Terracina e Cisterna a segno. Mariniello show per il Formia

VITTORIA di rimonta per il Terracina. I tigrotti sbancano per 2-1 il campo del Lariano Velletri e rispondono presente alla chiamata della capolista Morolo. Decisivo ancora Antonio La Cava autore della rete del 2-1. CRONACA – L’inizio vede le due formazioni studiarsi senza affondare più di tanto il colpo. La prima azione degna di nota si 

Leggi tutto

VITTORIA di rimonta per il Terracina. I tigrotti sbancano per 2-1 il campo del Lariano Velletri e rispondono presente alla chiamata della capolista Morolo. Decisivo ancora Antonio La Cava autore della rete del 2-1. CRONACA – L’inizio vede le due formazioni studiarsi senza affondare più di tanto il colpo. La prima azione degna di nota si registra al 20’ ed è di marca pontina: cross da sinistra di Marzullo per Festa che colpisce di testa troppo debole. I locali rispondono con il cross di Scacchetti per l’accorrente Carrozza che cicca di testa la sfera. Al 42’ La Cava si divora la rete del possibile vantaggio a tu per tu con Marini. I castellani prima del riposo passano: il solito Scacchetti con un preciso sinistro beffa Salemme. Nel finale di tempo ingenuità di Martelli che si fa becca il secondo giallo e lascia i locali in dieci. Nella ripresa forte della superiorità numerica il Terracina schiaccia il Lariano nella propria trequarti. Al 13’ il tiro a giro di Marzullo esce di poco sul fondo. Ancora il fantasista tirrenico si rende pericoloso al 21’con un tiro cross che si spegne sul fondo. Al 24’ i pontini ristabiliscono la parità grazie ad una magistrale punizione dello specialista Marzullo. Il Terracina non si ferma e al 39’ effettua il sorpasso ai danni dei castellani: Marzullo prova l’azione personale, si libera dalla marcatura e scocca un tiro che si infrange sul palo, il pallone arriva nella zona di La Cava che non può sbagliare e fa 2-1. Dopo cinque minuti di recupero il Terracina può esultare.

ARRIVA finalmente la prima vittoria del Formia in questo campionato di Eccellenza. Arriva in casa di un Monte San Giovanni Campano che pure non ha rinunciato a giocare la propria onesta partita ma soprattutto arriva grazie a uno straordinario Mario Mariniello, autore dei cinque gol formiani. Eppure la gara non inizia bene per i tirrenici, che dopo appena 2 minuti di gioco si ritrovano in svantaggio per la solita disattenzione difensiva. Mastroianni ringrazia e batte Falco da due passi. La reazione è immediata: al 5’ Parasmo parte e con una gran giocata sulla sinistra serve Mariniello, aggancio dell’attaccante e tiro di prima per l’1-1. Tuttavia il Formia continua a subire troppo dietro e al 31’ i monticiani si riportano nuovamente avanti: lancio dalle retrovie e difesa biancoceleste ancora una volta fuori posizione, ne approfitta De Ciantis (un ex, tra l’altro) che firma il 2-1. Anche in questo caso lo schiaffo fa bene al Formia, che 2 minuti più tardi trova nuovamente il 2-2 ma la rete viene annullata: il cross di Iezzi, infatti, era arrivato sulla testa di Mariniello dopo essere uscito fuori dal rettangolo di gioco nella traiettoria. Ma il pareggio è nell’aria e arriva al 36’. Calcio di rigore in favore del Formia conquistato da Parasmo, sul dischetto va il solito Mariniello che ipnotizza Micheli e riporta la gara sul 2-2. Nella ripresa è ancora Mariniello-show. Il numero 9 biancoceleste trova prima il 3-2 con un gran colpo di testa, poi il 4-2 con un gran diagonale dopo un perfetto scatto sul filo del fuorigioco. Sul 4-2 il Formia comincia finalmente a rilassarsi, a divertirsi e a divertire. Al 24’ Mariniello corona la sua prestazione perfetta con la quinta marcatura: stavolta l’errore è della difesa ciociara, Mariniello prima trova la respinta di Micheli, poi lo trafigge sulla ribattuta prima di lasciare il campo tra gli applausi. Al 29’ i padroni di casa sfiorano il 3-5 con Cucchi, che su punizione colpisce il palo. Il 3-5 arriva nel finale grazie a un calcio di rigore trasformato da Dei. Finisce così, con il Formia che finalmente può esultare.

