Buona prova del Cisterna. Pari nel derby tra pontine

OTTIMA prestazione della Pro Cisterna in casa del Morolo. La formazione di Patalano, ben messa in campo e coriacea in tutti i reparti, con due individualità su tutti, il portiere Sambucini e l’attaccante Troisi strappa il pari in casa della capolista Morolo. LA CRONACA – Al primo vero affondo della partita la Pro Cisterna passa 

Leggi tutto

OTTIMA prestazione della Pro Cisterna in casa del Morolo. La formazione di Patalano, ben messa in campo e coriacea in tutti i reparti, con due individualità su tutti, il portiere Sambucini e l’attaccante Troisi strappa il pari in casa della capolista Morolo.

LA CRONACA – Al primo vero affondo della partita la Pro Cisterna passa in vantaggio. Un bordata dal limite dell’area di Mariti fa secco Salvitti. I padroni di casa provano a reagire tre minuti dopo su palla inattiva calciata da Carlini con Sambucini che si fa trovare pronto. Ancora l’attaccante morolano in evidenza pochi minuti dopo, con una conclusione sotto misura che la retroguardia biancoceleste mura. I ragazzi di Patalano chiudono tutti gli spazi e provano a ripartire graze alla velicità del duo Mariti-Troisi. Proprio il numero dieci pontino raddoppia alla mezz’ora con un tap-in sotto misura portando i suoi sul doppio vantaggio. Veemente è la risposta dei ciociari. Quattro minuti dopo i locali accorciano le distanze su calcio di rigore: Carlini dopo una serpentina in area viene steso da Suppa. Dal dischetto lo stesso Carlini, beffa il portiere ospite con un cucchiaio. Il gol galvanizza il Morolo e prima del riposo i padroni di casa pervengono al pareggio. Carnevali ruba palla in mezzo al campo e serve Morici che salta di slancio due giocatori e da posizione centrale lascia partire un missile dove il portiere Sambucini non può far nulla. In apertura di ripresa Patalano cambia qualcosa nel suo assetto inserendo in campo Roberti al posto di Arcobelli, formando così un centrocampo più abbottonato. Il primo affondo è di marca cisternese: il portiere Salvitti perde palla, Mariti si avventa sulla sfera e va a contatto con il portiere morolano. Vibranti le proteste dei pontini che chiedono rigore ed espulsione, ma per il direttore di gara è simulazione ed ammonizione per Mariti. Al quarto d’ ora, ancora un indomito Mariti semina il panico con la difesa locale che in affanno sbroglia. Due minuti dopo rispondono i ragazzi di Perrotti con una conclusione di Paris che l’attento Sambucini riesce a deviare. E’ questa l’ultima vera occasione della gara con le due squadre che si dividono la posta. La Pro Cisterna torna a casa con un punto, e con la convinzione di potersela giocaere contro tutti.

Il Gaeta porta a casa la prima vittoria stagionale, espugnando il campo dell’Anitrella. Non è stata una partita facile per i biancorossi, che specie nella prima parte della gara hanno sofferto gli attacchi dei neroverdi frusinati. I locali, sin dal fischio d’inizio, hanno cercato il goal con due conclusioni di Tovalieri e Di Girolamo, che si spegnevano fuori dalla porta di Capodici, il quale, al 14′ veniva salvato dalla traversa colpita da Marzocchella. Il pericolo scampato svegliava il Gaeta, che pochi secondi dopo passava con una giocata del solito Nunziata, che superava con un abile pallonetto il portiere Germanelli. L’Anitrella non ci stava e dopo poco più di cento secondi raggiungeva il pari con Marzocchella, che in questa occasione riusciva a sorprendere Capodici, che al 30′ si superava con un intervento strepitoso su Mastroianni. Per i pontini era il momento più difficile della gara, visto che i ciociari continuavano a mantenere le redini del gioco. Nella ripresa mister Melchionna operava due cambi facendo entrare Elitro e Colozzi per Romeo e Armenio, che al 13′ impegnava Germanelli. A metà ripresa era Mantuan, che servito da Emma, spediva dal limite il pallone alle spalle di Germanelli. A quel punto i locali si gettavano in avanti con caparbietà, ma Capodici al 28′ si opponeva ad una punizione di Gemmiti. Il Gaeta approfittava degli spazi per ripartire di rimessa a cinque minuti dal termine Nunziata lambiva il montante. Gli ultimi minuti erano molto sofferti, con l’Anitrella che attaccava e che a due minuti dalla conclusione si vedeva annulare una rete per fuorigioco. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Greco fischiava la fine e per il Gaeta si concretizzava la prima vittoria stagionale, che consente ai ragazzi cari al presidente Belalba di compiere un bel salto in graduatoria, mentre l’Anitrella rimane in fondo alla classifica.

