San Michele, ci pensa Meneghello. Si ferma il Sermoneta, bene Boario

UN lampo di Roberto Meneghello al 90’ permette al San Michele di imporsi per 1-0 sulla Nuova Itri e di agganciare il Fontana Liri in vetta alla classifica. Una vittoria, quella dell’undici di Moreno Mancini, maturata grazie ad un secondo tempo eccellente sotto tutti i punti di vista: baricentro alto, intensità, movimento senza palla per 

Leggi tutto

UN lampo di Roberto Meneghello al 90’ permette al San Michele di imporsi per 1-0 sulla Nuova Itri e di agganciare il Fontana Liri in vetta alla classifica. Una vittoria, quella dell’undici di Moreno Mancini, maturata grazie ad un secondo tempo eccellente sotto tutti i punti di vista: baricentro alto, intensità, movimento senza palla per attaccare gli spazi ed un centrocampo finalmente ridisegnato – con gli ingressi di Costanzi e Forzan – per accompagnare le trame offensive, sono stati i fattori che, non solo hanno segnato una netta differenza con la prima frazione, ma soprattutto hanno mandato al tappeto la Nuova Itri. Il successo di ieri mattina, però, ha anche confermato un’altra peculiarità della squadra di Mancini, vale a dire la straordinaria capacità di capitalizzare al massimo i pochi gol messi a segno. Per la terza volta in altrettante occasioni, i gialloverdi hanno portato a casa i tre punti con lo scarto minimo, che però, è bene precisarlo, non è sinonimo di minimo sforzo: eccezion fatta per la trasferta di Cassino, infatti, sia contro il Sezze sia contro l’Itri, il San Michele ha sempre creato tanto ma concretizzato poco, senza mai riuscire a chiudere i conti quando avrebbe dovuto. Non c’è dubbio, quindi, che per nutrire ambizioni di un certo tipo, tecnico e giocatori dovranno eliminare quanto prima un’attitudine che, in un campionato del genere, è un lusso che non si può permettere nessuno.
Sull’altro fronte, invece, la Nuova Itri dovrà interrogarsi su quanto accaduto nella ripresa. Dopo aver disputato quarantacinque minuti molto diligenti ed ordinati, la squadra di Alessandro Parisella ha via via perso le giuste distanze tra i reparti e sofferto parecchio le ‘fiammate’ dei padroni di casa. Qualcosa – e non solo – che non va c’è: il 3-5-2 provato dal tecnico ieri mattina a Borgo San Michele, con Auricchio a fare filtro davanti alla difesa, può essere una valida alternativa, soprattutto per la buona impressione che ha destato nel primo tempo, al consueto 4-3-1-2 con cui i biancoazzurri giocano da anni, ma probabilmente manca più di qualche pedina per attuarlo in maniera adeguata. Innanzitutto due esterni adatti ad interpretare con profitto le due fasi di gioco e poi – ma questo vale anche per qualsiasi altro modulo – un vero centravanti. La mancanza di un punto di riferimento là davanti si sente troppo e a pagarne le conseguenza non è solo un giocatore del calibro di Fabio Mallozzi, che senza nessuno che gli apra qualche spazio si ritrova sempre costretto ad affrontare difese schierate, ma l’intera manovra offensiva biancoazzurri. Una soluzione va trovata e anche in fretta perchè la classifica adesso è molto diversa da quella che a Itri si sarebbero aspettati di vedere al termine della quinta giornata.

AGEVOLE successo del Città di Minturno-Marina, che senza eccessivi patemi d’animo batte un Sabotino che dopo 45 minuti era già sotto di tre reti. I locali, oggi privi di diversi giocatori, sbloccavano il risultato dopo 4’ con Merola che di testa depositavano in rete un corner di Pirolozzi, approfittando di un’incertezza di Reccanello. Al 6′ Reccanello in uscita anticipava Taglialatela, che al 25′ si è liberato bene in area ma sparando tra le mani dello stesso estremo ospite. Al 23′ l’arbitro concedeva un calcio di rigore per presunto fallo di mani di Cerolini (fortemente contestato dagli ospiti) e Cicala realizzava dal dischetto. Ma poco dopo la mezzora era Petitti che riapriva il match su una punizione che finiva in rete con la complicità del portiere Grasso. Due minuti dopo, Masino, perfettamente servito da Martino, di testa incrociava sull’angolo opposto Reccanello, che al 43′ capitolava ancora su conclusione di Pirolozzi, servito da Masino. Il Sabotino era in ginocchio e in apertura di ripresa era Cicala che portava a cinque le reti, su prezioso assist del solito Martino. La partita si trascinava regalando qualche emozione con Ponso che all’8′ scheggiava la traversa e con Coia che al 32′ colpiva il palo. Lo stesso numero nove ospite riusciva ad accorciare le distanze al 38’ con un’azione personale, mentre i minturnesi mancavano il gol con i neo entrati Di Luna e Vezza. Da segnalare l’incomprensibile fallo di reazione di Taglialatela che sul 5-1 è stato capace di colpire il portiere Reccanello su una palla spentasi al lato.

