Boario e San Michele non si fanno male. Sermoneta ancora in testa

FINISCE senza nè vinti nè vincitori, ma contrariamente a quello che lo 0-0 finale potrebbe indurre a pensare, lo scontro diretto tra Campo Boario e San Michele è stato tutt’altro che noioso. Le squadre di Ubaldo Stefanini e Moreno Mancini, infatti, hanno dato vita ad un incontro acceso, duro ma non cattivo, durante il quale 

Leggi tutto

FINISCE senza nè vinti nè vincitori, ma contrariamente a quello che lo 0-0 finale potrebbe indurre a pensare, lo scontro diretto tra Campo Boario e San Michele è stato tutt’altro che noioso. Le squadre di Ubaldo Stefanini e Moreno Mancini, infatti, hanno dato vita ad un incontro acceso, duro ma non cattivo, durante il quale hanno dimostrato di avere l’organizzazione tattica e la fisicità giuste per affrontare a dovere un girone impegnativo come quello in cui sono state inserite. Ai punti avrebbe certamente vinto il Campo Boario, ma siccome il calcio non è la boxe, nerazzurri e borghigiani alla fine si sono ritrovati con un punto a testa comunque buono per restare nei quartieri alti della classifica.

CRONACA – La prima mezzora di gioco è la fotografia stessa dell’equilibrio: entrambe le squadre pressano molto alte e alzano le proprie retroguardie fino alla trequarti, ritrovandosi inevitabilmente a battagliare in non più di trenta metri di campo senza creare palle gol. Per vederne una, infatti, bisogna aspettare il 40’, quando il San Michele prova a legittimare con Forzan una superiorità che durava da circa dieci minuti. Meneghello va all’uno contro uno con il giovane Noviello e lascia partire un traversone che, dopo la deviazione aerea di Di Tullio, arriva a Forzan, il quale calcia al volo trovado la pronta risposta di Angelo Stefanini. Passano quattro minuti e Funari approfitta di un’indecisione di Renzi, entra in area dal lato corto e prova il pallonetto sul secondo palo, ma la mira non è delle migliori. Dopo un minuto di recupero, le due squadre tornano negli spogliatoi in perfetta parità. Nel secondo tempo il copione cambia: il Campo Boario assume con decisione il comando delle operazioni spingendo progressivamente il San Michele nella sua metà campo. Al 50’ i nerazzurri protestano all’indirizzo dell’assistente Agresti per aver erroneamente giudicato in offside Cocuzzi lanciato a rete da Pellerani. Dopo altri otto minuti è lo stesso Pellerani a provarci: il numero dieci locale riceve palla all’altezza del vertice sinistro, si libera per il tiro ma il suo sinistro finisce sul fondo sotto lo sguardo attento di Pepe. Il Campo Boario insiste e il San Michele non riesce più ad oltrepassare il centrocampo. Al 71’, sugli sviluppi di un calcio piazzato, la sfera arriva a Ciarla, che si destreggia bene sulla linea di fondo, prova a servire Cocuzzi al limite dell’area piccola, ma trova la provvidenziale deviazione di Gazzi in corner. Corner che però si conclude in un nulla di fatto. Anzi, sul successivo ribaltamento di fronte solo una tempestiva uscita di Angelo Stefanini ben oltre il limite della sua area interrompe un contropiede borghigiano che Funari e De Bonis erano pronti a finalizzare nel migliore dei modi. Al 77’ il solito Pellerani spaventa ancora l’estremo difensore avversario con un insidioso tiro dal limite. Passano centoventi secondi e Cocuzzi ha due buone opportunità in rapida successione, ma in entrambe le occasioni Pepe ha il giusto riflesso per mettere il pallone in angolo. All’83’ l’ultimo sussulto del match: Pellerani, defilato sul lato sinistra, entra in area e lascia partire una conclusione che finisce di poco alta sulla traversa. Undici minuti più tardi – recupero compreso – il triplice fischio del direttore di gara, Angiolari di Ostia, mette fine alle ostilità.