PARI interno per la Nuova Circe. La formazione di Marzella impatta tra le mura amiche del Ballarin contro una coriacea Vis Artena. I sanfeliciani dopo essere andati sotto all’inizio della gara hanno dovuto rincorrere i rossoverdi, acciuffandoli solamente nella ripresa.

LA GARA – L’avvio per i pontini è shock. Al 5′ Romagnoli sfrutta nel migliore dei modi un filtrante di Casagrande e si presenta a tu per tu con Pedini che viene infilato dal numero sette ospite. Il tempo di somatizzare il gol di svantaggio e il team di Marzella prende le misure agli avversari, incominciando a farsi vedere in modo concreto dalle parti di Zattin, ma al riposo si va con il parziale di 1-0 in favore degli ospiti. Nella ripresa mister Marzella butta nella mischia anche Sannino per aumentare le bocche di fuoco negli ultimi sedici metri. La spinta dei locali sbatte contro il muro eretto dalla Vis Artena. Un muro che però tiene l’urto fino alla mezz’ora quando il solito De Simone, implacabile sotto porta, ristabilisce la parità battendo Zattin, siglando il gol dell’1-1. Bagarre nelle battute finale con la Nuova Circe che ci prova ma il risultato rimane inalterato fino al triplice fischio.

UN bolide di Serone regala i tre punti al Pro Cisterna. Al Bartolani i biancocelesti superano di misura (1-0) il Rocca di Papa Nemi e conquistano il primo successo in campionato, bissando quello in coppa dello scorso mercoledì. Gara contratta e poco spettacolare, colpa dell’atteggiamento tattico della formazione ospite, scesa in campo ben coperta, con un centrocampo folto ed una difesa bassa, provocando così molto traffico nella fase centrale del campo dove il Pro Cisterna ha trovato difficoltà nel far girare la palla.
LA GARA – Partenza sotto ritmo. Entrambi gli schieramenti ci mettono tempo per prendere le misure all’avversario. Il primo vero affondo è di marca ospite. Al 25′ Bastianelli vince ben tre contrasti al limite dell’area e appena dentro prova il destro potente respinto in scivolata da Incitti. La risposta dei locali alla mezz’ora con un tiro cross velenoso di Troisi fuori misura. La ripresa è più vivace. Al 3′ un cross dalla corsia destra di Roberti viene intercettato con il braccio in piena area di rigore da Angelucci, vibranti le proteste locali, ma il fischietto Ragone, impassibile, lascia proseguire. I biancocelesti salgono di ritmo e cingono d’assedio i castellani. Al 13′ Suppa pesca sulla sinistra Troisi, il numero dieci di casa tiene botta alla marcatura di Emili, entra in area e spara un destro sul primo palo dove Salzano è strepitoso nel deviare di piede la sfera. Dal corner si accende un batti e ribatti dove ancora Troisi di testa spara alto. E’ il preludio al gol che arriva puntualmente un minuto dopo: Mariti spalle alla porta lavora un pallone nei pressi della lunetta dell’area di rigore e scarica per l’accorrente Serone che senza pensarci troppo lascia partire un sinistro secco che si insacca sotto il sette. Il vantaggio galvanizza i ragazzi di Patalano e fa crollare le certezze degli ospiti. Ancora Serone, in azione di break salta Pieri a centrocampo e giunto al limite dell’area calcia di nuovo un sinistro radente che questa volta si stampa sul palo, sulla sfera si avventa Mariti, il neo entrato con un destro in diagonale prova la correzione in rete ma Salzano recupera la posizione e salva i suoi dal 2-0. Il Rocca di Papa in modo confusionario prova a imbastire qualche azione offensiva ma negli ultimi sedici metri gli attaccanti castellani mostrano tutti i loro limiti. Finisce così con il primo successo in campionato per il Pro Cisterna che domenica prossima affronterà la trasferta più ostica dell’intera stagione, ovvero quella dell’Arnaldo Marrocco contro la capolista Morolo.