QUARTO risultato utile consecutivo – tre vittorie e un pari – per il Campo Boario, che ieri pomeriggio ha inflitto la seconda sconfitta consecutiva al Pontinia grazie ad una doppietta dell’ex Stefano Cocuzzi. Dopo venti minuti di sostanziale equilibrio, l’und ici di Ubaldo Stefani, nonostante le assenze di Angelo Stefanini, Alessio Piras e Milo Santucci, è passato in vantaggio al 20’ del primo tempo: Ciarla ha prolungato un calcio piazzato dalla sinistra di D’Arcangeli, la sfera è arrivata dalle parti del numero nove nerazzurro che, senza pensarci due volte, ha trafitto Marinelli in mezza rovesciata. Passato in svantaggio, gli amaranto hanno alzato il baricentro della loro manovra, ma non sono mai riusciti ad impensierire seriamente la retroguardia avversaria: le uniche situazioni di pericolo, infatti, sono nate da qualche calcio di punizione di Capuccilli, ma Renzi – altro ex – e soci sono sempre riusciti a cavarsela. I secondi quarantacinque minuti si sono aperti sulla stessa falsa riga con cui si erano chiusi i pimi. Ma al 70’, lo stesso Cocuzzi ha definitivamente chiuso i giochi con venti minuti di anticipo, trasformando in maniera impeccabile un calcio piazzato dal vertice sinistro dell’area di rigore amaranto. Il gol del 2-0 ha letteralmente tagliato le gambe ai padroni di casa, tornati a rendersi pericolosi soltanto nel recupero con un’altra conclusione dalla distanza del solito Capuccilli.

PIROTECNICO 3-3 tra Vis Sezze Setina ed Hermada. Nella gara del «Tasciotti» a mangiarsi le mani, però, sono gli ospiti di Pino Tosti che vedono cancellare il doppio vantaggio maturato già al 12’ della ripresa (3-1) proprio allo scadere sotto i colpi di un Sezze che dimostra ancora un grande carattere riuscendo a raddrizzare una partita che sembrava ormai persa. Ad aprire le danze è l’Hermada con Di Vito. E’ il 15’ quando l’attaccante ospite è lesto a scambiare nello stretto con Maglitto e poi battere Tarricone con un preciso piatto angolato. Il pareggio dei lepini arriva soltanto nella ripresa. Al 5’ Ezio Saoud, direttamente su calcio di punizione, disegna una parabo la imprendibile per Carbone. Ma l’Hermada è ispirato e tra il 10’ ed il 12’ assesta un uno-due micidiale che sembra chiudere il match. E’ Maglitto ad orchestrare la fuga dei terracinesi, prima sfruttando una grossa disattenzione difensiva recuperando palla e battendo Tarricone; poi presentandosi nuovamente solo davanti al portiere di casa dopo il mancato colpo di testa di Maione, forse disturbato da un avversario. Subito dopo è Di Vito ad andare vicino al quarto gol. La provvidenziale parata di Tarricone serve per dare la spinta necessaria ad una Vis che costruisce con la forza dei nervi un pari che sembrava impossibile. Al 18’ Benitez va via in bello stile sulla destra, poi mette a centro area dove arriva come un fulmine Fiori che non sbaglia. In pieno recupero il pareggio, con un’azione praticamente in fotocopia. Ad ispirare, però, è Bassani, mentra a finalizzare ci pensa Maione.