NIENTE paura, ci pensa la difesa. Quattro gol, tutti messi a segno da giocatori della retroguardia, regalano al Sermoneta la terza vittoria consecutiva e con essa la possibilità di conservare la vetta della classifica in coabitazione con il Fontana Liri. A farne le spese un Hermada che si illude con il vantaggio firmato da Maglitto per poi risvegliarsi bruscamente sotto i colpi dei gialloblu, capaci di assestare il micidiale uno-due del sorpasso proprio a ridosso del riposo.
Senza Ciccarelli, Terrazzino, Pannozzo e Masini, mister Giovannelli si affida ad una «banda» di «sbarbati» pronti comunque a vender cara la pelle anche in casa dell’Hermada. Ne esce una gara dal buon ritmo, ma avara di emozioni, almeno fino al 37’ quando su un rinvio sbilenco di Leone, la palla arriva sui piedi di Maglitto che spara in fondo al sacco. Il Sermoneta, però, da grande squadra reagisce quasi immediatamente. Al 44’ un filtrante di Pelle smarca Napoli al cross. A centro area c’è Arduini che di testa va in cielo e riporta l’equilibrio. Passano due minuti e la doccia fredda è servita per i padroni di casa. Tutto parte ancora dai piedi di Walter Pelle. Angolo liftato, Magni anticipa tutti e ancora di testa punisce l’incolpevole De Giuli.
Un colpo in pieno petto per un Hermada che nella ripresa prova a riordinarsi nel tentativo di pareggiare. Sogni di gloria che però svaniscono definitivamente alla mezzora, quando Tomassi e Rogato scambiano bene nello stretto che il primo che entra in area e viene steso. Sul dischetto lo stesso Rogato non sbaglia. Il definitivo 4-1 arriva ancora con Arduini. Bello il break del difensore lepino che batte De Giuli in diagonale.

IL Città di Minturno-Marina espugna il campo della Nuova Itri e mette in cascina la prima vittoria della stagione. Un successo che gli ospiti hanno meritato, se non altro per aver cercato di più il gol e per non aver commesso i soliti errori difensivi. La Nuova Itri ha sicuramente giocato sotto tono, facendosi pericolosa sporadicamente dalle parti di Grasso, chiamato ad un intervento decisivo al 28′ della ripresa, quando ha salvato su una conclusione del neo entrato Mastroianni. A decidere le sorti del match è stato Emanuele Pirolozzi, che poco dopo la mezzora si è inventato una conclusione dal limite che ha trafitto Porcaro. Un gol simile lo aveva realizzato domenica scorsa contro il Campo Boario. In precedenza lo stesso numero undici rossoblu, si era fatto pericoloso dalle parti di Porcaro su assist di Martino. Prima del gol che ha sbloccato il risultato, erano stati Taglialatela (al 10′) e Petrillo (al 22′) a rendersi pericolosi. Sul finire del tempo, mister Parisella doveva rinunciare a Dionisio e inseriva Di Dato per dare più incisività in avanti. Ma dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa giungeva il secondo gol: un tiro non irresistibile di Pirolozzi, infatti, veniva deviato da un difensore e finiva alle spalle del portiere locale. I padroni di casa tentavano una reazione, che si caratterizzava con l’azione già descritta di Mastroianni. Per la Nuova Itri una sconfitta che brucia e che frena la marcia verso la zona alta della classifica, mentre per i rossoblu, dopo le sconfitte immeritate rimediato contro Campo Boario e Borgo Flora in Coppa Italia, la vittoria è importante soprattutto per il morale.

