L’Aprilia non si ferma più

LE rondinelle continuano a volare alto. Sì, perché anche sul campo lucchese del Borgo a Buggiano, l’Aprilia capolista di Vivarini, che si è affidato alla formazione tipo, ha fatto la voce grossa mandando in archivio la sfida già nella prima frazione di gioco grazie al più classico dei risultati: un 2-0 firmato da Ferrari e 

Leggi tutto

LE rondinelle continuano a volare alto. Sì, perché anche sul campo lucchese del Borgo a Buggiano, l’Aprilia capolista di Vivarini, che si è affidato alla formazione tipo, ha fatto la voce grossa mandando in archivio la sfida già nella prima frazione di gioco grazie al più classico dei risultati: un 2-0 firmato da Ferrari e Diakite che non ammette repliche. Senza contare che nella ripresa l’undici pontino ha avuto altre due occasioni per firmare la terza segnatura grazie agli spazi concessi sovente dalla formazione di casa alla ricerca disperata del pareggio. E, anche quando i padroni di casa si sono resi pericolosi in un paio di occasioni, sono arrivati i grandi interventi tra i pali di Di Vincenzo a mettere una pietra tombale sul match. Ma vediamo in dettaglio la cronaca. Padroni di casa subito arrembanti: non passa un minuto, infatti, che Maretti, da fuori area, tenta la sorpresa ma la sfera finisce alta sulla traversa. Per passare da un fronte all’altro ci vogliono appena sessanta secondi, quando Tundo serve un buon pallone filtrante in area per Ferrari che, quasi sul fondo, lascia partire un cross teso che la difesa di casa neutralizza grazie a un anticipo di testa. Al 5’ il Borgo a Buggiano si rifà di nuovo pericoloso con Santini che in area, all’altezza del dischetto del rigore, prova a superare Di Vincenzo che però si allunga e sventa la minaccia. Il pericolo corso dà la scossa all’Aprilia che al 10’ passa: calcio di punizione di Croce che scodella in area, la difesa locale non riesce a liberare e il pallone finisce tra i piedi di bomber Ferrari che colpisce ancora come un falco superando Tonti senza difficoltà. Un minuto dopo i padroni di casa provano la reazione con Santini che gira in area di destro ma il suo tentativo è debole. Per assistere a una nuova azione degna di nota bisogna attendere il 32’ e un tentativo di Criaco che spara dal limite senza precisione. E qui si registra un’altra pronta reazione: al 33’ i padroni di casa usufruiscono di un calcio piazzato che Caciagli indirizza all’incrocio dei pali e solo il provvidenziale intervento di Di Vincenzo evita il pari dei toscani. Gol mancato gol subito, la regola torna al 37’ col raddoppio dell’Aprilia: calcio d’angolo di Criaco e perfetto colpo di testa di Diakite che infila il pallone nell’angolino basso alla destra di Tonti. Forti dei due gol di vantaggio le rondinelle spingono ancora e al 39’ sfiorano la terza rete con Calderini che, lanciato in porta da Croce, viene anticipato di un soffio dall’estremo difensore di casa. Spazio allora alla ripresa e al tentativo di Maretti che al 47’ prova la rasoiata centrale da fuori area che Di Vincenzo devia in angolo. Al 54’ azione prolungata di Calderini che riceve palla a centrocampo e poi taglia tutto il campo scodellando in area un cross invitante che Ferrari non sfrutta e che Criaco, appostato alle sue spalle, avrebbe potuto capitalizzare meglio. Al 65′ ancora una buona occasione per l’Aprilia con lo stesso Criaco che dal limite dell’area perde l’attimo propizio per calciare a rete. All’88’ il match finisce in archivio con Di Vincenzo che neutralizza un ottimo colpo di testa di Santini.

BORGO A BUGGIANO – APRILIA 0-2
Borgo a Buggiano: Tonti, Annoni, Rolando (75’ Lazzoni), Checchi (64’ Pastore), Di Giusto, Fonte Maretti (64’ Del Porto), Caciagli, D’Antoni, Santini, Candiano. All.: Masi. A disp.: Gaffino Rossi, Manganelli, Pastore, Lazzoni, Baccarin, Butini, Del Porto
Aprilia: Di Vincenzo, Cane (46’ Marfisi), Tundo, Croce , Sembroni, Diakite, Criaco (71’ Sassano), Amadio, Ferrari, Calderini (60’ Ferri Marini), Corsi. All.: Vivarini. A disp.: Caruso, Carta, Salese, Sassano, Marfisi, Ferri Marini, Gomes de Pina
Arbitro: Gentile di Lodi (coadiuvato da Iacobone di Nichelino e Larotonda di Collegno)
Marcatori: 10’ Ferrari, 37’ Diakite
Note: Espulso D’Antoni per doppia ammonizione; ammoniti Maretti, Checchi, Sembroni, Criaco, D’Antoni, Corsi

Lascia un commento