PRIMO stop stagionale per il Sermoneta. La compagine di Roberto Giovannelli, orfana di giocatori del calibro di Terrazzino, Ciccarelli e Masini, non è riuscita ad evitare la sconfitta in casa del temibile Città di Pignataro. Grazie a questo successo, peraltro, la formazione guidata da Emanuele Bottoni ha agganciato a quota dieci i gialloblu, portandosi a meno uno dalla coppia di testa Fontana Liri-San Michele. Il primo a finire sui taccuini è stato il giovane De Rosa che da posizione defilata ha costretto alla respinta di piede il portiere avversario. La risposta del Pignataro è arrivata centottanta secondi più tardi, quando Ltaief ha respinto quasi sulla linea di porta una conclusione a colpo sicuro di Cretella. Al 21’ Pelle ha pescato a centro area Marangon, ma il suo colpo di testa è
stato troppo debole per impensierire Esposito. Nella restante parte di gara non è successo più nulla e le due squadre sono tornate negli spogliatoi in perfetta parità. Il secondo tempo, però, si è aperto col vantaggio dei locali: sugli sviluppi un calcio piazzato di Marotta, Ferdinandi, colpevolmente lasciato solo dalla retroguardia lepina, ha insaccato di piatto. Dopo aver incassato il colpo, il Sermoneta non è riuscito ad organizzare una reazione adeguata, almeno fino al 76’, quando in rapida successione Esposito ha detto di no prima a Maresca, poi a De Rosa ed infine ad Arduini. All’81’ è stato Pannozzo a provarci, mentre in pieno recupero è arrivato il raddoppio di Fuduli.

TERZO pareggio in campionato per il SS.Pietro e Paolo e primo punto per il Sonnino. Nel derby salvezza del «Comunale» di via Londra, biancorossi e gialloblu si dividono la posta al termine di un match dall’andamento a dir poco altalenante. Dopo quattro minuti, i padroni di casa sbloccano il risultato con il solito Onorato, che sorprende il numero uno avversario con una potente conclusione dalla distanza. Ventiquattro minuti più tardi, però, Serio ristabilisce la parità con una zuccata vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Rinaldi. Al 65’ gli ospiti ribaltano completamente il risultato: Di Girolamo riceve palla sull’out di destra, avanza palla al piede, entra in area di rigore e batte per la seconda volta il giovane Bilali. Ma quando tutti in casa Sonnino già pregustavano la prima affermazione della loro storia nel campionato di Promozione, al 91’, Viscido
fa 2-2 risolvendo una mischia scatenatasi nell’area gialloblu dopo un cross dalla bandierina di Onorato.

PONTINIA – CAMPO BOARIO 0-2
Pontinia Marinelli, Bruckner, Stefanelli, Zomparelli, Fiorini, Del Signore, Battagliani (1’st Malandruccolo), Rufo (17’st Di Girolamo), Incollingo, Capuccilli, Carchitto (26’st Lambiasi). A disp.: Villani, Perfetti, Petricca, La Notte, Lambiasi. All.: Pelucchini.
Campo Boario: Ramiccia, Noviello, Ciarla, D’Arcange – li, Renzi, Sarrecchia, Del G r a n d e , D i
Tullio (21’st Cavola), Cocuzzi, Pellerani, Di Russo (40’pt Germani) (31’st Badini). A disp.: Miele, Napponi, Scotto, Porcelli. All.: Stefa n i n i .
A r b i t ro : Pacella di Roma 2; assistenti:Carta di Formia e Maggiano di Roma 2.
M a rc a t o r i : 20’pt, 25’st Cocuzzi.
Note – Espulsi: Del Grande al 30’st per doppia ammonizione; ammoniti: Renzi, Sarrecchia, Di Tullio (CB).

VIS SEZZE SETINA – HERMADA 3-3
Vis Sezze Setina: Tarricone, Passeri, Parente (10’st Bassani), Baroni, Maione, Leva, Costantini (1’st Di Meo A.), Di Meo M. (30’st Le Foche), Fiori, Saoud, Benitez. A disp.: Mancini, Zeppieri, Baratta,
Cacciotti. All.: Baroni
Hermada: Carbone, Bianchi (38’st Croatto), Rossi, Forzellin, Senesi, Bracciale, Di Biase (40’st Masala), Cannarella, Di Vito, Maglitto (15’st Giusto), Cardone. A disp.: Scalambra, Beltramini, Del Monte. All.: Tosti
A rbitro: D’Arcario di Roma 2
Marcatori: 15’pt Di Vito, 5’st Saoud, 10’st e 12’st Maglitto, 18’st Fiori, 46’st Maione
Note – Ammoniti: Passeri, Parente, Maione, Saoud, Bracciale, Di Biase