IL Morolo espugna il Riciniello di Gaeta e si conferma capolista del campionato. Una sconfitta che è maturata nei primi 25 minuti di gioco, durante i quali il Morolo ha realizzato tre reti, ma il Gaeta per quanto ha fatto vedere avrebbe meritato di più. Non sarebbe stato facile per nessuna squadra rientrare in partita dopo le tre reti subite nella prima parte della gara e i biancorossi di Melchionna ci sono riusciti, sfiorando alla fine anche il pari. Per gli ospiti frusinati il match si è messo subito bene, con Paris che sugli sviluppi di un calcio di punizione superava Capodici. Al 20′ Perrotti si infilava in area e dopo aver superato Capodici in uscita depositava nella rete sguarnita. Il terzo goal di Carlini, preceduto da una traversa di Nunziata, sembrava aver chiuso la gara ed invece non era così. Infatti lo stesso Nunziata con un tiro dal limite di destro batteva Salvitti, che sette minuti dopo capitolava su rigore trasformato da Visciglia e concesso per atterramento in area di Leccese. Nella ripresa i tirrenici si facevano pericolosi con Leccese, mentre Capodici, al 20′ diceva no ad un attacco degli ospiti, opponendosi per due volte. Il Gaeta stringeva i tempi e Visciglia, prima di essere espulso per doppia ammonizione, si faceva pericoloso con un colpo di testa che non inquadrava la porta. Al 37′ i padroni di casa creavano la più ghiotta occasione della ripresa, ma la conclusione di Emma si stampava sulla traversa. Il Gaeta comunque non ha demeritato, mostrando di avere le potenzialità per far bene, magari facendo più attenzione nella fase difensiva.

IL Podgora va ko nel finale di gara. I borghigiani cedono per 2-1 in casa del Tor Sapienza. Sfida caratterizzata da ben tre espulsioni decretate dal fischietto Centi di Viterbo. Il direttore di gara ha applicato alla lettera il regolamento, mandando fuori al 25’ Paglia e al 1’ della ripresa Martellacci entrambi per bestemmia. Partita gradevole nella prima frazione con la clamorosa occasione sciupata dai ragazzi di Paloni con Cassandra. Il laterale pontino, solo davanti al portiere, si fa ipnotizzare da Colangeli. Poco dopo, Martellacci di testa mette i brividi alla difesa locale spendendo la sfera di poco fuori. Al primo minuto della ripresa come già detto si ristabilisce la parità numerica in campo con l’espulsione di Martellacci. Alla mezz’ora l’episodio chiave: il portiere pontino Ristic affossa Sganga, per l’arbitro è calcio di rigore e rosso diretto per l’estremo difensore del Podgora con i pontini costretti a schierare il giocatore Sossai tra i pali, avendo già effettuato tutte le sostituzioni. Dagli undici metri Quadrini trasforma. Passano due minuti e i locali raddoppiano con Muratore grazie ad un beffardo pallonetto. L’orgoglio dei borghigiani porta Cannariato a siglare la rete del 1-2. All’over time Cassandra di testa si divora il gol del pari.

Mancini e  Stefanelli

I TABELLINI

LARIANO VELLETRI – TERRACINA 1-2
Lariano Velletri: Marini, Rossi, Fiore, Fioravanti, Razzini, De Vecchis, Soldano, Carrozza, Federici (1’ st Pestrin), Scacchetti, Martelli. A disp.: Mattogno, Moroni, Pestrin, Battisti, Zarlenga, Ramacci, Gallaccio. All.: Solimina
Terracina: Salemme, Bernisi, Serapiglia (14’ st Di Florio), Mucciarelli, Di Franco, Botta, Neri, Festa, Marzullo (43’ st Campobasso), La Cava (48’ st Minieri), Della Fornace. A disp.: Cuomo, Campobasso, Altobelli, Minieri, Magnifico, Di Florio, Savarese. All.: Cucciari
Arbitro: Panarese di Lecce, assistenti De Salazar (Roma1) e Mozzarella (Ostia)
Marcatori: 43’pt Scacchetti, 24’st Marzullo, 39’ st La Cava
Note – Epulsi: al 45’pt Martelli per doppia ammonizione, al 45’ st allontanato dalla panchina Solimina
Ammoniti: Di Franco, Botta, Soldano, Carrozza, Scacchetti

MSG CAMPANO – FORMIA 3-5
Monte San Giovanni Campano: Micheli, Rosato, De Ciantis, Miretto, Tofani, Dei, Drogheo, Cucchi, Mastrantoni, Lorini (8’st Mancini P.), Maliziola. A disp.: Ciardi, Perna, Sacchi, Mancini P., Velocci, Mancini M., Viscogliosi. All.: Cinelli.
Formia: Falco, Amitrano, Diana, Siciliano, Stellato, Bianchi, Cacace, De Santis (35’st Volpe), Mariniello (30’st Pirolozzi), Parasmo (44’st Scipione A.), Iezzi. A disp.: Leone, Carcarino, Pellino, Doukar, Volpe. All.: Selvaggio.
Arbitro: Avellani di L’Aquila.
Marcatori: 2’ pt Mastrantoni, 5’pt, 36’pt rig., 14’st, 16’st, 24’st Mariniello, 31’pt De Ciantis, 44’st rig. Dei
Note – Ammoniti Dei, Bianchi, Parasmo