UN punto a testa per Atletico Sabotino e SS.Pietro e Paolo. Il derby dell’«Andriollo» è infatti finito con un 1-1 suggellato dalle reti messe a segno nella ripresa da Coia e Onorato. Il primo tempo è stato sostanzialmente a due facce: primi venticinque minuti di marca borghigiana, ultimi venti a tinte biancorosse. Al quarto d’ora, Coia ha provato a sorprendere Bilali con un bolide dalla trequarti, ma il numero uno ospite si è rifugiato in angolo. Dieci minuti più tardi lo stesso Bilali ha detto ancora di no ad un colpo di testa del solito Coia su un traversone dalla destra di Rossetto. Da quel momento in avanti gli ospiti hanno progressivamente alzato il baricentro, ma non sono mai riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Reccanello. La seconda frazione di gioco è iniziata come era finita la prima. Nel primo quarto d’ora il SS.Pietro e Paolo ha sfiorato il vantaggio prima con Onorato e poi con Viscido, ma al 65’ Orlandini ha atterrato Petitti in area di rigore: senza alcuna esitazione l’arbitro ha concesso la massima punizione ed estratto il secondo giallo all’indirizzo del centrocampista biancorosso. Sul punto di battuta si è presentato Coia, che non ha lasciato scampo a Bilali. Passato in svantaggio, il SS.Pietro e Paolo ha però avuto il merito di non disunirsi e a sessanta secondi dal novantesimo ha trovato il pari con il calcio piazzato vincente di Onorato.

IL Roccasecca centra il primo successo della stagione rifilando un netto 3-0 al Pontinia, che resta così a quota sette e lascia la vetta della classifica alla coppia Fontana Liri-Sermoneta. I tre gol arrivano tutti nella ripresa. Dopo neanche sessanta secondi di gioco Gatti apre le danze, mentre al 67’ il raddoppio di Lombardi chiude con largo anticipo il match. All’82’ lo stesso Gatti mette il sigillo sulla vittoria dei suoi.

QUARTA sconfitta consecutiva per il Sonnino di Simone Reggio. Dopo aver già perso contro Arce, Sermoneta e Città di Pignataro, la compagine gialloblu, infatti, si è dovuta arrendere anche al Fontana Liri, capace di conquistare al «San Bernardino» i tre punti col minimo sforzo. La firma sul gol partita è di Rocco, che al quarto d’ora del primo tempo, sugli sviluppi di un calcio piazzato di Chiarzzitti, ha approfittato di una disattenzione generale della retroguardia locale per insaccare il pallone alle spalle di Belviso. Incassato il colpo, il Sonnino ha provato a reagire ma gli ospiti si sono difesi sempre con grande ordine senza concedere più di tanto.
Nella ripresa, invece, la squadra di mister Reggio, oltre a fare la partita, ha avuto anche buone opportunità per pareggiare, ma i tentativi dei vari Grossi, Serio e Speroniero – ultimo arrivato in casa Sonnino – non hanno modificato l’esito del match.

LA Vis Sezze Setina interrompe il digiuno e, piegando per 1-0 la resistenza del Santopadre, conquista la prima vittoria della stagione. Dopo un primo tempo giocato prevalentemente a centrocampo e avaro di occasioni da gol, la gara si vivacizza nella ripresa, che i padroni di casa giocano in dieci uomini a causa dell’espulsione per doppia ammonizione rimediata da Massari a soli centoventi secondi dall’intervallo. Mister Coraggio prova ad approfittare della superiorità numerica ed inserisce tutte le punte a sua disposizione, ma la Vis Sezze Setina non si scompone più di tanto e al 65’, sugli sviluppi di una ripartenza, riesce addirittura a passare in vantaggio: contropiede orchestrato da Fiori, il quale si invola sulla destra, entra in area dal lato corto e mette il pallone dietro per l’accorrente Benitez che fa 1-0 di piatto. La reazione del Santopadre non si fa attendere, ma è troppo confusionaria per poter mette in difficoltà la retroguardia locale. In pieno recupero, però, gli ospiti hanno una ghiotta opportunità per pareggiare: Cocco, a tu per tu con Tarricone, centra il palo, la sfera arriva sui piedi di Manetto che calcia a colpo sicuro, ma sulla sua strada trova la provvidenziale deviazione in angolo dello stesso Tarricone.