C I T TA ’ DI PIGNATARO – SERMONETA 2-0
Città di Pignataro: Esposito P., Pessia, De Bernardo (5’st Marotta), Esposito S., Tricinelli, Reale, Ferdinandi, Ferraro, Mandarelli (32’st Fuduli), Corrado, Cretella. A disp.: Tiseo, Pelliccia, Avolio, Ceglia, Paesano. All.: Bottoni.
Sermoneta: Leone, Ltaief, Arduini, Magni, Pannozzo, Petrussa, Silvestri (20’st Noce), Pelle, De Rosa (25’st Maresca), Tomassi, Marangon. A disp.: Pastro, Rogato, Ottaviani, Isabella, Fiaschi. All.: Giovannelli.
A r b i t ro : Moriconi di Roma 2; assistenti: Rufo e Yoshikawa di Roma 2.
M a rc a t o r i : 1’st Ferdinandi, 47’st Fuduli.
Note – Espulsi: Mandarelli al 39’st dalla panchina per proteste Ammoniti: Pessia, Tricinelli, Marotta, Fuduli (CDP), Leone, Arduini, Magni (S).

SS.PIETRO E PAOLO – SONNINO 2-2
SS.Pietro e Paolo: Bilali, Riccio, Amadio (40’st Petruccelli), Mineo, Bulboaca, Lo Russo, Viscido, Giordani (14’st Passaretti), Carletti, Salvadori (30’st Naddeo), Onorato. A disp.: Ghirotto S., Martellacci, Yang Ce, Masiello. All.: De Simone.
Sonnino: Buttafoco, Trocheo, Parolisi, Percoco, Rossetti, Iacovacci, Di Girolamo, Rinaldi (16’st Altobelli), Serio (45’st Traccitto), Pecchia (8’st Speroniero), Pisacane. A disp.: Cecconi, Ialongo, Del Duca, Fontana. All.: R eg g i o .
A r b i t ro : Giudice di Frosinone; assistenti: Valenti di Ciampino e Mastropietro di Frosinone.
Marcatori: 4’pt Onorato, 28’pt Serio, 20’st Di Girolamo, 46’st Viscido.
Note – Ammoniti: Mineo, Giordani (SS), Rossetti, Iacovacci (SO).

SAN MICHELE – NUOVA ITRI  1-0
San Michele: Pepe, Di Muro (7’pt Ruggiero), Liguori, Pignatiello, Gazzi, Bellamio, De Bonis (26’st Forzan), Casaburi (18’st Costanzi), Funari, Spogliatoio, Meneghello. A disp.: Roma, Ambrosi, Gravina, Parente. All.: Mancini.
Nuova Itri: Porcaro, Mastroianni, Vendittozzi, Papa, Russo, Auricchio, Coppolella, Mallardi, Di Dato (22’st Violanti), Mallozzi, Spirito. A disp.: Centola, Trufas, Ionta, Pannozzo, Cardillo, Esposito. All.: Parisella.
Arbitro:  Greco di Roma 1; assistenti: Sclavo e Potenza di Roma 1.
Marcatori: 45’st Meneghello.
Note – Ammoniti: Liguori, Pignatiello, Gazzi, Funari, Spogliatoio (SM), Russo, Coppolella, Mallardi (NI).

CITTA’ DI MINTURNO-MARINA- ATLETICO SABOTINO 5-2
Città di Minturno-Marina: Grasso, Masino, Merola, Neri (36’st Vezza), Caiazzo (31’st Cenerelli S.), Graziano, Petrillo, Pirolozzi (26’st Di Luna), Taglialatela, Martino, Cicala. A disp.: Cenerelli D., Conte M.. All.: Pernice.
Atletico Sabotino: Reccanello, Vanzari, Baldin, Sarra, Fasulo, Cerolini (6’st Frattarelli), Carta (3’st Notarpietro), Micheletti (26’st Guerra), Coia, Petitti, Ponso. A disp.: Ghisu, Rossetto, De Masi, Proietti. All.: Ziroli.
Arbitro: Pantano di Frosinone.
Marcatori: 4’pt Merola, 23’pt (rig.), 4’st Cicala, 31’pt Petitti, 33’pt Masino, 43’pt Pirolozzi, 38’st Coia.
Note – Espulsi: Taglialatela al 18’st per fallo di reazione; ammoniti: Neri, Petrillo (CMM), Cerolini, Micheletti, Coia, Petitti (AS).

Lascia un commento