NUOVA CIRCE – VIS ARTENA 1-1
Nuova Circe: Pedini, Toti, Seppani, Omizzolo, Fiore, Totaro A., Di Matteo (20’st Sannino), Bernardo, De Simone (39’st Onorato), Berti, Cinelli. A disp.: Corsi, Falso, De Santis, Fagioli, Totaro R. All.: Marzella
Vis Artena: Zattin, Quattrocchi, Pomponi, Cristofari, Padovani, Innocenzi, Romagnoli (25’st Maselli), Simone (36’st Proietti), Morelli, Casagrande, Nardi. A disp.: Trinchera, Ronchetti, Pizzuti, Michelangeli, Lubirati. All.: Di Cori
Arbitro: Perelli di Caserta, assistenti Campagna (Cassino) e D’Ottavio (Roma1)
Marcatori: 5’pt Romagnoli, 27’st De Simone
Note – Espulso Lubirati dalla panchina. Ammoniti Totaro A., De Simone, Cinelli (NC), Quattrocchi, Pomponi, Cristofari, Padovani (VA)

PRO CISTERNA – ROCCA DI PAPA NEMI 1-0
Pro Cisterna: Sambucini, Iacobacci, Cannistrà (36’pt Pinna), Suppa, Incitti, Amoroso, De Gennaro (28’st Rizzuti), Serone, Roberti, Troisi, Liccardi (12’st Mariti). A disp.: Alfieri, Callori, Di Girolamo, Arcobelli. All.: Patalano
Rocca di Papa Nemi: Salzano, Emili (29’st Pompili), Angelucci P., Bisogno, Battistelli, Ticconi, Flavi (19’st Bernardi), Pieri, Bastianelli, Vartolo (33’st Brunetti), Tiberi. A disp.: Damizia, Angelucci D., Davato, Sardini. All.: Panno
Arbitro: Ragone di Ciampino, assistenti Scopa e Bruni Paolucci di Frosinone
Marcatori: 15’st Serone
Note – Ammoniti Bisogno, Tiberi (RPN)

GAETA – MOROLO 2-3
Gaeta: Capodici, Di Emma, Elitro, Armenio (13’st Colozzi),Calabrese, Fortunato (1’st Monaco), Emma, Leccese, Bosco, Visciglia, Nunziata (23’st Sandu). A disp.: Maffeo, Arena, Russo, Mantoan. All.: Melchionna
Morolo: Salvitti, Kanku, Orsinetti, Paris, Marongiu (40’st Tartaglione), Frioni, Salvi, Morici (28’st Capuano), Perrotti M. (11’st Federici), Carnevali, Carlini A. . A disp.: Picozzi, Carlini E., Caponera, Gaitan. All.: Perrotti Fabrizio
Arbitro: Madonia di Palermo
Marcatori: 1’pt Paris (M), 20’pt Perrotti, 25’pt Carlini A., 29’pt Nunziata, 36’pt rig. Visciglia
Note – Espulsi: 34’st Visciglia per doppia ammonizione. Ammoniti: Elitro, Leccese, Kanku, Paris, Salvi, Morici.

TOR SAPIENZA – PODGORA 2-1
Tor Sapienza: Colangeli, Muscia, Tabascio, Borghi, Urbani, Bolzan, Paglia, Quadrini, Giacani (37’ st Barretta), Brisciana (12’ st Muratore), Palombi (7’ st Sganga). A disp.: Candelotti, Alongi, Antonica, Sembroni. All.: Apuzzo
Podgora: Ristic, Trapani (28’ st Cifra), Martorana, Cannariato, Sossai, Lauteri, Porcelli (25’ st Schiavon), Fratangeli, Scarabello (10’ st Trigna), Martellacci, Cassandra. A disp.: Paolangeli, Iannucillo, Pacchiarotti, Bertassello. All.: Paloni
Arbitro: Centi di Viterbo
Marcatori: 32’ st Quadrini rig, 34’ st Muratore, 40’ st Cannariato
Note – Espulsi al 25’ pt Paglia per bestemmia, 1’ st Martellacci per bestemmia, 31’ st Ristic per gioco scorretto. Il Borgo Podgora finiti i campi ha mandato in porta il difensore Sossai. Ammoniti Borghi, Martorana, Sossai

Lascia un commento