Aprilia, giovani in vetrina

Riprende la settimana di lavoro in casa Aprilia dopo il lunedì di riposo dedicato come non mai a sfogliare le cronache dei quotidiani locali e nazionale che, ovviamente, hanno dato il giusto risalto alla vittoria contro l’Aquila e il conseguente primato assoluto in classifica. Lo staff tecnico con a capo l’allenatore Vivarini sarà impegnato questa 

Leggi tutto

Riprende la settimana di lavoro in casa Aprilia dopo il lunedì di riposo dedicato come non mai a sfogliare le cronache dei quotidiani locali e nazionale che, ovviamente, hanno dato il giusto risalto alla vittoria contro l’Aquila e il conseguente primato assoluto in classifica. Lo staff tecnico con a capo l’allenatore Vivarini sarà impegnato questa settimana a preparare la trasferta di Reggio Calabria dove Croce e compagni saranno di scena contro la neo promossa Hinterreggio. La ripresa degli allenamenti martedì è anche importante per valutare le condizioni fisiche di qualche giocatore, primo fra tutti quella del difensore Tundo costretto domenica in tribuna per smaltire l’infortunio patito a Foligno. Lo splendido inizio di stagione e la buona prestazione di domenica scorsa hanno permesso al difensore Cane e il portiere Di Vincenzo di guadagnarsi la convocazione della Nazionale di Lega. In tribuna, infatti, contro l’Aquila era presente il ct. Valerio Bertotto il quale lunedì ha diramato le convocazioni inserendo nella lista i due giocatori per il 25 e 26 nel secondo stage in programma a Firenze.Gli azzurrini già nella giornata di oggi e domani si ritroveranno nella capitale per un primo test poi, come detto, il 25 e 26 settembre al Centro Tecnico di Firenze. Tutto questo perché tra poco più di tre settimane l’Italia Lega Pro scenderà in campo a Portogruaro mercoledì 10 ottobre contro la Croazia, a novembre invece sarà la volta della Russia nell’International Challenge Trophy, torneo sotto l’egidia della Uefa. Gli azzurri di Bertotto parteciperanno nel corso della stagione all’International Challenge Trophy Cup e al torneo di Dubai.

Lascia un commento