I TABELLINI

HERMADA – SERMONETA1-4
Hermada: De Giuli, Silvaggi, Rossi, Forzellin, Senesi, Cammarella, Beltramini (30’st Bracciale), Croatto, Di Vito (25’st Del Monte), Maglitto, Tosti (1’st Di Biase). A disp.: Carbone, Scalambra, Bianchi, Carbone. All.: Tosti
Sermoneta: Leone, Rogato, Maresca, Arduini, Magni, Napoli (10’st Fiaschi), Petrussa, Pelle, De Rosa, Tomassi, Marangon. A disp.: Pastro, Nardi, Ltaief, Silvetri, Ottaviani, Noce. All.: Giovannelli
Arbitro: Caltabiano di Roma 2
Marcatori: 37’pt Maglitto, 44’pt Arduini, 46’pt Magni, 30’st (rig.) Rogato, 35’st Arduini
Note – Ammoniti: Beltramini, Maglitto, Cammarella, Rossi, Arduini, Petrussa.

ATLETICO SABOTINO – SS.PIETRO E PAOLO 1-1
Atletico Sabotino: Reccanello, Vanzari, Notarpietro, Sarra, Fasulo, Cerolini, Rossetto (1’st Liberatore), Micheletti (35’st Proietti Ciolli), Coia, Petitti (10’st Frattarelli), Ponso. A disp.: Ghisu, Guerra, Cacciotti, Carta. All.: Ziroli.
SS.Pietro e Paolo: Bilali, Di Stasio, Amadio, Orlandini, Bulboaca, Mineo (23’st Giordani), Viscido, Onorato, Carletti (40’st Yang Ce), Salvadori (42’st Varrera), Naddeo. A disp.: Ghirotto, Petruccelli, Martellacci, Masiello. All.: De Simone.
Arbitro: Treglia di Formia; assistenti: Scopa e Paolucci di Frosinone.
Marcatori: 21’st Coia (rig.), 44’st Onorato.
Note – Espulsi: Orlandini al 20’st per doppia ammonizione; ammoniti: Di Stasio, Bulboaca, Onorato (SS).

ROCCASECCA T.S.T. – PONTINIA 3-0
Roccasecca T.S.T.: Diafani, Ricci, Cristini, Fulco, Cozzolino, Torrens, Grassi, Tedeschi (20’st Lombardi), Cambone (37’st Mastroniani), Fiorillo (41’st Chiarlitti), Gatti. A disp.: Recchia, Di Martino, Mancone, Zonfrilli. All.: Mancone.
Pontinia: Marinelli, Bruckner, Stefanelli, Rufo, Fiorini, Zomparelli, Zanutto, Carchitto, Incollingo (44’st Petricca), Capuccilli, Battaglini (32’st Zurma). A disp.: Villani, Perfetti, Di Girolamo, La Notte. All.: Pelucchini.
Arbitro: Salama di Ostia Lido; assistenti: Pignalosa e Di Crasto di Formia.
Marcatori: 1’, 37’st Gatti, 22’st Lombardi.
Note – Espulsi: Zanutto al 28’st per doppia ammonizione.

SONNINO – FONTANA LIRI 0-1
Sonnino: Belviso, Parolisi, Rossetti, Ialongo (29’pt Reggio), Rinaldi, Di Girolamo, Speroniero, Serio, Grossi S. (8’st Trocheo), Altobelli (10’st Iacovacci). A disp.: Cecconi, Stefanelli, Iacovacci, Ventre, Del Duca. All.: Reggio.
Fontana Liri: Battista, Greco, Greganti, Lillo, Pilona (5’st Recchia), Pesce, Carmassi, Chiarzzitti, Rocco, Marciano (20’st Grossi P.), Bianchi G. (45’st Gemmiti) A disp.: Bianchi A., Tedeschi, Caldaroni S., Valev. All.: Caldaroni M.
Arbitro: Campobasso di Formia; assistenti: De Salazar di Roma 1 e Carta di Formia.
Marcatori: 15’pt Rocco.
Note – Espulsi: Greganti al 20’st per doppia ammonizione; ammoniti: Grossi S., Altobelli, Speroniero, Rinaldi, Reggio (S), Battista, Greganti, Valev (FL).