TERZA sconfitta per il Podgora. I borghigiani vengono sconfitti in casa dal Monte San Giovanni Campano per 2-1. Gara bloccata nella prima frazione con la ripresa più scoppiettante. Alla fine i ciociari sbancano il Buongiorno a quattro minuti dal termine grazie al subentrante Mancini.
LA CRONACA – Mister Paloni deve rinunciare per squalifica a due pedine importanti come Ristic tra i pali e il capitano Martellacci. Spazio quindi in porta ad Angrisani e Crocetti in mezzo al campo. L’avvio è di marca pontina con i ciociari ben accorti e attenti a non prenderle. Cassandra prova a dare brio alla manovra borghigiana ma la prima frazione va in archivio sullo 0-0. Ad inizio ripresa il tecnico Paloni sostituisce Cannariato con Schiavon. Non passano nemmeno sessanta secondi dalla ripresa del gioco e il neoentrato timbra il cartellino dei marcatori portando in vantaggio il Podgora. Lo svantaggio sveglia il Monte San Giovanni Campano che col passare dei minuti prende coraggio e si fa vedere dalle parti di Angrisani con più convinzione. Alla mezz’ora gli ospiti acciuffano il pari grazie al suo centravanti Mastrantoni. Ma la doccia fredda per i borghigiani arriva a quattro minuti dalla fine quando Mancini, entrato al 25’ al posto di Tofani sigla la rete del sorpasso del Monte San Giovanni. A poco serve l’assalto finale dei pontini, il risultato non cambierà più.

TERMINA in parità l’atteso derby pontino tra il Terracina e la Nuova Circe. Un riusltato che per quello che si è visto nell’arco dei novanta minuti è sostanzialmente giusto. La corazzata Terracina ha sbattuto contro la buona organizzazione della Nuova Circe, scesa sul campo di Sperlonga con l’intenzione di non essere la vittima sacrificale.
CRONACA – Partita bella e vibrante sin dalle prime battute con il Terracina a fare la gara e la Nuova Circe ben disposta in campo pronta a rispondere colpo su colpo La prima occasione della partita arriva al 5’ ed è di marca ospite: Totaro dalla distanza prova a sorprendere Salemme ma termina con un nulla di fatto. Rispondono i tigrotti al 20’ con il funambolico Neri, ma il suo sinistro termina a lato. Al primo vero tentativo la Nuova Circe passa in vantaggio. E’ il 27’ quando il solito De Simone sblocca la gara con un sinistro che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Il gol non taglia le gambe al Terracina e tempo di riorganizzare le idee i tigrotti rimettono tutto in equilibrio. Al 35’ Festa anticipa tutti in mischia, girando in rete un calcio d’angolo battuto da Marzullo. Prima del riposo, locali si rendono ancora pericolosi un’azione prolungata con Neri prima e il giovane Della Fornace poi poco fortunati al momento della conclusione. Nella ripresa la gara rimane piacevole e in bilico. Al 14’ Neri si accentra finta il tiro e serve Mucciarelli. Il giovane terracinese non trova però lo specchio della porta. Vitale al 22’ prova la soluzione da fuori con la sua conclusione che finisce di poco sul fondo. Al 24’ rispondono i ragazzi di Marzella su palla inattiva. Sul punto di battuta va Fedeli. La sua conclusione mette i brividi a Salemme ma è fuori bersaglio.
Poco dopo l’arbitro Giancola sventola il secondo giallo in faccia proprio a Fedeli, lasciando così i sanfeliciani in’inferiorità numerica. Forti dell’uomo in più i tigrotti tentano il tutto per tutto. Festa in rovesciata al 41’ strappa gli applausi del suo pubblico ma la sua conclusione in acrobazia non trova fortuna. A tempo scaduto ci riprova Vitale ma il risultato non cambia. Termina così in parità la gara del comunale, con il Terracina che perde la chance di accorciare sul Morolo, fermato in questa giornata sul pari interno dalla Pro Cisterna.

