forte sul quale Caruso deve intervenire mettendo in angolo. Non finisce qui. Al 17’ ospiti di nuovo vicini al pareggio con De Onofre che spara a rete trovando il provvidenziale salvataggio di Carta sulla linea di porta. Al 22’si rivede l’Aprilia. Sassano prende palla a centrocampo e vola verso la porta. Azione conclusa con un tiro forte ma impreciso. Ritmi serrati e poche pause, per una partita godibile e giocata a viso aperto. Alla mezzora è di nuovo il turno del Frosinone. Santoruvo lavora un buon pallone arrivando sul fondo per poi crossare dalla parte opposta dove Del Duca calcia in mezza sforbiciata mettendo alto. Un buon momento dei ciociari che poco dopo si affacciano ancora dalle parti di Caruso con il solito Santoruvo. Suo il colpo di testa che finisce di un soffio alto. Ma nel momento migliore del Frosinone, colpisce l’Aprilia. Il raddoppio giunge al 34’ con un’azione spettacolo: Carta lancia lungo per Marifisi, stop e cross al centro dove irrompe Sassano che al volo di destra fa il 2-0.

LA RIPRESA – La ripresa si apre subito con un lampo apriliano. Al 5’, infatti, Salese disegna dai 20 metri un bel calcio di punizione che supera Vaccarecci ma si infrange incredibilmente sulla traversa. Non si accontentano i padroni di casa che subito dopo sfiorano ancora il gol. A far alzare in piedi il pubblico del «Quinto Ricci» ci pensa Fabiani, che con un bolide da 30 metri chiama il numero uno ospite al miracolo. La prima azione del Frosinone nella ripresa corrisponde con la rete che riapre l’incontro. Al 57’ calcio di punizione di Manzo dall’out sinistro, il pallone è ben tagliato in area, Paganini anticipa tutti compreso Caruso che tenta l’uscita e il pallone finisce in rete. A questo punto, con nulla da perdere, il Frosinone si riversa in avanti. Il risultato, però, è quello di esporsi alle ripartenza micidiali di un Aprilia pericoloso con Gomes, bravo ad entrare in area di rigore dalla destra, saltare un avversario e tentare un pallonetto debellato da Vaccarecci. Nel finale c’è lavoro anche per Caruso, bravissimo a deviare in angolo un siluro di Manzo. Finisce qui. L’Aprilia vola al secondo turno dove incontrerà il Gubbio (vincente con il Chieti) e continua a sognare qualcosa di pazzesco.

Gianpiero Terenzi

APRILIA – FROSINONE 2-1

Aprilia: Caruso, Vincenzo (5’st Saladino), Carta, Salese, Stankovic, Formato, Sassano (20’st Corsi), Fabiani (30’st Amadio), Gomes, Ferri Marini, Marfisi. A disp.: Di Vincenzo, Tundo, Criaco, Ferrari. All.: Vivarini.

Frosinone: Vaccarecci, Catacchini, Vitale, Del Duca, Gori, Amelio, De Onofre (17’st Campagna), Bottone (1’st Crescenzi), Santoruvo (7’st Manzo), Altobelli, Paganini. A disp.: Fiorini, Ruggiero, Casalese, Evangelisti. All.: Stellone.
Arbitro: Meloni di Frattamaggiore, I ass. Catello di Castell. di Stabia, II ass. Curatoli di Napoli.
Marcatori: 12’ pt Gomes, 34’pt Sassano, 12’st Paganini
Note – Ammoniti: Salese, Gomes, Crescenzi, Corsi, Altobelli. Espulso: il tecnico Vivarini per proteste nei minuti di recupero. Spettatori: 520.

Lascia un commento