ATLETICO SABOTINO – SS.PIETRO E PAOLO 1-1
Atletico Sabotino: Reccanello, Vanzari, Notarpietro, Sarra, Fasulo, Cerolini, Rossetto (1’st Liberatore), Micheletti (35’st Proietti Ciolli), Coia, Petitti (10’st Frattarelli), Ponso. A disp.: Ghisu, Guerra, Cacciotti, Carta. All.: Ziroli.
SS.Pietro e Paolo: Bilali, Di Stasio, Amadio, Orlandini, Bulboaca, Mineo (23’st Giordani), Viscido, Onorato, Carletti (40’st Yang Ce), Salvadori (42’st Varrera), Naddeo. A disp.: Ghirotto, Petruccelli, Martellacci, Masiello. All.: De Simone.
Arbitro: Treglia di Formia; assistenti: Scopa e Paolucci di Frosinone.
Marcatori: 21’st Coia (rig.), 44’st Onorato.
Note – Espulsi: Orlandini al 20’st per doppia ammonizione; ammoniti: Di Stasio, Bulboaca, Onorato (SS).

ROCCASECCA T.S.T. – PONTINIA 3-0
Roccasecca T.S.T.: Diafani, Ricci, Cristini, Fulco, Cozzolino, Torrens, Grassi, Tedeschi (20’st Lombardi), Cambone (37’st Mastroniani), Fiorillo (41’st Chiarlitti), Gatti. A disp.: Recchia, Di Martino, Mancone, Zonfrilli. All.: Mancone.
Pontinia: Marinelli, Bruckner, Stefanelli, Rufo, Fiorini, Zomparelli, Zanutto, Carchitto, Incollingo (44’st Petricca), Capuccilli, Battaglini (32’st Zurma). A disp.: Villani, Perfetti, Di Girolamo, La Notte. All.: Pelucchini.
Arbitro: Salama di Ostia Lido; assistenti: Pignalosa e Di Crasto di Formia.
Marcatori: 1’, 37’st Gatti, 22’st Lombardi.
Note – Espulsi: Zanutto al 28’st per doppia ammonizione.

VIS SEZZE SETINA – SANTOPADRE 1-0
Vis Sezze Setina: Tarricone, Cacciotti, Parente, Milo, Maione, Leva, Vecchioni (1’st Di Meo A.), Massari, Fiori (23’st Bassani), Saud (45’pt Baroni M.), Benitez. A disp.: Mancini, Baratta, Le Foche, Di Meo M. All.: Baroni C.
Santopadre: Lancia, Cestra (28’st Mantova), Tomei, Natoni, Ripa, Di Folco, Forlini, Di Sala, Marziale (12’st Bottoni), Tomaselli (10’st Manetto), Cocco. A disp.: Olini, Malfeo, Maliani, Iafrati. All.: Coraggio.
Arbitro: Di Matteo di Roma 2; assistenti: Fusco di Aprilia e di Samaritani Ostia Lido.
Marcatori: 20’st Benitez.
Note – Espulsi: Massari al 43’pt per doppia ammonizione; ammoniti: Milo, Maione, Di Meo A. (VSS), Tomaselli, Di Folco (S).

NUOVA ITRI – CITTA’ DI MINTURNO MARINA 0-2
Nuova Itri: Porcaro, Coppolella, Vendittozzi, Auricchio, Dionisio (43’pt Di Dato), Papa, Violanti, Mallardi, Esposito (26’st Mastroianni), Mallozzi, Spirito. A disp.: Centola, Russo, Ionta, Cardillo, Pannozzo. All.: Parisella.
Città di Minturno-Marina: Grasso, Conte M., Merola, Cicala, Caiazzo, Uva, Petrillo (33′ st Conte F.), Neri (11′ st Graziano), Taglialatela, Martino, Pirolozzi (23′ st Masino). A disp.: Cenerelli D., Di Luna, Cenerelli S., Vezza. All.: Pernice.
Arbitro: Guglielmi di Roma.
Marcatori: 32’pt, 1’st Pirolozzi.
Note – Ammoniti: Uva, Neri, Mallozzi, Vendittozzi.

Lascia un commento