PRIMA sconfitta stagionale per il Formia di Pino Selvaggio al cospetto di un Colleferro bravo a sfruttare le tante disattenzioni della difesa biancoceleste. La prima occasione della partita arriva al 15’ ed è del Formia: punizione diretta di Bianchi a scavalcare la barriera, Bucciarelli vola e va a togliere letteralmente il pallone dall’incrocio dei pali. Il Formia sembra in completo controllo, ma al 18’ il Colleferro passa clamorosamente in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione da posizione defilata, Cioffi stacca più in alto di tutti e di testa trafigge Falco. Un Formia completamente in bambola al 23’ prende anche il 2-0: su azione di contropiede, Petrocchi scatta sul filo del fuorigioco e si invola sulla fascia, pallone in mezzo per Rubino che non riesce a girare in rete ma alle sue spalle arriva Moricone, che approfitta dell’ennesimo svarione difensivo e mette dentro il gol del raddoppio. Al 26’ Petrocchi ha tra i piedi la palla del 3-0 ma di prima intenzione manda il pallone a fil di palo. Selvaggio vede la squadra completamente nel pallone e al 31’ opera la prima sostituzione: fuori Cacace, dentro Doukar. La svolta arriva immediatamente: Mariniello serve in mezzo Parasmo che entra in area e costringe Figlioli al fallo da rigore. Sul pallone va Mariniello, che sbaglia clamorosamente mandando il pallone sul palo. Il Formia continua a soffrire dannatamente dietro e alla fine prende il 3-0: ancora difesa mal posizionata sul contropiede di Tornatore, che salta il pallone e firma il terzo gol. A un minuto dallo scadere della prima frazione, il Formia trova finalmente il gol con Parasmo, direttamente su calcio di punizione. Nella ripresa il Formia prova a reagire immediatamente, ma Mariniello di testa manda fuori da buona posizione. Il 2-3 arriva al 15’: pallone in mezzo di Parasmo, Doukar non riesce ad arrivarci ma Mariniello sì. Un bel riscatto per l’attaccante biancoceleste dopo l’errore su rigore nel primo tempo. Il Formia continua ad attaccare a caccia del pari, senza successo. Al 31’ gli ospiti sfiorano il 4-2 con il nuovo entrato Venerelli, che colpisce solo l’esterno della rete. In pieno recupero Parasmo va vicino al 3-3, ma trova la parata di Bucciarelli. Finisce così, dunque, con il Formia sconfitto per 3-2.

MOROLO – PRO CISTERNA 2-2
Morolo: Salvitti, Kanku, Orsinetti, Paris (29’st Carlini E.), Marongiu, Frioni, Salvi, Morici, Perrotti (20’st Federici), Carnevali (20’st Capuano), Carlini A. A disp.:Picozzi, Tartaglione, Gaitan, Caponera. All.: Perrotti.
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Pinna (34’st Di Girolamo), Suppa, Ciaciò, Incitti, Di Gennaro, Serone, Arcobelli (1’st Roberti), Troisi, Mariti (45’st Liccardi). A disp.: Alfieri, Callori, Amoroso, Rizzuti. All.: Patalano
Arbitro: Ancora di Roma, assistenti: Valente e Yoshigawa di Roma
Marcatori: 5’pt Mariti, 30’pt Troisi, 35’pt rig. Carlini A., 42’pt. Morici.
Note – Ammoniti Paris, Marongiu, Salvi, Federici, Sambucini, Suppa, Incitti, Di Gennaro, Mariti,

ANITRELLA – GAETA 1-2
Anitrella: Germanelli, Moscara, Sardellitti, Gemmiti, Di Girolamo (29’st Di Pastena), Cianfarani, Marzocchella, Sperduti, Mastroianni, Tovalieri, Velardo. All.: Caldaroni.
Gaeta: Capodici, Di Emma, Romeo (12’st Elitro), Bosco, Calabrese, Fortunato, Mantuan, Leccese, Emma (37′ st Bruno), Armenio (16′ st Colozzi), Nunziata. All.: Melchionna.
Arbitro: Greco di Roma
Marcatori: 18′ pt Nunziata, 20′ pt Marzocchella, 22′ st Mantuan.
Note – Ammoniti Armenio, Di Emma, Capodici.

PODGORA 1950 – M.SAN GIOVANNI 1-2
Podgora1950: Angrisani, Trapani, Di Giulio, Cannariato (1’st Schiavon), Sossai, Lauteri, Cifra, Fratangeli, Porcelli (35’st Pacchiarotti), Crocetti (1’st Tiligna), Cassandra. A disp.: Paolangeli, Grasso, Scarabello, Bertassello. All.: Paloni
Monte San Giovanni C.: Micheli, Rosato, De Ciantis, Tofani (25′ st Mancini), Silvestri, Dei, Drogheo, Cucchi, Mastrantoni, Lorini (35′ st Izzo), Maliziola (1′ st Savona). A disp.: Ciardi, Perna, Sacchi, Mireno. All.: Cinelli
Arbitro: Di Marco di Ciampino, assistenti Noce e Grasso di Roma1
Marcatori: 10’ st Schiavon, 30′ st Mastrantoni, 41′ st Mancini
Note – Ammoniti: Trapani, Lauteri, Cifra, Fratangeli, Porcelli, Maliziosa

TERRACINA – NUOVA CIRCE 1-1
Terracina: Salemme, Mucciarelli (33’st Di Florio), Bernisi, Vitale, Di Franco, Botta, Neri, Festa, La Cava, Marzillo, Della Fornace. A disp.: D’Alessio, Serapiglia, Campobasso, Minieri, Notarfonso, Savarese, Di Florio. All.: Cucciari
Nuova Circe: Corsi, Toti, Fedeli, Omizzolo, Onorato, Seppani, De Simone (41’Di Matteo), Totano A. Totano R. (34’ st Repele), Benrado, Cinelli. A disp.: Pedini, Di Matteo, De Santis, Sannino, Berti, Fagioli, Repelis All.: Marzella
Arbitro: Giancola di Latina, assistenti D’Arpino e Pantanella
Marcatori: 27’pt De Simone, 35’pt Festa
Note – Espulso Fedeli per doppia ammonizione al 30’ st) Ammoniti De Simone, Cinelli, Toti

FORMIA – COLLEFERRO 2-3
Formia: Falco, Amitrano, Diana, Siciliano, Stellato (32’ st Scipione), Bianchi, Cacace (31’ pt Doukar), De Santis (10’ st Volpe), Mariniello, Parasmo, Iezzi. A disp.: Leone, Pirolozzi, Ricca, Pellino. All.: Selvaggio.
Colleferro: Bucciarelli, Moriconi, Fiacco, Figlioli, Cioffi, Cerbara (19’ Venerelli), Amici, Petrocchi, Abu-Salem, Tornatore (40’ st Zaccaro), Rubino. A disp.: Pistoia, Antonini, Rizzo, De Porzi, Caffadini. All.: Baiocco.
Arbitro: Fagnani di Termoli; assistenti: Santoro e Conti di Frosinone.
Marcatori: 18’pt Cioffi, 23’pt Moriconi, 40’pt Tornatore, 44’pt Parasmo, 15’ st Mariniello.
Note – Ammoniti Falco, Cerbara, Stellato, Parasmo, Figlioli, Petrocchi, Venerelli; recupero: pt 1’ e st 4’.

Lascia un commento